Ancistrocladus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ancistrocladus
Immagine di Ancistrocladus mancante
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Violales
Famiglia Ancistrocladaceae
Genere Ancistrocladus
Wall., 1829
Classificazione APG
Ordine Caryophyllales
Famiglia Ancistrocladaceae
Specie
  • Vedi testo

Ancistrocladus (Wall., 1829) è un genere di piante angiosperme appartenente alla famiglia monotipica Ancistrocladaceae.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il sistema Cronquist la famiglia Ancistrocladaceae appartiene all'ordine Violales, mentre la Classificazione APG II mantiene la famiglia ma la assegna all'ordine Caryophyllales.

Recenti analisi biomolecolari e biochimiche suggeriscono che i taxa carnivori appartenenti all'ordine Caryophyllales (le famiglie Droseraceae e Nepenthaceae e le specie Drosophyllum lusitanicum e Triphyophyllum peltatum) appartengono tutte allo stesso clade, cui apparterrebbero anche le Ancistrocladaceae. Le piante di questa famiglia, però, sono tutte non-carnivore.

L'ipotesi dell'esistenza di una stretta relazione tra questa famiglia e le Dioncophyllaceae, cui appartiene la pianta carnivora Triphyophyllum peltatum, è supportata dalla morfologia simile di pollini e piccioli.

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Al genere Ancistrocladus appartengono 20 specie:

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Sono delle liane con uno stelo simpodiale complesso che può superare i 10 cm di diametro.

Le foglie nascono da rosette dense e sempreverdi; presentano un picciolo corto e privo di stipole e sulla pagina superiore sono presenti dei tricomi che secernono una sostanza cerosa.

I fiori sono piccoli e il frutto è una noce che spesso porta dei sepali simili a delle ali.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Vivono nelle zone tropicali dell'Africa, in India occidentale, nel Sud-est asiatico, nel Borneo e a Taiwan.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

L'interesse scientifico nei confronti di questo genere è cresciuto considerevolmente perché la liana Ancistrocladus korupensis è considerata un potenziale anti-AIDS a causa del suo altamente efficace meccanismo d'azione contro il virus dell'HIV. Questa pianta è stata scoperta in Camerun e il suo principio attivo è l'alcaloide michellamine B, che viene estratto dalle foglie mature. Il korupensamine E è invece un altro farmaco estratto da questa pianta usato per la cura della malaria.

Ancistrocladus abbreviatus è stato utilizzato dalla medicina tradizionale del Ghana per curare febbre e morbillo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Ancistrocladaceae su Angiosperm Phylogeny Website. URL consultato il 30 novembre 2007.
  • (EN) Watson, L., Dallwitz, M.J., Ancistrocladaceae Planch. su The families of flowering plants: descriptions, illustrations, identification, and information retrieval, 1º giugno 2007. URL consultato il 30 novembre 2007.
  • (EN) Ancistrocladus: Potential Anti-AIDS Source su New Crops News, 1994. URL consultato il 30 novembre 2007.
  • (EN) Thomas, Duncan W., Gereau, Roy E., Ancistrocladus korupensis (Ancistrocladaceae): A New Species of Liana from Cameroon in Novon, vol. 3, nº 4, 1993, p. 494.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica