Ambra (torrente)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ambra
Fiume ambra1.jpg
L'Ambra nei pressi di Bucine
Stato Italia Italia
Regioni Toscana Toscana
Lunghezza 38 km
Nasce Monte Luco in provincia di Siena
Sfocia nel fiume Arno nella zona di Levanella, nel comune di Montevarchi, in provincia di Arezzo

Il torrente[1] Ambra è un affluente di sinistra dell'Arno che nasce in provincia di Siena alle pendici del Monte Luco, a circa 850 m di altitudine.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Per un breve tratto segna il confine tra le province di Siena e Arezzo, per poi entrare definitivamente nella provincia di Arezzo. Dopo un corso di circa 38 km nel quale attraversa per alcuni chilometri i comuni di Gaiole in Chianti e Castelnuovo Berardenga in provincia di Siena entra come già detto definitivamente in provincia di Arezzo attraversando gran parte del comune di Bucine (circa 25 km.) e la valle a cui appunto dà il nome (Valdambra), sfociando poi nell'Arno in località Levanella, nel comune di Montevarchi. In località Pogi, il torrente è attraversato da un ponte medievale a schiena d'asino che ingloba nei suoi piloni i resti di un antico ponte romano e più a valle, a Bucine, troviamo i resti con un'intera arcata intatta di un altro antico ponte medievale che ha come sfondo un grande viadotto ferroviario (ponte di Bucine).

Centri attraversati[modifica | modifica wikitesto]

Attraversa i centri abitati di: Ambra, Capannole, Pogi, Bucine e Levane. Tutti questi paesi fanno parte del comune di Bucine.

Affluenti[modifica | modifica wikitesto]

Gli affluenti principali dell'Ambra sono i torrenti Trove, Lusignana e Scerfio, più vari corsi minori come ad esempio il borro di San Salvatore, il borro della Madonna e quello di Caposelvi.

Fauna ittica[modifica | modifica wikitesto]

La fauna ittica nel torrente Ambra è molto varia, nel suo alto corso le sue acque sono classificate a salmonidi con presenze di trote e vaironi, scendendo più a valle le sue acque si classificano a ciprinidi, con presenze di alborelle, cavedani, barbi (tiberino e canino), carpe, tinche, lucci, persici, pesci gatto, carassi, e ancora qualche esemplare di anguilla.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco di Fiumi e Torrenti riconosciuti da CTR - Tabella dei corpi idrici identificati dal Piano Paesaggistico, Regione Toscana.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana