Amlikon-Bissegg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amlikon-Bissegg
comune
Amlikon-Bissegg – Stemma
Amlikon-Bissegg – Veduta
Amlikon-Bissegg nel 1934
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Thurgau matt.svg Turgovia
DistrettoWeinfelden
Amministrazione
Lingue ufficialiTedesco
Data di istituzione1995
Territorio
Coordinate47°34′00″N 9°03′00″E / 47.566667°N 9.05°E47.566667; 9.05 (Amlikon-Bissegg)Coordinate: 47°34′00″N 9°03′00″E / 47.566667°N 9.05°E47.566667; 9.05 (Amlikon-Bissegg)
Altitudine422 m s.l.m.
Superficie14,4 km²
Abitanti1 301 (2016)
Densità90,35 ab./km²
Frazionivedi elenco
Comuni confinantiAffeltrangen, Bussnang, Hüttlingen, Märstetten, Müllheim, Thundorf, Weinfelden, Wigoltingen
Altre informazioni
Cod. postale8514
Prefisso071
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS4881
TargaTG
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Amlikon-Bissegg
Amlikon-Bissegg
Amlikon-Bissegg – Mappa
Sito istituzionale

Amlikon-Bissegg (toponimo tedesco) è un comune svizzero di 1 301 abitanti del Canton Turgovia, nel distretto di Weinfelden.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Amlikon-Bissegg è stato istituito il 1º gennaio 1995 con la fusione dei comuni soppressi di Amlikon, Bissegg, Griesenberg e Strohwilen[1].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[2]:

Abitanti censiti

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Amlikon-Bissegg, in Dizionario storico della Svizzera, 9 luglio 2011. URL consultato il 5 gennaio 2018.
  2. ^ a b André Salathé, Amlikon, in Dizionario storico della Svizzera, 17 luglio 2001. URL consultato il 5 gennaio 2018.
  3. ^ André Salathé, Bissegg, in Dizionario storico della Svizzera, 11 maggio 2004. URL consultato il 5 gennaio 2018.
  4. ^ André Salathé, Griesenberg, in Dizionario storico della Svizzera, 19 giugno 2008. URL consultato il 5 gennaio 2018.
  5. ^ Erich Trösch, Leutmerken, in Dizionario storico della Svizzera, 8 febbraio 2008. URL consultato il 5 gennaio 2018.
  6. ^ André Salathé, Strohwilen, in Dizionario storico della Svizzera, 20 luglio 2012. URL consultato il 5 gennaio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN161914002
Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Svizzera