American Gladiators (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
American Gladiators
Titolo originale American Gladiators
Sviluppo Incredible Technologies
Pubblicazione GameTek
Data di pubblicazione 1991
Genere Sport
Modalità di gioco Single player
Piattaforma NES, Super Nintendo, Sega Mega Drive, Amiga
Supporto Cartuccia, floppy disk

American Gladiators è un videogioco distribuito nel 1991 per l' Amiga, Sega Mega Drive/Genesis, Super NES e Nintendo Entertainment System, ispirato all'omonimo spettacolo televisivo American Gladiators.

Meccanica di gioco[modifica | modifica wikitesto]

La versione NES rende le sfide diverse dalle sfide di un reale spettacolo, rendendoli minigiochi a scorrimento laterale. Ogni combattimento vede quattro gladiatori disposti su una piattaforma semovente. Il vincitore è colui che rimane in piedi per ultimo.

Lo "Human Cannonbal" richiede che i quattro gladiatori vengano sconfitti con tempismo perfetto durante la discesa con la corda, rendendo la sfida assai aspra. Sia durante questo evento che nel combattimento normale, i gladiatori urlano gratuitamente e comicamente quando vengono gettati dalla piattaforma.

Nel gioco è presente un Muro che presenta numerose schermate di trabocchetti e trappole che è necessario evitare per proseguire. I gladiatori sono numerosi e attaccano in massa diversi punti del muro. I giocatori sono doppiamente veloci rispetto al proprio personaggio ed è difficile avanzare nella sfida, a causa del requisito base: premere costantemente a intervalli regolari il pulsante b. L'Assalto è una fase del gioco, una lotta con un gladiatore in movimento : per vincere bisogna colpirlo sei volte.

Tuttavia il gioco meglio riproposto nell'edizione virutale della serie televisiva è il Powerball, un evento in cui il giocatore deve procurarsi cinque palle da inserire in cinque canestri correlati, evitando tre gladiatori.

Quando American Gladiators fu distribuito sullo SNES, molti giochi sono stati modificati per essere più fedeli alle controparti televisive. Alla versione SNES furono aggiunte la modalità multigiocatore, la modalità torneo [1] e altre revisioni minori.

Atlasphere recupera gli eventi della serie precedente dello spettacolo televisivo e li inserisce nel gioco in un preciso ordine: Assault, Human Cannonball, Atlasphere, Joust, Powerball e The Wall.

Ricezione[modifica | modifica wikitesto]

Stan Stepanic di Game Freaks 365 definì American Gladiators "uno dei migliori titoli della Gametek per NES", valutandolo 7.1 su 10 nella sua recensione del gioco.[2]

« Per gli appasionati della serie vecchia e anche per coloro che conoscono solo quella nuova, se siete patiti del retro gaming vi consiglio questo almeno per una volta, soprattutto se con un amico. È uno di quei giochi che, sebbene non perfetti, ben si adattano a coloro che vogliono perdere un po' di tempo divertendosi »

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 16 giocatori al massimo, otto uomini e otto donne.
  2. ^ American Gladiators Review. URL consultato il 21 agosto 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi