Amy Hempel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Amy Hempel (Chicago, 14 dicembre 1951) è una scrittrice e giornalista statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originaria di Chicago, Illinois vive attualmente a New York dove svolge l'attività di coordinatore del corso di scrittura presso il Brooklyn College.[1] Insegna inoltre scrittura creativa presso l'Università di Princeton.[2]

Chuck Palahniuk ha scritto «Ogni frase non è solo cesellata, è torturata. Ogni frase e battuta ... è qualcosa di divertente o di così profondo che Te la ricorderai per anni».[3]

Nel 2006 le venne conferita la borsa di studio USA Ford Fellow dalla United States Artists, nel 2007 vince l'Ambassador Book Award per la raccolta di racconti brevi "Collected Stories" e nel 2008 vinse il Rea Award for the Short Story.[4]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Ragioni di vivere (Reasons to Live) (1985), Milano, Serra e Riva, 1986 traduzione di Ettore Capriolo
  • Alle porte del regno animale (At the Gates of the Animal Kingdom) (1990), Milano, Serra e Riva, 1990 traduzione di Ennio Valentino ISBN 88-7798-044-3
  • Tumble Home (1997)
  • The Dog of the Marriage (2005)
  • Ragioni per vivere: tutti i racconti (The Collected Stories) (2006), Milano, Mondadori, 2009 trad. di Silvia Pareschi ISBN 978-88-04-59247-1
  • Nessuno è come qualcun altro - Storie americane (Sing to It) (2019), Milano, Società Editrice Milanese, 2019 traduzione di Silvia Pareschi ISBN 978-88-93-9020-45

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brooklyn College MFA Program; The Fiction-Writing Program (archiviato dall'url originale il 1º ottobre 2009).
  2. ^ 2007-08 Faculty, in The Program in Creative Writing at Princeton University, Undated. URL consultato il 29 ottobre 2007.
  3. ^ Dalla raccolta La scimmia pensa, la scimmia fa, Chuck Palahniuk 2006
  4. ^ (EN) Albo d'oro, su reaaward.org. URL consultato l'11 luglio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN79156172 · ISNI (EN0000 0000 8159 1199 · SBN CFIV042114 · Europeana agent/base/73329 · LCCN (ENn84183486 · GND (DE122278976 · BNE (ESXX1051082 (data) · BNF (FRcb135661201 (data) · J9U (ENHE987007591708605171 · WorldCat Identities (ENlccn-n84183486