Andrea Jonasson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Andrea Jonasson (Friburgo in Brisgovia, 29 giugno 1942) è un'attrice teatrale tedesca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata Andrea Karina Stumpf, la sua formazione artistica avviene alla Scuola d'Arte Drammatica di Monaco: successivamente si trasferisce in un'altra scuola ad Amburgo, diretta dal celebre attore tedesco Gustaf Gründgens. Inizia la carriera di attrice con numerose apparizioni a Zurigo e, contemporaneamente, si dedica anche alla recitazione in televisione, dove è interprete di numerose produzioni per il piccolo schermo.

In seguito alla sua interpretazione nella riduzione televisiva del dramma di Eugene O'Neill Il lutto si addice a Elettra, a Berlino le viene conferito nel 1970 il premio Goldene Kamera per la migliore interpretazione femminile.

Nel 1973 conosce il regista teatrale Giorgio Strehler, che sposerà poi nel 1981: da allora, divenuta nel frattempo prima attrice del Burgtheater di Vienna, dividerà la sua carriera artistica, recitando sia in lingua tedesca che italiana, a Vienna e a Milano, al Piccolo, diretto dal marito.

Nel 1997 le viene conferito il Premio Eleonora Duse. Nel 2009 interpreta una regia di Strehler, da lei stessa messa in scena: "La storia della bambola abbandonata".

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN13496690 · ISNI (EN0000 0000 2234 3961 · LCCN (ENno2012035199 · GND (DE133314146