Andra Day

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Andra Day
Andra Day photo WMG (cropped).jpg
Andra Day
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereSoul
Rhythm and blues
Blues
Pop
Fusion
Disco
Periodo di attività musicale2012 – in attività
EtichettaWarner Bros., Buskin
Album pubblicati2
Studio1
Colonne sonore1
Sito ufficiale

Andra Day, pseudonimo di Cassandra Monique Batie (Spokane, 30 dicembre 1984), è una cantante e attrice statunitense. Legata alla Warner Records, ha pubblicato il suo album di debutto Cheers to the Fall nel 2015. Nel 2021 ha vinto il Golden Globe per la migliore attrice in un film drammatico per il ruolo di Billie Holiday nel film The United States VS Billie Holiday e ha ricevuto la sua prima candidatura al Premio Oscar nella sezione migliore attrice protagonista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata nel 1984 a Spokane (Washington), si è trasferita da piccola in California, nei pressi di San Diego, dove è cresciuta e ha iniziato a cantare, influenzata da Billie Holiday, Ella Fitzgerald e Dinah Washington.

Notata da Kai Millard, moglie di Stevie Wonder, viene messa in contatto con il produttore Adrian Gurvitz. Nel 2012 firma un contratto con la Buskin Records, a cui resta legata fino all'anno successivo.[1] Nel 2013 firma un contratto con Warner Bros. Records e comincia a registrare alcuni brani come cover o mashups. Nel 2014 nizia a lavorare con il produttore Gurvitz, con cui lavora su circa 40 canzoni. Sempre nel 2014 si esibisce durante il Sundance Film Festival, occasione in cui viene notata dal regista Spike Lee, che si offre di dirigere il video del suo singolo Forever Mine.[2]

Nell'agosto 2015 pubblica il suo primo album in studio Cheers to the Fall, prodotto da un team composto da Jenn Decilveo, Adrian Gurvitz, Rob Kleiner, Raphael Saadiq e Chris Seefried. L'artista ha modo di cantare il brano Rise Up alla Casa Bianca alla presenza di Barack Obama.[3] Sempre nel 2015 si esibisce in numerose altre occasioni, sia durante semplici programmi televisivi che in eventi importanti come la cerimonia di chiusura dei giochi paraolimpici.

Dall'agosto al settembre 2015 apre negli Stati Uniti i concerti di Lenny Kravitz. Nel 2016 collabora con Jennifer Nettles per un brano presente nel suo disco natalizio To Celebrate Christmas. Il disco riceve la candidatura al Grammy Award al miglior album R&B nell'ambito dei Grammy Awards 2016. Inoltre il brano Rise Up viene candidato nella categoria "miglior interpretazione R&B".[4] Nello stesso anno viene premiata durante l'evento Billboard Women in Music con il Powerhouse Award.[5]

Nel 2017 collabora con Raekwon per Visiting Hour, presente nel suo settimo album in studio The Wild (album) e con Common nel brano Stand Up For Something per il film Marcia per la libertà. Quest'ultimo brano viene nominato agli Oscar nella categoria miglior canzone originale.[6] Sempre nel 2017 debutta come attrice, ottenendo una parte minore in Marcia per la libertà e recitando nel film di animazione Cars 3.

Nel 2021 recita in The United States VS Billie Holiday in uscita il 26 febbraio 2021 prodotto e distribuito da Hulu; per la sua interpretazione nel ruolo di Billie Holiday ha vinto il Golden Globe per la migliore attrice in un film drammatico.[7] L'artista è inoltre interprete della colonna sonora del film. A marzo dello stesso anno viene nominata agli Oscar per il premio di miglior attrice protagonista.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2016 – Merry Christmas from Andra Day

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015 – Missisipi Goddamn
  • 2015 –The Light That Never Fails
  • 2015 – Forever Mine
  • 2015 – Rise Up
  • 2015 – Someday at Christmas (feat. Stevie Wonder)
  • 2016 – Gold
  • 2016 – The Only Way Out
  • 2017 – What the World Needs Now Is Love
  • 2017 – In the Room: Crusin (feat. Gallant)
  • 2017 – Stand up for Something (feat. Common)
  • 2018 – Amen
  • 2018 – I Wish I Knew How It Would Feel to Be Free
  • 2020 – Make Your Troubles Go Away
  • 2021 – All of Me
  • 2021 – Strange Fruit
  • 2021 – Tigress & Tweed

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Da doppiatrice è sostituita da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) George Varga, Andra Day rises up to music stardom, su San Diego Union-Tribune, 25 febbraio 2016. URL consultato il 1º marzo 2021.
  2. ^ (EN) Sarah A. McCarty, Andra Day: The Best of What's Next, su pastemagazine.com, 27 dicembre 2015. URL consultato il 1º marzo 2021.
  3. ^ Casa Bianca, performance Andra Day, su youtube.com.
  4. ^ (EN) Andra Day, su GRAMMY.com, 19 maggio 2020. URL consultato il 12 agosto 2020.
  5. ^ (EN) Andra Day to Receive Powerhouse Award at Billboard Women in Music 2016, su The Hollywood Reporter, 1º novembre 2016. URL consultato il 1º marzo 2021.
  6. ^ (EN) Ryan Reed,Jon Blistein, Ryan Reed, Jon Blistein, Watch Common, Andra Day Team for 'Stand Up for Something' at Oscars, su Rolling Stone, 5 marzo 2018. URL consultato il 12 agosto 2020.
  7. ^ (EN) Ryan Shepard, Paramount Pictures Acquires The Rights To Lee Daniels' 'The United States Vs. Billie Holiday' Starring Andra Day, su Def Pen, 2 luglio 2020. URL consultato il 1º marzo 2021.
  8. ^ (EN) Oscar 2021, su Oscars.org. URL consultato il 30 aprile 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN393144647697144480710 · ISNI (EN0000 0004 5664 397X · LCCN (ENno2015127303 · GND (DE1097622932 · BNF (FRcb17059475b (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2015127303