Andexanet alfa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Andexanet alfa (PRT064445, PRT4445) è un farmaco in sperimentazione come un potenziale antidoto per gli inibitori del fattore Xa, un gruppo di anticoagulanti (coagulazione del sangue), farmaci che includono: rivaroxaban, apixaban e edoxaban appartenenti ai nuovi anticoagulanti orali (NAO). Esso è sviluppato dalla Portola Pharmaceuticals.[1]

Esso è un agente biologico, derivato ricombinante modificato del fattore Xa (FXa). Agisce come un recettore, per l'inibitore FXa avendo una maggiore affinità del FXa nativo, bloccando così preferenzialmente l'inibitore al posto del Fattore Xa nativo.[1][2][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dolgin E, Antidotes edge closer to reversing effects of new blood thinners, in Nature Medicine, vol. 19, nº 3, March 2013, pp. 251, DOI:10.1038/nm0313-251, PMID 23467222.
  2. ^ Lu G, Deguzman FR, Hollenbach SJ, A specific antidote for reversal of anticoagulation by direct and indirect inhibitors of coagulation factor Xa, in Nature Medicine, vol. 19, nº 4, March 2013, pp. 446–51, DOI:10.1038/nm.3102, PMID 23455714.
  3. ^ (DE) H. Spreitzer, Neue Wirkstoffe – Andexanet Alfa, in Österreichische Apothekerzeitung, 26/2013, 23 dicembre 2013, p. 40.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]