Ambrogio di Baldese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Madonna del Latte, Empoli

Ambrogio di Baldese (Firenze, 1352Firenze, 30 ottobre 1429) è stato un pittore italiano fiorentino di epoca tardo gotica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1352 a Firenze, di questo pittore abbiamo poche notizie certe. Si iscrisse all'Arte dei Medici e Speziali (che immatricolava anche i pittori) nel 1372 e di lui sono documentate numerose opere perdute, spesso in collaborazione con Niccolò di Pietro Gerini.

Alcune sue opere si possono ammirare alla Loggia del Bigallo a Firenze, a Palazzo Datini a Prato. Una Madonna del Latte si trova nel Museo della Collegiata a Empoli, mentre la pinacoteca Vaticana conserva una Madonna col Bambino tra i santi Caterina, Giovanni Battista, una martire, Pietro e angeli (1380-1385 circa).

Il suo stile, oltre che al Gerini e ai fratelli Orcagna, mostra influenze senesi, filtrate probabilmente da Mariotto di Nardo.

A lui erano attribuiti gli affreschi del palazzo dell'Arte dei Giudici e Notai a Firenze, poi riferiti dalla critica a Jacopo di Cione

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rosanna Caterina Proto Pisani (a cura di), Museo della collegiata di Sant'Andrea a Empoli, Edizioni Polistampa, Firenze 2006.
  • Linda Pisani, Pittura tardogotica a Firenze negli anni trenta del Quattrocento: il caso dello Pseudo-Ambrogio di Baldese, in "Mitteilungen des Kunsthistorischen Institutes in Florenz", 45, 1/2 (2001),pp. 1-36,

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN25674063 · LCCN: (ENnr91030038 · ULAN: (EN500002240