Andrea Carlo Cappi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Andrea Carlo Cappi, conosciuto anche con gli pseudonimi di François Torrent, Alex Montecchi e Andrew Cherry (Milano, 8 settembre 1964), è uno scrittore e traduttore italiano.

Si occupa soprattutto di letteratura noir, thriller e avventurosa, ma ha scritto anche storie umoristiche, horror, fantasy e fantascientifiche.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha scritto una cinquantina di titoli tra romanzi, raccolte di racconti e saggi, collaborato a sceneggiature di fumetti e fiction radiofonica, curato antologie e collane per numerose case editrici. Molti suoi romanzi e racconti sono ambientati in un universo thriller-spionistico, in buona parte pubblicato dai periodici Segretissimo e Giallo Mondadori, nel quale si intrecciano quattro personaggi ricorrenti: l'italiano Carlo Medina, killer professionista, protagonista di tre romanzi e numerosi romanzi brevi e racconti, i primi dei quali raccolti in volume, e apparso anche in molte storie della serie Agente Nightshade; la spagnola Mercy "Nightshade" Contreras, contractor per servizi segreti di vari paesi, protagonista di dieci romanzi e vari tra racconti e romanzi brevi; lo spagnolo Toni "Black" Porcell, detective privato senza licenza, protagonista di due romanzi e un serial online poi raccolto in ebook; Rosa "Sickrose" Kerr, killer boliviana apparsa più volte nella serie Agente Nightshade e in un racconto autonomo. Ha creato personaggi di contaminazione tra generi quali il Cacciatore di Libri (detective milanese bibliofilo, protagonista di un ciclo di racconti e romanzi in cui si alternano giallo e fantastico, spesso con elementi umoristici), e padre Antonio Stanislawsky (agente speciale al servizio di un Vaticano del futuro, le cui avventure mescolano fantascienza, giallo d'azione e horror), apparso in un ciclo di romanzi brevi e racconti pubblicati in una decina di antologie.

Ha scritto romanzi e racconti originali con protagonisti personaggi del fumetto italiano: quattro romanzi con Martin Mystère, creato da Alfredo Castelli, per il quale ha collaborato in passato a sceneggiature a quattro mani con Andrea Pasini, per albi disegnati da Lucia Arduini; e quattro romanzi con Diabolik ed Eva Kant, personaggi creati da Angela e Luciana Giussani. Ha scritto pastiche ispirati al personaggio di Fantômas di Allain e Souvestre, e un breve ciclo di racconti surrealisti con protagonista il commissario Magritte. Con Paolo Brera ha dato vita alla spia dell'Ottocento José Pau, protagonista del romanzo Il Visconte/La spia del Risorgimento. Nel 2014 ha inaugurato una serie di genere horror-erotico dal titolo Danse Macabre, al momento costituita da due romanzi e tre racconti. Ha scritto un romanzo, alcuni romanzi brevi e una raccolta di racconti in ebook a quattro mani con la scrittrice Ermione. È autore inoltre di numerosi romanzi brevi e racconti senza personaggi fissi, molti dei quali mutuano i titoli dai Carmina Burana di Carl Orff. Un aspetto particolare della sua produzione è rappresentato poi dai racconti dal vivo: storie brevi, spesso in chiave comica, improvvisate in pochi minuti durante lezioni o performance, sulla base di un incipit e varie frasi stabilite dal pubblico. Per RadioRAI ha sceneggiato insieme ad Arturo Villone ed Elena Del Mastro il serial Mata Hari - La doppia vita di Greta Zelle con Veronica Pivetti (2003).

Come saggista si è occupato di tecniche di scrittura e aspetti della narrativa di genere, di delitti e spie celebri, e di cinema. Ha collaborato in varie vesti con Il Giallo Mondadori (dal 1993 al 1997), Delitti & Misteri (Edizioni Raffi, 1996-1997), G - La rivista del giallo (Il Minotauro 1996-1999); per De Agostini ha collaborato al progetto Il grande cinema di Federico Fellini e scritto i testi per Il mito Clint Eastwood e Dimensione Ignoto-The X Files Collection. Ha inoltre pubblicato articoli sulle riviste Maxim, Almanacco del Mistero, Addictions, Scrivere, LiveIn, Civiltà e Come eravamo. Nel 2016 ha realizzato in edicola lo speciale monografico Delitti italiani. Con lo scrittore Andrea G. Pinketts ha dato vita a M-Rivista del mistero (2000-2008) di cui è stato direttore editoriale. Per Sonzogno ha curato i volumi de I bestseller del crimine (2003-2004). Dal 2011 è direttore editoriale del webzine Borderfiction ideato dallo scrittore Giancarlo Narciso e dal 2015 condivide con il poeta Fabio Viganò il blog Il Rifugio dei Peccatori.

Come traduttore si è occupato di numerosi autori, soprattutto nel campo del giallo. Dalla lingua inglese, opere di scrittori come Arthur Conan Doyle, Dashiell Hammett, Raymond Chandler, Erle Stanley Gardner, Ian Fleming, Jeffery Deaver, Douglas Preston & Lincoln Child e titoli dei franchise di Clive Cussler e James Patterson; dallo spagnolo, romanzi di Matilde Asensi, Miguel Barroso, Paco Ignacio Taibo II, Pedro Casals, Andreu Martín. È noto soprattutto come traduttore e curatore di edizioni italiane delle avventure di James Bond 007, personaggio a cui ha dedicato numerosi saggi, spesso scritti con Edward Coffrini Dell'Orto.

Autore, presentatore e ospite di programmi radio e televisivi, è attivo come organizzatore e conduttore di eventi letterari e presentazioni di libri. In particolare, a Milano dal 1994 affianca lo scrittore Andrea G. Pinketts nelle serate del Seminario per giallo e bar. In collaborazione con Fnac Cultura e Comunicazione ha realizzato nell'ottobre 2003 la manifestazione Lezioni di giallo, svoltasi per tutto il mese a Milano, Torino, Genova, Verona e Napoli. Tra il 2000 e il 2005 ha allestito e curato l'archivio delle illustrazioni del pittore Carlo Jacono, del quale ha organizzato varie mostre.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]