Amiga 500

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Commodore Amiga 500
Amiga500 system.jpg
L'Amiga 500 con monitor e FDD esterno (opzionali)
Classe di computer home computer
Paese d'origine Stati Uniti
Produttore Commodore Business Machines Inc.
Presentazione 8 gennaio 1987
Inizio vendita maggio 1987
Fine vendita 1992
Prezzo di lancio 1.121.000 lire
CPU MC68000 a 7,09 o 7,16 MHz
FPU non presente
MMU non presente
ROM 256 KiB
RAM di serie 512 KiB
UI di input gestite di serie tastiera alfanumerica e
mouse a due tasti
UI di output gestite di serie display video e stampante
Drive incorporati 1 FDD da 3,5" DS/DD[1]
Drive bay generici non presenti
Drive bay custom 1 da 3,5" per FDD
Periferiche di serie mouse a due tasti
SO di serie AmigaOS 1.2 o 1.3

Il Commodore Amiga 500 o Commodore A500[2] (abbreviazioni comuni: "Amiga 500", "A-500", "A500", "500"; nome in codice: "Rock Lobster") è un home computer della Commodore Business Machines Inc. basato sulla piattaforma informatica Amiga e commercializzato tra il 1987 e il 1992.

L'Amiga 500 è stato molto popolare in tutto il mondo grazie al costo contenuto, a un vasto parco software in parte ereditato dall'Amiga 1000 e alle capacità multimediali straordinarie per l'epoca nella sua categoria di computer casalingo. L'Amiga 500 originale si dimostrò il modello più venduto della serie Amiga di Commodore, riscuotendo particolare successo in Europa.[3] Fu un modello assai popolare tra gli hobbisti, benché il suo uso più noto sia stato quello di macchina per videogiochi, date le sue caratteristiche grafiche e sonore avanzate. Amiga 500 vendette 6 milioni di unità in tutto il mondo.[4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Diretto discendente dell'Amiga 1000 verso cui mantiene compatibilità software, l'Amiga 500 fu presentato assieme all'Amiga 2000 l'8 gennaio 1987 all'International Winter Consumer Electronics Show (8-11 gennaio 1987 - Las Vegas Convention Center - Las Vegas, Nevada, USA). In Italia l'Amiga 500 venne commercializzato dal maggio 1987 al dicembre 1992 inizialmente con un prezzo di lancio di 1.121.000 lire[5] (listino Commodore Italiana S.p.A.).[6]

Una versione potenziata dell'Amiga 500, l'Amiga 500 Plus, venne commercializzata dal 1991 al 1992. Entrambe i modelli furono sostituiti dall'Amiga 600 e l'Amiga 600HD, commercializzati a partire dall'aprile 1992.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Vennero commercializzate due diverse versioni di Amiga 500: una destinata ai Paesi utilizzanti lo standard televisivo PAL, l'altra destinata ai Paesi utilizzanti lo standard televisivo NTSC.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

A differenza dell'Amiga 1000, l'Amiga 500 si presenta in case monoblocco con tastiera (dotata di tastierino numerico) e floppy disk drive integrati, ma alimentatore esterno. Unica periferica in dotazione un mouse a due tasti. Il display video, necessario per l'utilizzo dell'Amiga 500, non era compreso. La soluzione con tastiera integrata nel case è in linea con la maggior parte degli home computer dell'epoca (primo fra tutti il Commodore 64, grande successo commerciale di Commodore International): pensata per un uso prevalentemente casalingo e ludico/didattico.

L'Amiga 500, per quanto riguarda l'hardware, sostanzialmente è un Amiga 1000: oltre al case le uniche altre differenze rispetto all'Amiga 1000 sono 512 KiB di Chip RAM di serie invece che 256 KiB, il Kickstart residente su ROM invece che su floppy disk, e, dalla revisione 6 della scheda madre, la capacità di indirizzare fino a 1 MiB di Chip RAM invece che 512 KiB.

Il sistema operativo di serie sull'Amiga 500 è AmigaOS 1.2 (fino alla revisione 5 della scheda madre) o AmigaOS 1.3 (dalla revisione 6 in poi della scheda madre) aggiornabile fino ad AmigaOS 3.9.

Specifiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

  • CPU: Motorola 68000 a 7,09 MHz (versione dell'Amiga 500 destinata ai Paesi utilizzanti lo standard televisivo PAL) o 7,16 MHz (versione dell'Amiga 500 destinata ai Paesi utilizzanti lo standard televisivo NTSC).
  • Chipset: OCS (inizialmente con Fat Agnus in grado di indirizzare fino a 512 KiB di Chip RAM, in seguito con Fat Agnus in grado di indirizzare fino a 1 MiB di Chip RAM).
  • ROM: 256 KiB contenenti il Kickstart 1.2 o 1.3 (inizialmente l'Amiga 500 è stato commercializzato con il Kickstart 1.2, in seguito è stato commercializzato con il Kickstart 1.3).
  • RAM: 512 KiB configurati come 512 KiB di Chip RAM (RAM accessibile sia alla CPU che ai coprocessori del chipset) e 0 byte di Fast RAM (RAM accessibile solo alla CPU).
  • Grafica: 320×256 progressiva o 320×512 interlacciata con 32 colori visualizzabili contemporaneamente da una palette di 4096, 640×256 progressiva o 640×512 interlacciata con 16 colori visualizzabili contemporaneamente da una palette di 4096.
  • Suono: stereofonico generato da 4 canali audio PCM (2 per il canale stereo sinistro e 2 per il canale stereo destro) con risoluzione 8 bit/28 kHz (ampiezza campioni/frequenza campioni).
  • Drive di serie: 1 floppy disk drive da 3,5" DS/DD[1] (alloggiato nell'unità centrale) in grado di memorizzare sul floppy disk fino a 880 KiB (utilizzando il file system dell'AmigaOS).
  • Drive bay generici: non presenti.
  • Drive bay custom: 1 da 3,5" situato nell'unità centrale e occupato dal floppy disk drive.
  • Periferiche di serie: mouse meccanico a due tasti da collegare all'unità centrale via cavo.
  • Sistema operativo di serie: prima AmigaOS 1.2 poi AmigaOS 1.3 (sistema operativo dotato, fin dalla sua prima release 1.0 del 1985, di multitasking preemptive e doppia shell: una shell con interfaccia a riga di comando e una shell con interfaccia grafica WIMP a colori).
  • Connessioni: 1 RGB-video, 1 parallela, 1 seriale, 1 disk drive, 3 audio (mono, right, left), 2 controller (mouse, joystick, ecc.).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b "DS/DD" è l'abbreviazione dell'inglese "double sided/double density" (traduzione letterale: "doppio lato/doppia densità") ed indica un formato di floppy disk a maggiore capienza rispetto al formato originale SS/SD, abbreviazione dell'inglese "single sided/single density" (traduzione letterale: "singolo lato/singola densità"). Più specificatamente, rispetto al formato originale SS/SD, il formato DS/DD offre una capacità di memorizzazione quadrupla in quanto utilizza tutte e due le facce del disco ed una densità di memorizzazione doppia su ognuna delle due facce del disco.
  2. ^ Commodore Business Machines Inc. per i prodotti commerciali più importanti utilizzava una doppia denominazione (una denominazione estesa e una denominazione abbreviata).
  3. ^ Gareth Knight, Commodore-Amiga Sales Figures, amigau.com. URL consultato il 24 luglio 2013.
  4. ^ John Bedford, The Amiga 500 in pictures and videos, su Eurogamer, Gamer Network, 23 luglio 2015. URL consultato il 23 luglio 2015.
  5. ^ MCmicrocomputer 64
  6. ^ In Italia Commodore International Ltd. commercializzava i propri prodotti attraverso la filile italiana Commodore Italiana SpA.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4191667-0
Informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica