Andrea Leeds

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrea Leeds nel film Palcoscenico (1937)

Andrea Leeds, nome d'arte di Antoinette Lees (Butte, 14 agosto 1914Palm Springs, 21 maggio 1984), è stata un'attrice cinematografica statunitense.

Nel 1938 ottenne una nomination all'Oscar alla miglior attrice non protagonista per il film Palcoscenico (1937) di Gregory La Cava.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Originaria del Montana, venne scoperta dal produttore Samuel Goldwyn[1] e iniziò la sua carriera cinematografica nel 1933, interpretando brevi ruoli non accreditati in film come Anna Karenina (1935) e La ragazza di Boemia (1936). In alcune occasioni, tra le quali nel film Nel mondo della luna (1936), apparve come Antoinette Lees, suo vero nome.

Assunto il definitivo nome d'arte di Andrea Leeds, l'attrice ottenne i primi ruoli significativi nel dramma Ambizione (1936) e nella commedia It Could Happen to You! (1937). Nello stesso anno venne prestata alla RKO per prendere parte al film Palcoscenico di Gregory La Cava, storia di un gruppo di giovani aspiranti attrici che abitano nello stesso residence in attesa della grande occasione in grado di dare una svolta alle loro ambizioni di carriera. Recitando accanto a stelle già affermate come Katharine Hepburn, Ginger Rogers e Lucille Ball, la Leeds interpretò il ruolo di Kaye Hamilton, una giovane ingenua e delicata che si vede soffiare una parte teatrale importante dalla collega Terry Randall (la Hepburn) e che, per la delusione, si uccide gettandosi da una finestra[1].

Malgrado la brevità del suo ruolo, il tragico personaggio di Kaye dominò il film[1], e la Leeds ottenne una candidatura al premio Oscar alla miglior attrice non protagonista. Subito dopo fu scritturata per la commedia Follie di Hollywood (1938), in cui impersonò Hazel Dawes ("Miss Humanity"), la ragazza che un produttore hollywoodiano tenta di lanciare come donna americana ideale. Il film non ebbe però il successo sperato.

Il successivo film fu la commedia Quando donna vuole (1938), in cui la Leeds ebbe per la prima volta il ruolo di protagonista femminile assoluta, accanto a Joel McCrea, con il quale fece coppia anche l'anno seguente nella commedia musicale Armonie di gioventù (1939). Ne La gloriosa avventura (1939), pellicola d'azione diretta da Henry Hathaway, l'attrice recitò al fianco di Gary Cooper e David Niven in una vicenda ambientata nelle Filippine subito dopo la guerra ispano-americana.

Il 1939 si chiuse con un altro film musicale, Il canto del fiume, biografia in technicolor del compositore americano Stephen Foster, nel quale la Leeds recitò accanto a Don Ameche. All'età di ventisei anni, nel 1940 l'attrice recitò in quello che sarebbe stato il suo film, Earthbound, un poliziesco in cui interpretò il ruolo di Ellen Desborough, una giovane donna che riesce a risolvere il misterioso assassinio del proprio marito, aiutata nelle indagini dal fantasma di questi.

Sposatasi l'anno precedente con l'uomo d’affari californiano Robert Stewart Howard, la Leeds abbandonò definitivamente le scene per dedicarsi alla famiglia e ai figli, Robert Jr. e Leann. Con il marito intraprese proficue attività nell'allevamento dei cavalli e nel ramo alberghiero a Palm Springs, località dove risiedette per il resto della sua esistenza.

Vedova dal 1962 di Robert Stewart Howard, la Leeds morì il 21 maggio 1984, all'età di sessantanove anni, per un cancro. È sepolta al Desert Memorial Park di Cathedral City (California).

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Alvin H. Marill, Katharine Hepburn, Milano Libri Edizioni, 1976, pag. 47-48

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]