American Shorthair

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
American shorthair
American S.JPG
esemplare di American Shorthair adulto, colore red tabby con bianco
Informazioni generiche
Luogo origineNord America
Data origine1904
RiconoscimentoGftp.svg Razza riconosciuta
DiffusioneGftp.svg Razza diffusa
Standard
CFAstandard
TICAstandard
WCFstandard
Tipo morfologico
Tagliagrande

L'american shorthair o americano a pelo corto, è una delle razze di gatto più apprezzate negli Stati Uniti, secondo quanto affermato nella stagione 2006-2007 dal Cat Fancier's Association. Si crede che la razza derivi dai gatti inglesi (progenitori del British Shorthair) portati in Nord America dai coloni americani per proteggere le navi da topi e ratti[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel Nord America prima dei primi coloni europei, non esistevano gatti. Forse trasportati dalla nota nave Mayflower, i primi gatti avevano il compito di proteggere le case e il cibo uccidendo un gran numero di roditori. Questi gatti poterono così evolversi senza interferenze umane durante tutto il XIX secolo, rafforzando la struttura corporea e sviluppando il mantello protettivo.

La razza fu ufficialmente riconosciuta nel 1904 con la registrazione di Buster Brown.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

  • Taglia: gatto forte, proporzionato, agile e pronto.
  • Testa: larga e leggermente arrotondata, il mento squadrato e il naso piccolo.
  • Occhi: a mandorla, grandi e brillanti.
  • Orecchie: di media grandezza e leggermente arrotondate.
  • Corpo: struttura solida, le spalle sono ben sviluppate e il petto è muscoloso. Le zampe sono robuste ed i piedi adatti a tutti i terreni.
  • Pelo: è fornito di una pelliccia corta, ma di forte tessitura, così da sopportare comodamente il freddo e l'umidità. Durante i mesi invernali, la pelliccia si fa più folta, ma non lanosa.
  • Coda: di media lunghezza, più larga alla base.
  • Colori: lo standard prevede una vasta gamma di colori e molti disegni del mantello, tanto che oggi l'Americano a pelo corto presenta più di 30 varietà, tra le cui le più comuni sono il marmorizzato, l'unicolore e quello ombreggiato.

Carattere[modifica | modifica wikitesto]

È un gatto intelligente, affettuoso, casalingo ed amico dei bambini. Eccellente arrampicatore e saltatore, l'istinto della caccia è in lui irrefrenabile. Anche quando ha mangiato a dovere, è sempre pronto ad acchiappare topi di ogni dimensione. È perciò addirittura considerato "gatto da lavoro". Si affeziona senza distinzioni a tutti i membri della famiglia, purché lo trattino con rispetto e lo lodino quando porta in casa dei "regalini" acchiappati al volo.

Non disdegna la vita d'appartamento, purché gli venga ogni tanto concessa la possibilità di muoversi su un terrazzo o di scorrazzare su un tetto. Ma sarà più felice se potrà disporre di spazi più ampi. Anche se si allontana per qualche ora, il forte senso dell'orientamento e l'amore per la casa lo fanno puntualmente tornare dai padroni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gloria Stephens, Tetsu Yamazaki, Legacy of the Cat, 2nd ed., San Francisco, Chronicle Books, 2001, p. 49, ISBN 0-8118-2910-3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Gatti Portale Gatti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di gatti