American Gods (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
American Gods
American Gods serie TV.jpg
Immagine dai titoli di testa della serie
PaeseStati Uniti d'America, Regno Unito
Anno2017 – in produzione
Formatoserie TV
Generefantastico, drammatico
Stagioni1
Episodi8
Durata60 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreBryan Fuller, Michael Green
SoggettoAmerican Gods di Neil Gaiman
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore esecutivoBryan Fuller, Michael Green, Neil Gaiman, Craig Cegielski, Stefanie Berk, Thom Beers
Casa di produzioneLiving Dead Guy Productions, FremantleMedia North America, J.A. Green Construction Corp., The Blank Corporation, Starz Originals
Prima visione
Prima TV originale
Dal30 aprile 2017
Alin corso
Rete televisivaStarz
Distribuzione in italiano
Dal1º maggio 2017
Alin corso
DistributoreAmazon Video

American Gods è una serie televisiva statunitense ideata da Bryan Fuller e Michael Green per il canale via cavo Starz e basata sull'omonimo romanzo scritto da Neil Gaiman.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie narra le vicende del misterioso Shadow, un uomo che viene rilasciato di prigione tre giorni in anticipo, dopo aver scontato una condanna di tre anni per una rapina in un casinò, a causa dell'improvvisa morte della sua amatissima moglie Laura, venuta a mancare in un incidente d'auto. Durante il viaggio in volo verso casa per il funerale, Shadow si ritrova seduto a fianco ad un uomo che si presenta come Mr. Wednesday, il quale si dimostra essere fin troppo informato sulle vicissitudini, passate e presenti, del protagonista. L'enigmatico Wednesday proporrà a Shadow di lavorare per lui come sua guardia del corpo in cambio di un lauto compenso, ma ciò che il protagonista non immagina minimamente è chi sia in realtà il suo nuovo datore di lavoro.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Pubblicazione Italia
Prima stagione 8 2017 2017

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Mr. Ibis (stagione 1-in corso), interpretato da Demore Barnes, doppiato da Nanni Baldini.
    L'antico dio egizio custode di storie passate e presenti Thot.
  • Low Key Lyesmith (stagione 1-in corso), interpretato da Jonathan Tucker, doppiato da David Chevalier.
    Amico di Shadow in prigione.
  • Audrey (stagione 1-in corso), interpretata da Betty Gilpin, doppiata da Domitilla D'Amico.
    La migliore amica di Laura e vedova di Robbie.
  • Jack (stagione 1-in corso), interpretata da Beth Grant.
    La proprietaria del bar dove Shadow incontra Mr. Wednesday.
  • Mr. Nancy (stagione 1-in corso), interpretato da Orlando Jones, doppiato da Tony Sansone.
    L'antico dio africano ragno imbroglione Anansi.
  • Chernobog (stagione 1-in corso), interpretato da Peter Stormare, doppiato da Gerolamo Alchieri.
    L'antico dio slavo delle tenebre e del male.
  • Zorya Vechernyaya (stagione 1-in corso), interpretata da Cloris Leachman, doppiata da Graziella Polesinanti.
    L'antica dea slava che rappresenta la stella del crepuscolo, sorella maggiore, che guarda le stelle per proteggere dagli orrori dimenticati.
  • Zorya Utrennyaya (stagione 1-in corso), interpretata da Martha Kelly.
    L'antica dea slava che rappresenta la stella dell'alba, sorella mezzana e silenziosa.
  • Zorya Polunochnaya (stagione 1-in corso), interpretata da Erika Kaar.
    L'antica dea slava che rappresenta la stella di mezzanotte, sorella minore, che dorme di giorno e appare di notte, guida Shadow mettendolo sul suo cammino.
  • Mr. Jacquel (stagione 1-in corso), interpretato da Chris Obi, doppiato da Stefano Mondini.
    L'antico dio egizio della morte Anubi.
  • Salim (stagione 1-in corso), interpretato da Omid Abtahi, doppiato da Emiliano Coltorti.
    Giovane musulmano da poco trasferito a New York, che dopo un incontro amoroso con Jinn, cambia completamente la sua vita.
  • Jinn (stagione 1-in corso), interpretato da Mousa Kraish.
    L'antico demone di fuoco arabo Ifrit.
  • Robbie (stagione 1), interpretato da Dane Cook, doppiato da Massimo De Ambrosis.
    Il miglior amico di Shadow, marito di Audrey e amante di Laura, ucciso insieme a lei in un incidente stradale.
  • Vulcano (stagione 1), interpretato da Corbin Bernsen, doppiato da Alessandro Rossi.
    L'antico dio greco-romano del fuoco e delle armi Efesto.
  • Essie MacGowan (stagione 1), interpretata da Emily Browning, doppiata da Letizia Scifoni.
    Ragazza irlandese del 1721, che crede alle storie sui pixie e sui leprecauni. Quando ormai è vecchia e prossima alla morte, Mad Sweeney, le fa visita e la ringrazia, perché è stata la sua fede che gli ha permesso di iniziare una nuova vita in America.
  • Easter (stagione 1-in corso), interpretata da Kristin Chenoweth, doppiata da Federica De Bortoli.
    L'antica dea germanica della Pasqua, della primavera e della resurrezione Eostre.
  • Gesù Cristo (stagione 1-in corso), interpretato da Jeremy Davies, doppiato da Alessandro Quarta.
    Una delle tantissime versioni di Gesù, il figlio di Dio nella religione cristiana.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Lo sviluppo di American Gods risale al 2011, quando la HBO annunciò di essere al lavoro sulla serie.[1] Nel 2014 tuttavia il presidente della HBO Michael Lombardo annunciò di aver rinunciato al progetto poiché non erano riusciti a trovare il modo giusto di adattare il libro.[2] Nel febbraio 2014 FremantleMedia annunciò di aver acquistato i diritti del libro,[3] e nel luglio seguente venne annunciato che Starz avrebbe sviluppato la serie con Bryan Fuller e Michael Green.[4] A maggio 2017, la serie viene rinnovata per una seconda stagione.[5]

A fine novembre 2017, la serie TV perde i suoi showrunner Fuller e Green, a causa delle divergenze con FreemantleMedia riguardo al budget disponibile per ogni episodio e la direzione creativa da dare alla seconda stagione.[6] L'11 gennaio 2018 anche Gillian Anderson annuncia il proprio abbandono alla serie.[7]

Trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

American Gods ha debuttato il 30 aprile 2017 sul canale via cavo Starz. Internazionalmente la serie è stata distribuita da Amazon Video il giorno dopo la messa in onda statunitense.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Philiana Ng, HBO Developing Neil Gaiman's 'American Gods' for Series, su The Hollywood Reporter, 14 aprile 2011. URL consultato il 7 maggio 2017.
  2. ^ (EN) 11 giugno 2014, HBO’s Michael Lombardo on More Game of Thrones, the Future of MaddAddam, and Why American Gods Is a No-Go, su Vulture. URL consultato il 7 maggio 2017.
  3. ^ (EN) Nellie Andreeva, Fantasy Novel ‘American Gods’ Being Developed As Drama Series By FremantleMedia, su Deadline.com, 3 febbraio 2014. URL consultato il 7 maggio 2017.
  4. ^ (EN) Starz, Bryan Fuller Board Neil Gaiman's 'American Gods', su hollywoodreporter.com. URL consultato il 24 luglio 2016.
  5. ^ Serie tv, promossi e bocciati: rinnovati American Gods, The Goldbergs e Great News, in TVBlog.it. URL consultato il 12 maggio 2017.
  6. ^ American Gods: la serie perde i suoi showrunner, in Movieplayer.it. URL consultato l'8 dicembre 2017.
  7. ^ Simone Novarese, American Gods: Gillian Anderson conferma l'abbandono della serie, in BadTv.it, 11 gennaio 2018. URL consultato l'11 gennaio 2018.
  8. ^ Andrea Francesco Berni, American Gods da oggi su Amazon Prime Video, David Slade mostra nuove foto, su BadTV.it, 1º maggio 2017. URL consultato il 7 maggio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione