American Sociological Association

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
American Sociological Association
AbbreviazioneASA
TipoNo profit
Fondazione1905
Scopofar progredire la sociologia come una disciplina scientifica e come una professione al servizio del bene comune
Sede centraleStati Uniti Washington D.C.
PresidenteAldon Morris
Lingua ufficialeinglese
Membri11.505 (2018)
[www.asanet.org/ Sito web]

L'American Sociological Association (ASA), fondata nel 1905 col nome di American Sociological Society, è un'organizzazione senza scopo di lucro dedicata al progresso della sociologia e dell'attività professionale dei sociologi. La maggior parte dei suoi membri è composta da accademici, oltre ad un 20% occupato all'interno di organizzazioni governative, con finalità lucrative ovvero senza scopo di lucro.

L'ASA ha la missione statutaria di far progredire la sociologia come una disciplina scientifica e come una professione al servizio del bene comune.[1] Essa organizza annualmente un convegno accademico, chiamato American Sociological Association Annual Meeting, e cura la pubblicazione di varie riviste, quali: la più nota American Sociological Review, il trimestrale Contexts rivolto ad un pubblico anche non specialistico, la rivista Socius: Sociological Research for a Dynamic World, fondata negli anni 2000 con una modalità di pubblicazione Open Access.

Il 103º convegno annuale del 2008 a Boston vide la partecipazione di 4.858 iscritti.[2] Al 2018, l'ASA contava 11.505 membri[3] fra studenti e docenti universitari, professioni e attività pratiche correlate alla sociologia. Si tratta dell'associazione più numerosa al mondo nell'ambito delle scienze sociali, più grande dell'International Sociological Association.[4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lester Frank Ward

L'ASA fu fondata a dicembre del 1905 da un gruppo di 50 soci riunitisi alla Johns Hopkins University. Lester Frank Ward fu il primo presidente.[5]

Negli anni '70 fu pubblicata la prima versione del codice etico dell'associazione, continuamente riveduta fino al testo del 1997, che si propose l'obbiettivo di rendere le norme più educative, di facile attuazione e utili ai sociologi nella comprensione dei problemi etici.[6]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993, lo studente di dottorato Rik Scarce fu condannato a cinque mesi di prigione per aver osservato il codice etico dell'ASA, nella preparazione di una dissertazione di dottorato che verteva sul tema dell'ecologismo radicale. A seguito di un'indagine dell'FBI in merito a presunti atti vandalici da parte dell'Animal Liberation Front, i pubblici ministeri federali affermarono in tribunale che Scarce avrebbe avuto colloqui con persone coinvolte nell'incidente. Scarse rifiutò di rispondere a tre dozzine di domande dei pubblici ministeri, avvalendosi del Primo emendamento e del codice etico ASA.[7] Fu quindi condannato a 159 giorni di prigione per oltraggio alla corte, in assenza di un capo d'accusa specifico e circonstanziato, senza la lettura dei suoi diritti, un arresto formale o un processo.[8]

Nel 2012, una corte federale distrettuale ingiunse al Boston College di riconsiderare il materiale di un progetto di storia orale relativo alla violenza nell'Irlanda del Nord. Nel 2012, l'istituto scolastico ricorse in appello, assistito dall'ASA in merito alla citazione per aver impiegato dati confidenziali nell'ambito di un progetto di ricerca.[9] L'ASA sostenne che un simile caso avrebbe creato un precedente dannoso e potenzialmente distruttivo per qualsiasi altra futura ricerca che fosse stata condotta su temi controversi nel campo delle scienze sociali. L'associazione auspicò un pronunciamento della corte a favore della riservatezza della ricerca.[10]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

L'associazione pubblica le seguenti riviste accademiche[11]: American Sociological Review

  • The American Sociologist (1965—1982);
  • City and Community;
  • Contemporary Sociology;
  • Contexts;
  • Journal of Health and Social Behavior;
  • Journal of World-Systems Research;
  • Social Psychology Quarterly;
  • Society and Mental Health;
  • Sociological Methodology;
  • Sociological Theory;
  • Sociology of Education;
  • Teaching Sociology;
  • Sociology of Race and Ethnicity.

A partire dal 1979, pubblica anche Footnotes, una newsletter inviata ai soci cinque volte all'anno.[12]

L'associazione ha un proprio manuale di stile per i paper di ricerca universitari, che indica agli autori le regole per la disposizione e la punteggiatura delle bibliografie e delle note a piè di pagina. Il manuale è valido per le pubblicazioni curate dall'associazione, ma è anche uno standard editoriale ampiamente adottato altrove per le pubblicazioni in ambito sociologico.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Ingresso del convegno dell'ASA, svoltosi a Boston nel 2008

L'associazione ha le seguenti cariche organizzative[13]:

  • Presidente;
  • Presidente Eletto;
  • Vicepresidente;
  • Vice-Presidente Eletto;
  • Segretario;
  • Membri del Consiglio.

I membri dell'associazione appaetengono anche a sezioni dedicate a specifici campi, come la psicologia sociale oppure la sociologia medica.[14] Ogni sezione tematica ha propri funzionari e comitati, che organizzano sessioni di lavoro durante il convegno annuale, premiando le ricerche più significative dei loro membri.
Alcune sezioni, inoltre, curano la redazione di una porpria rivista come il Society and Mental Health a cura della Sezione di Sociologia della Salute Mentale, oppure Sociology of Race & Ethnicity a cura della Sezione per le Minoranze Etniche e Razziali.[15]

Iscrizione[modifica | modifica wikitesto]

Esistono cinque diversi tipologie di iscrizione ed appartenenza[16]:

  • Iscrizione regolare;
  • Membri studenti;
  • Membri associati;
  • Membri associati internazionali;
  • Membri emeriti.

I membri ASA possono anche aderire a sezioni di speciale interesse, pagando una quota aggiuntiva.[17]

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito viene riportato l'elenco completo dei presidenti dell'American Sociological Association:[18]

  1. Lester F. Ward 1906-1907
  2. William G. Sumner 1908-1909
  3. Franklin Henry Giddings 1910-1911
  4. Albion Woodbury Small 1912-1913
  5. Edward A. Ross 1914-1915
  6. George E. Vincent 1916
  7. George E. Howard 1917
  8. Charles Cooley 1918
  9. Frank W. Blackmar 1919
  10. James Q. Dealey 1920
  11. Edward C. Hayes 1921
  12. James P. Lichtenberger 1922
  13. Ulysses G. Weatherly 1923
  14. Charles A. Ellwood 1924
  15. Robert Ezra Park 1925
  16. John L. Gillin 1926
  17. W. I. Thomas 1927
  18. John M. Gillette 1928
  19. William F. Ogburn 1929
  20. Howard W. Odum 1930
  21. Emory S. Bogardus 1931
  22. Luther L. Bernard 1932
  23. Edward B. Reuter 1933
  24. Ernest W. Burgess 1934
  25. F. Stuart Chapin 1935
  26. Henry P. Fairchild 1936
  27. Ellsworth Faris 1937
  28. Frank H. Hankins 1938
  29. Edwin Sutherland 1939
  30. Robert M. MacIver 1940
  31. Stuart A. Queen 1941
  32. Dwight Sanderson 1942
  33. George A. Lundberg 1943
  34. Rupert B. Vance 1944
  35. Kimball Young 1945
  36. Carl C. Taylor 1946
  37. Louis Wirth 1947
  38. E. Franklin Frazier 1948
  39. Talcott Parsons 1949
  40. Leonard S. Cottrell Jr. 1950
  41. Robert C. Angell 1951
  42. Dorothy Swaine Thomas 1952
  43. Samuel A. Stouffer 1953
  44. Florian Znaniecki 1954
  45. Donald Young 1955
  46. Herbert Blumer 1956
  47. Robert K. Merton 1957
  48. Robin M. Williams Jr. 1958
  49. Kingsley Davis 1959
  50. Howard P. Becker 1960 (died in office)
  51. Robert E. L. Faris 1961
  52. Paul Lazarsfeld 1962
  53. Everett C. Hughes 1963
  54. George C. Homans 1964
  55. Pitirim A. Sorokin 1965
  56. Wilbert E. Moore 1966
  57. Charles P. Loomis 1967
  58. Philip M. Hauser 1968
  59. Arnold Marshall Rose 1969 (died in office)
  60. Ralph Turner 1969
  61. Reinhard Bendix 1970
  62. William H. Sewell 1971
  63. William J. Goode 1972
  64. Mirra Komarovsky 1973
  65. Peter M. Blau 1974
  66. Lewis A. Coser 1975
  67. Alfred McClung Lee 1976
  68. John Milton Yinger 1977
  69. Amos H. Hawley 1978
  70. Hubert M. Blalock Jr. 1979
  71. Peter H. Rossi 1980
  72. William Foote Whyte 1981
  73. Erving Goffman 1982
  74. Alice S. Rossi 1983
  75. James F. Short Jr. 1984
  76. Kai T. Erikson 1985
  77. Matilda White Riley 1986
  78. Melvin L. Kohn 1987
  79. Herbert J. Gans 1988
  80. Joan Huber 1989
  81. William Julius Wilson 1990
  82. Stanley Lieberson 1991
  83. James S. Coleman 1992
  84. Seymour Martin Lipset 1993
  85. William A. Gamson 1994
  86. Amitai Etzioni 1995
  87. Maureen T. Hallinan 1996
  88. Neil Smelser 1997
  89. Jill Quadagno 1998
  90. Alejandro Portes 1999
  91. Joe R. Feagin 2000
  92. Douglas S. Massey 2001
  93. Barbara F. Reskin 2002
  94. William T. Bielby 2003
  95. Michael Burawoy 2004
  96. Troy Duster 2005
  97. Cynthia Fuchs Epstein 2006
  98. Frances Fox Piven 2007
  99. Arne L. Kalleberg 2008
  100. Patricia Hill Collins 2009
  101. Evelyn Nakano Glenn 2010
  102. Randall Collins 2011
  103. Erik Olin Wright 2012
  104. Cecilia L. Ridgeway 2013
  105. Annette Lareau 2014
  106. Paula England 2015
  107. Ruth Milkman 2016
  108. Michèle Lamont 2017
  109. Eduardo Bonilla-Silva 2018
  110. Mary Romero 2019
  111. Christine Willams 2020
  112. Aldon Morris 2021

Meeting[modifica | modifica wikitesto]

Il meeting annuale ha luogo nel mese di agosto. Fornisce punti vendita in rete per quasi 3.000 paper di ricerca e 4.600 relatori.[19] Il convegno annuale si sviluppa in quattro giornate che coprono 600 sessioni programmatiche.

Durante ilcongeno si incontrano tutti i comitati e gruppi di lavoro dell'associazione. Il consiglio direttivo e i Comitati Costitutivi si riuniscono anche una volta durante i mesi invernali, a Washington D.C..[20]

Iniziativa con Wikipedia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'autunno del 2011, l'ASA lanciò l'iniziativa dal nome Sociology in Wikipedia e l'allora presidente Erik Olin Wright chiese ai membri di contribuire al miglioramento delle voci di Wikipedia ad argomento sociologico. Chiese a professori e studenti un maggior coinvolgimento nell'enciclopedia, contribundo alla creazione o modifica dei testi direttamente nelle loro classi o nell'ambito di compiti e progetti didattici.

L'ASA sviluppò il portale di sociologia di Wikipedia, in collaborazione con la Wikimedia Foundation e con un gruppo di ricercatori del Carnegie Mellon University, nel quale sono state condivisi tutorial riguardo alle modalità di contribuzione, discussioni video di norme e procedure, liste di voci e aree tematiche che necessitano di miglioramenti. Il portale fornisce istruzioni ai docenti per i loro corsi accademici.

Il fine generale dell'iniziativa è quello di coinvolgere i sociologi nell'attività di stesura e modifica dei contenuti su Wikipedia, per garantire che le voci nell'ambito delle scienze sociali siano corrette, aggiornate, complete, accurate e scritte in modo appropriato.[21]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mission Statement, su asanet.org, 21 maggio 2009. URL consultato il 26 ottobre 2019 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2014).
  2. ^ ASA Footnotes. September-October 2008 Issue, su asanet.org, American Sociological Association (archiviato il 16 settembre 2014).
  3. ^ Section Membership Data, su American Sociological Association.
  4. ^ Homepages of Sociological Societies & Associations, su hirr.hartsem.edu, Hartford Seminary, Hartford Institute for Religion Research. URL consultato il 12 ottobre 2017.
  5. ^ Michael R. Hill, American Sociological Association, in George Ritzer (a cura di), The Blackwell Encyclopedia of Sociology, 2007, pp. 130-134, DOI:10.1111/b.9781405124331.2007.x, ISBN 978-1-4051-2433-1.
  6. ^ Joyce M. Iutcovich, Kennedy, John M. e Levine, Felice J., Establishing an Ethical Climate in Support of, in Science and Engineering Ethics, vol. 9, n. 2, 2003, pp. 201-205, DOI:10.1007/s11948-003-0007-z, PMID 12774652.
  7. ^ Rik Scarce, Contempt of Court: A Scholar's Battle for Free Speech from behind Bars, 2003, ISBN 0-7591-0643-6.
  8. ^ American Sociological Association: Teaching Ethics Throughout the Curriculum, Ethics, Teaching, Teaching Ethics to Students, su asanet.org, Asanet.org (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2012).
  9. ^ bostoncollegesubpoena.wordpress.com, maggio 2012, http://archive.is/FaIY.
  10. ^ (EN) ASA Opposes Subpoena of 'Belfast Project' Data, su American Sociological Association, 22 febbraio 2012. URL consultato il 15 febbraio 2019.
  11. ^ American Sociological Association: Journals, su asanet.org.
  12. ^ (EN) Footnotes Advertising, su American Sociological Association, 9 maggio 2016.
  13. ^ American Sociological Association: Slate of Candidates for the 2012 ASA Election [collegamento interrotto], su asanet.org.
  14. ^ (EN) Current Sections, su American Sociological Association, 21 maggio 2009.
  15. ^ (EN) Journals, su American Sociological Association, 23 febbraio 2016.
  16. ^ American Sociological Association: FAQs, su asanet.org.
  17. ^ American Sociological Association: Cost of Membership, su asanet.org.
  18. ^ (EN) Presidents, su asanet.org. URL consultato il 29 aprile 2021.
  19. ^ ASA Annual Meetings, su asanet.org, Asanet.org (archiviato dall'url originale il 1º maggio 2012).
  20. ^ ASA Committee Meetings, su asanet.org.
  21. ^ American Sociological Association: ASA Wikipedia Initiative (PDF), su asanet.org.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN151457369 · ISNI (EN0000 0001 0945 375X · LCCN (ENn79018527 · GND (DE864-3 · WorldCat Identities (ENlccn-n79018527