Analytical Chemistry

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Analytical Chemistry
AbbreviazioneAnal. Chem.
StatoUSA
Linguainglese
Periodicitàbimestrale
Genererivista accademica
FormatoOCLC 37355019
LCCN 31-21682
Fondazione1929
SedeStati Uniti Stati Uniti
EditoreAmerican Chemical Society
DirettoreRoyce W. Murray
ISSN0003-2700 (WC · ACNP) e 1520-6882 (WC · ACNP)
Distribuzione
cartacea
Edizione cartaceaISSN 0003-2700 (WC · ACNP)
multimediale
Edizione digitaleISSN 1520-6882 (WC · ACNP)
Sito webHomepage
Accesso online
Archivio online
 

Analytical Chemistry è una rivista scientifica dedicata alla chimica analitica nata nel 1929.[1]

È pubblicata dalla American Chemical Society e ha periodicità bimestrale.

Attualmente è indicizzata in: CAS, British Library, CABI, EBSCOhost, Proquest, PubMed, SCOPUS, SwetsWise e Web of Science. È la rivista di chimica analitica più citata in assoluto[2].

Nel 2014 il fattore di impatto della rivista era di 5,636[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN96148996022759752457 · WorldCat Identities (ENviaf-96148996022759752457