Andrea Bolgi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Andrea Bolgi detto il Carrarino (Carrara, 22 giugno 1606[1]Napoli, 1656) è stato uno scultore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Trascorse gli anni giovanili tra Firenze, Carrara, Massa e Livorno e fu prima allievo e poi collaboratore di Pietro Tacca; dal 1626 divenne aiuto di Gianlorenzo Bernini a Roma. Collaborò ai lavori nella basilica di San Pietro e tra il 1629 e il 1639 realizzò la statua di Sant'Elena, posta nella nicchia di uno dei pilastri che reggono la cupola.

Si trasferì a Napoli e vi rimase per il resto della vita; dove portò e divulgò il nuovo stile del Bernini.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Tomba di Francesco Raimondi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ come riportato alla voce Andrea Bolgi detto il Carrarino del Dizionario Biografico degli Italiani, non nel 1605 come riportato dal Passeri

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN88804825 · ISNI: (EN0000 0000 7728 7418 · GND: (DE140691677 · ULAN: (EN500031663