Amorpha fruticosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Amorfa fruticosa
Amorpha fruticosa 05.JPG
Infiorescenza
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Fabales
Famiglia Fabaceae
Sottofamiglia Faboideae
Tribù Amorpheae
Genere Amorpha
Specie A. fruticosa
Nomenclatura binomiale
Amorpha fruticosa
L.

Il falso indaco (Amorpha fruticosa L.) o indaco bastardo è una pianta della famiglia delle Fabaceae[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La pianta ha portamento arbustivo, foglie composte imparipennate, simili a quelle della robinia, con la quale viene confusa anche se priva di spine, e fiori abbondanti, di colore violetto e ricchi di polline, riuniti in racemi terminali. I frutti sono piccoli legumi.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Pianta di origine nordamericana, si è acclimatata molto bene in Italia, tanto da occupare svariati ambienti e diventare spesso infestante. Vegeta bene in luoghi soleggiati, sopporta bene il freddo.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

È una pianta tintoria e una pianta mellifera, visitata dalle api, cui fornisce in abbondanza polline e ed un nettare da cui si ricava un ottimo miele.[1]

Il legno è molto flessibile e resistente e pertanto viene utilizzato per la costruzione di piccole serre per proteggere piante e ortaggi dai rigori del clima.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Amorpha fruticosa, in The Plant List. URL consultato il 23 aprile 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica