Andrea Alberti (calciatore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrea Alberti
Nazionalità Italia Italia
Altezza 185 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Mantova
Carriera
Giovanili
????-2004 Brescia
Squadre di club1
2002-2004 Brescia 3 (0)
2004-2005 Sambenedettese 5 (0)
2005 Cesena 5 (0)
2005-2007 Brescia 16 (0)
2007-2008 Virtus Lanciano 21 (4)[1]
2008-2011 Monza 16 (0)[2]
2011-2012 Prato 17 (4)
2012-2013 Sambonifacese 2 (1)
2013-2014 Mantova 1 (0)
Nazionale
2001 Italia Italia U-15 1 (0)
2001 Italia Italia U-17 2 (2)
2003 Italia Italia U-18 2 (1)
2003-2004 Italia Italia U-19 13 (9)
2004-2005 Italia Italia U-20 4 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Andrea Alberti (Desenzano del Garda, 15 gennaio 1985) è un calciatore italiano, attaccante svincolato.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nel Brescia, squadra con la quale esordisce in Serie A il 29 settembre 2002 nella partita persa in casa dalla sua squadra contro la Roma per 3-2.[3]

Poco utilizzato, totalizza 3 presenze nella sua prima stagione non venendo mai utilizzato in quella successiva.

Nel 2004 viene ceduto in prestato alla Sambenedettese, squadra di Serie C1. 6 le partite giocate da Alberti con la squadra marchigiana finché a stagione in corso viene parcheggiato a Cesena, in serie B dove calca il terreno di gioco 5 volte.

Nella stagione 2005-2006 gioca 14 partite tra le file del Brescia nel campionato di Serie B, partendo quasi sempre dalla panchina.

In seguito ha militato in prestito nel Lanciano in Serie C1 e successivamente è passato al Monza. Fermo molti mesi per infortunio, si è riaggregato al gruppo nel febbraio 2011. Al termine della stagione è stato ceduto al Prato, sempre in Lega Pro Prima Divisione dove realizza 4 gol in 17 presenze.

Ha successivamente militato nella Sambonifacese e, da giugno 2013, nel Mantova[4], con cui colleziona una sola presenza. Nel 2014 rimane svincolato

Calcioscommesse[modifica | modifica wikitesto]

In seguito allo scandalo del calcioscommesse, l'8 maggio 2012 viene deferito dalla Procura federale della FIGC.[5]

Il 1º giugno 2012 il procuratore federale Stefano Palazzi richiede per lui tre anni e sei mesi di squalifica.[6] Il 18 giugno in primo grado gli viene confermata la squalifica di 3 anni e 6 mesi.[7] Successivamente, il 19 gennaio 2013, è stato completamente prosciolto da parte del TNAS.[8]

Il 9 febbraio 2015 la procura di Cremona termina le indagini e formula per lui e altri indagati le accuse di associazione a delinquere e frode sportiva.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 23 (4) se si comprendono anche le partite disputate nei play-out 2007-08.
  2. ^ 18 (1) se si comprendono anche le partite disputate nei play-out 2010-11.
  3. ^ Brescia-Roma 2-3 Almanaccogiallorosso.it
  4. ^ Doppio colpo: arrivano Olivi e Alberti, da mantovafc.it
  5. ^ Atto di deferimento della Procura federale Figc.it (PDF)
  6. ^ Palazzi chiede -6 per il Novara sportmediaset.mediaset.it
  7. ^ SCOMMESSE: IL PESCARA PARTE DA -2 sportmediaset.mediaset.it
  8. ^ http://www.mbnews.it/sport/76-sport/29454-assolto-il-calciatore-alberti-il-monza-qvittimaq-innocente.html
  9. ^ Calcioscommesse, indagini chiuse per Goretti e Nicco: la lista dei 130 indagati

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]