Andrea Ciccione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sepolcro di Sergianni Caracciolo

Andrea Ciccione (Firenze, 1388Napoli, 1455) è stato un architetto e scultore italiano. Conosciuto anche come Andrea di Onofrio, Nofri e da Firenze, fu un artista del primo Rinascimento e maestro di Angelo Aniello Fiore.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Trasferitosi a Napoli da bambino, si mise subito in pratica con l'architettura e la scultura realizzando sepolcri come quello Caracciolo (1432), edificò anche numerosi palazzi rinascimentali per la borghesia napoletana.

Su commissione reale completò ai primi del XV secolo la chiesa di San Giovanni a Carbonara, iniziata tempo prima da Masuccio II, con probabilità eresse anche la chiesa di Sant'Anna dei Lombardi nel 1411 su commissione di un funzionario di Re Ladislao I d'Angiò, costruì dopo la morte del re il sepolcro reale in San Giovanni e nella stessa chiesa nel 1432 costruisce il sepolcro di Sergianni Caracciolo che rimase incompiuto, Andrea eresse anche su commissione di Sergianni il Palazzo Caracciolo ora complesso di Santa Maria della Pace.

Ad Andrea Ciccione sono stati attribuiti i progetti della Cappella dei Pontano, che probabilmente furono disegni compiuti qualche anno prima di morire e ritrovati alla fine del secolo quando venne eretta la cappella su commissione di Giovanni Pontano che nelle sue mani il disegno si trovò.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bernardo De Dominici, Vite dei Pittori, Scultori, ed Architetti Napolitani, (3 volumi), Stamperia del Ricciardi, Napoli, 1742.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95769826 · ISNI (EN0000 0004 1839 2639 · BNF (FRcb17117275n (data) · ULAN (EN500014490