Amori e veleni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amori e veleni
Titolo originaleAmori e veleni
Paese di produzioneItalia
Anno1952
Durata83 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, storico
RegiaGiorgio Simonelli
SoggettoAmleto Fattori, Carlo Campogalliani
SceneggiaturaAnton Giulio Majano, Siro Angeli, Gian Bistolfi, Amleto Fattori
ProduttoreEnrico Bomba per Ideal Film
Distribuzione (Italia)Herald Picture
FotografiaMario Montuori
MontaggioGiuseppe Vari
MusicheSalvatore Allegra
ScenografiaFranco Fontana, Enzo Trapani
Interpreti e personaggi

Amori e veleni è un film del 1952 diretto da Giorgio Simonelli.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cristina di Svezia è a Roma, ospite di un cardinale che spera di convertirla al cattolicesimo. Una sera, dopo una faticosa partita di caccia, Cristina, col suo seguito, domanda ospitalità al Duca di Cerio, che da poco è giunto nel suo castello con la giovane moglie Anna Maria. Santinelli, capitano delle guardie della regina, e suo favorito, s'innamora pazzamente della giovane duchessa. Questa passione desta naturalmente la gelosia della regina. Della situazione approfitta la cognata della duchessa, ansiosa di sbarazzarsi d'Anna Maria, il cui matrimonio col duca ha tolto al proprio figlio ogni speranza d'eredità. Con la complicità del barone d'Aversa, essa avvelena il duca, facendo in modo che Anna Maria sia ritenuta colpevole del veneficio. Arrestata e caduta in mano del barone d'Aversa, la giovane vedova viene condotta al castello dei Cerio, dov'è esposta all'odio micidiale della cognata. Saputala in pericolo, Santinelli accorre in suo soccorso e incontrato il d'Aversa, l'uccide. La cognata tenta di pugnalare Anna Maria, ma il figlio di lei si frappone e riceve il colpo destinato alla duchessa. Cristina rinunzia all'amore di Santinelli e parte per la Francia.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Incasso accertato a tutto il 31 dicembre 1952 £ 217.350.000[senza fonte]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Catalogo Bolaffi del cinema italiano 1945/1955

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema