Ammonioalunite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ammonioalunite
Classificazione Strunz (ed. 10)7.BC.10[1]
Formula chimica(NH4)Al3(SO4)2(OH)6[2]
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallinodimetrico
Sistema cristallinoromboedrico[2]
Parametri di cellaa=7,013(1), c=17,855(5), V=760,5(3)[2]
Gruppo puntuale3 2/m
Gruppo spazialeR3m[2]
Proprietà fisiche
Densità misurata2,4[2] g/cm³
Densità calcolata2,58[2] g/cm³
Durezza (Mohs)2-3[2]
Colorebianco grigiastro[2]
Lucentezzavitrea[2]
Strisciobianco[2]
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

L'ammonioalunite è un minerale appartenente al gruppo dell'alunite descritto nel 1988 in base ad una scoperta avvenuta a The Geysers nella contea di Sonoma in California.[2]

Oltre ad essere stato trovato in natura, il minerale è stato sintetizzato aggiungendo (NH4)2SO4 a Al2(SO4)3·18H2O in acqua distillata e facendoli reagire a 150 °C in autoclave per due giorni.[2]

È l'equivalente dell'alunite con ammonio (NH4+) al posto del potassio (K+).[2]

L'ammonioalunite è praticamente insolubile in acido cloridrico diluito a caldo mentre si scioglie lentamente in acido solforico diluito a caldo.[2]

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

L'ammonioalunite generalmente si trova sotto forma massiva o in aggregati miscelati con minerali silicei, i cristalli sono molto piccoli (20 µm), ben formati e di aspetto romboedrico.[2]

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

Questo minerale si rinviene nelle sorgenti termali in condizioni particolari: l'ambiente deve essere molto acido, ricco di ammonio e solfati ma povero di potassio e con temperature inferiori ai 100 °C. Questo spiega perché l'ammonioalunite è molto più rara dell'alunite.[2][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Allumoalunite mineral information and data - mindat.org, su mindat.org. URL consultato il 30 maggio 2013.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p (EN) S. P. Altaner, Fitzpatrick J. J., Krohn M. D., Bethke P. M., Hayba D. O., Goss J. A., Brown Z. A., Ammonium in alunites (PDF), in American Mineralogist, vol. 73, 1988, pp. 145-152. URL consultato il 30 maggio 2013.
  3. ^ (EN) L. C Basciano, Peterson R. C., The crystal structure of ammoniojarosite, (NH4)Fe3(SO4)2(OH)6 and the crystal chemistry of the ammoniojarosite-hydronium jarosite solid-solution series (PDF), in Mineralogical Magazine, vol. 71, 2007, pp. 427-441. URL consultato il 28 giugno 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia