Amiot 354

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amiot 354
Amiot-351-sm.jpg
Un modello in scala 1/72 dell'Amiot 351, versione bideriva della serie (realizzato da Johan De Wolf)
Descrizione
Tipobombardiere
Equipaggio4
CostruttoreFrancia Avions Amiot
Data primo volodicembre 1939
Data entrata in servizio1º aprile 1940
Utilizzatore principaleFrancia Armée de l'air
Altri utilizzatoriFrancia di Vichy Armée de l'air de l'armistice
Esemplari78 (Amiot 354)
Dimensioni e pesi
Lunghezza14,50 m
Apertura alare22,83 m
Altezza4,08 m
Superficie alare67,5
Peso a vuoto4 725 kg
Peso max al decollo11 300 kg
Propulsione
Motore2 Gnome-Rhône 14N48/49 radiali a 14 cilindri raffreddati ad aria
Potenza1 080 CV (794 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max480 km/h
Autonomia2 500 km
Tangenza10 000 m
Armamento
Mitragliatrici2 MAC 1934 calibro 7,5 mm
Cannoni1 Hispano-Suiza HS.404 da 20 mm
Bombefino a 800 kg
Notedati riferiti all'Amiot 354

Dati tratti da "www.aviafrance.com[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

L'Amiot 354 era un bombardiere medio bimotore prodotto dall'azienda francese Avions Amiot dalla fine degli anni trenta, impiegato principalmente dall'Armée de l'air nella seconda guerra mondiale.

Assieme ad Amiot 350 e Amiot 351, tutti sviluppi della serie 340-350, l'Amiot 354 è stato avviato alla produzione ma a differenza di altri velivoli analoghi non entrarono in servizio in quantità accettabili per incidere sugli eventi bellici. Dotato di due motori radiali, con velocità di almeno 480 km/h e 1 200 kg di carico utile, venne costruiti in circa 80 esemplari, sia nel modello monoderiva, l'Amiot 354 che in quello bideriva, l'Amiot 351.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Francia Francia
Francia di Vichy Francia di Vichy
operò come aereo postale.
Germania Germania
operò con alcuni esemplari requisiti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ *(FR) Amiot 354, su Aviafrance, http://www.aviafrance.com. URL consultato il 17 ott 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Breffort, Dominique & Jouineau, André. French Aircraft from 1939 to 1942, Volume 1: from Amiot to Curtiss. Paris, France: Histoire & Collections, 2004. ISBN 2-915239-23-1.
  • (EN) Weal, Elke C., Weal, John A., Barker, Richard F. Combat Aircraft of World War Two
  • (EN) Alain Palletier, French Bombers of World War II in Action (Squadron/Signal, Aircraft Number 189.
  • (FR) Christian-Jacques Ehrengardt, Aerojournal: A la reconquête de la France (01.43-08.44)
  • (FR) Christophe Cony, Avions : Bombardier dans la tourmente !

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]