Ambientazioni di Shannara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Elenco delle ambientazioni di Shannara, ciclo di romanzi fantasy scritto da Terry Brooks.

Le Quattro Terre[modifica | modifica wikitesto]

Sono il mondo immaginario in cui sono ambientate le saghe di Terry Brooks nelle quali si narrano le vicende degli eredi di Jerle Shannara, re elfo al quale spettò il compito di distruggere il druido Brona, che devono sconfiggere le forze del male con l'aiuto della magia e dei Druidi. Le Quattro Terre sono il risultato di enormi catastrofi derivanti dalle Grandi Guerre con le quali gli uomini sconvolsero il vecchio mondo.

  • Terre del Nord: Le Terre del Nord sono situate a Nord di Paranor e comprendono le Pianure di Streleheim, grandi praterie senza ombra, il Deserto di Kierlak, dove si trovano spaventose distese di roccia e grandi fosse, il Fiume Lete, che parte da un lago e trasporta acqua avvelenata, l'Acquitrino di Malg, un'immensa palude, la Lama del Coltello, una catena montuosa con rocce e monti appuntiti e affilati come coltelli, il Regno del Teschio, dove si estendeva il dominio del Signore degli Inganni, e la montagna del Teschio, un tempo dimora di Brona fino alla sua distruzione da parte del giovane Shea Ohmsford con il potere della Spada di Shannara. Al lato ovest delle Terre del Nord si trovano i Territori del Kershalt e nella parte Est le Montagne Charnal, entrambi patria del popolo dei Troll. Il Regno del Teschio è protetto a nord dai Monti del Rasoio, e oltre di essi si staglia il lago di Lazareen sulla cui sponda occidentale sorge la città di Anatcherae. Sulla sponda orientale del lago, invece, si trova una vasta palude lacustre che scompare non appena si giunge alle falde ovest delle montagne Charnal su cui sorge il villaggio dei Troll delle Rocce, Taupo Rough. Nel cuore di questi monti si trova la catena del Klu che circonda la Valle boscosa dell'Inkrim abitata dagli Urda. Nella zona settentrionale della vallata si trovano le antiche rovine di una città dell'era di Faerie: Stridegate. Oltre di essa, nascosta in una gola, si trova l'isola del Tanequil. Nella parte più a nord delle montagne Charnal si trova la città di Rampling Steep, dove passano mercanti Gnomi, Nani, Umani e del popolo dei Troll. Con la morte del Signore degli Inganni la Montagna del Teschio è crollata.
  • Terre del Sud: Le Terre del Sud sono da moltissimi anni la patria del popolo degli Uomini. Nella parte più a nord di esse si staglia la catena montuosa dei Denti del Drago attraversata dal passo di Kennon che conduce alle foreste sotto Paranor. Al fondo del versante sud dei monti scorre il fiume Mermidon che, dopo essere passato attorno alla Città della Frontiera Kern, che fa parte del Regno di Callahorn assieme alle altre due Città della Frontiera Tyrsis e Varfleet, sfocia nell'enorme Lago Arcobaleno, così chiamato per i numerosi arcobaleni che solcano la sua superficie. Scendendo verso sud, sotto il Lago Arcobaleno, si trova la foce del fiume Rappahalladran e gli altipiani di Leah con l'omonima città, patria della famiglia Leah, principali amici della famiglia Ohmsford. Proseguendo verso sud dalla foce del fiume Rappahalladran, si incontra Valle d'Ombra, circondata dalle foreste del Duln entro le quali si trova il villaggio di Valle d'Ombra dove da secoli vive la famiglia Ohmsford. A est di Leah si trovano le Pianure di Clete, le Querce Nere, una foresta così fitta da essere quasi impossibile uscirne ed infestata dai lupi, la Palude della Nebbia, un luogo orrendo dove vive un mostro terribile, e le Pianure del Tumulo. A est del Lago Arcobaleno scorre il Fiume Argento, controllato dal Re del Fiume Argento, che sfocia nel lago. A nord del Lago Arcobaleno si stagliano le montagne di Runne, la Valle d'Argilla, dimora dei Druidi defunti che si trovano nel Perno dell'Ade, la Cripta dei re, dove riposano i re protetti da antiche magie, e la cittadina gnoma di Storlock, dove vivono gli Gnomi Guaritori. Andando ancora più a sud di Valle d'Ombra e della pianure di clete, si trova la Catena del Prekkendor dove tra i suoi altipiani, si sono dati battaglia le forze della Federazione e i Liberi. Nelle pianure a sud di questa catena montuosa sono presenti le grandi città della Federazione stessa, tra cui Arishaig, la capitale, Wayford, Stern e Dechtera nella quale venne forgiata la Spada di Shannara dal druido Bremen.
  • Terre dell'Est: Le Terre dell'Est sono abitate de innumerevoli anni dagli Gnomi, al nord, e dai Nani, al sud. Questi luoghi sono anche la dimora di mostruose e misteriose creature nate dall'antica magia del vecchio Mondo di Faerie. A sud si trovano le foreste dell'Anar Inferiore. Andando verso nord nella parte ovest delle Terre dell'Est ci sono la città di Cullhaven, capitale dei Nani, le montagne del Wolfkstaag, abitate da creatura mostruose e attraversate dal Passo del Cappio e dal Passo di Giada, l'Emporio Rooker Line, la Pietra del Focolare, dimora di Cogline e di Kimber Boh e in seguito di Walker Boh, il Chard Rush, dove morì Allanon in un combattimento con una Jachyra, il Lago dello Spettro, dove vive da millenni lo Spettro del Lago, la Terrabuia, il Fiume Raab, l'Anar Superiore e le Montagne Charnal con il Villaggio di Rampling Steep. Seguendo il corso verso nord del Fiume Argento nella parte est delle Terre dell'Est si trovano il Cuneo, un ponte per attraversare un burrone al fondo del quale scorre il Fiume Argento, Capaal, una fortezza dei Nani, il Cillidellan, un lago artificiale con una diga che regola la portata del Fiume Argento, Dun Fee Aran, una prigione appartenente agli Gnomi, Graymark, una fortezza dove vivevano le Mortombre ai tempi di Brin e di Jair Ohmsford, la Sorgente del Cielo, una torre che porta ad una grotta dove nasce il Fiume Argento, e la Vecchia Palude, dove abitano le Malebestie. Tra la parte est e quella ovest delle Terre dell'Est si innalzano le Montagne del Corvo, i Picchi e il Gruppo del Toffer. Quest'ultimo è la patria degli Gnomi-Ragno. All'Estremo nord-est delle Terre dell'Est si trovano gli Aculei, dimora degli Urda e l'oceano del Tiderace, con una penisola che ospita la Città di Pietra Eldwist, dove dimora Uhl Belk, il fratello maligno del Re del Fiume Argento.
  • Terre dell'Ovest: Le Terre dell'Ovest sono le terre abitate dal popolo degli Elfi di Terra e del Cielo, ultimi discendenti della stirpe magica dei tempi delle fate nel mondo di Faerie e dai malviventi della Malaterra. Partendo dal sud verso il nord delle Terre dell'Ovest troviamo lo Spartiacque Azzurro, una distesa d'acqua che si estende fin oltre l'orizzonte e che si trova sulle montagne che ospitano il villaggio di Wing Hove abitato dagli Elfi del Cielo e il lago Myrian. Poco più a nord-est è situata la pianura del Tirfing. La Malaterra si trova in una zona delimitata a sud dalle Montagne dell'Irrybis, a nord dalle Montagne dello Sperone Roccioso e a est dalla Lama Spettrale, un acquitrino che costituisce l'unico accesso via terra alla Malaterra. Nella Malaterra di trovano la Collina Sibilante, la Fossa, dove un tempo abitavano le Streghe sorelle Mallenroh e Morag, la Guglia Nera, una montagna dentro la quale si trova la Cripta con il Fuoco di Sangue, e il villaggio di Grimpen Ward abitato dai malviventi. Sulle Montagne dello Sperone Roccioso scorre il fiume Mermidon che passa attraverso il Baluardo, il Pykon e continua il suo corso verso est. A nord del Baluardo si trovano Acque Opache, Boschi Grigi, il fiume Rill Song, che nasce dal lago Innisbore e attraversa la pianusa della Sarandanon. Il fiume scorre verso nord, arriva ad Arborlon, la capitale degli Elfi nella quale è custodita la magica pianta Eterea, e punta alle Montagne del Kensrowe che ospitano il Confine attraversato dai passi Baen Draw, Worl Run e Halys Cut che portano nelle Pianure di Cenere.

Paranor[modifica | modifica wikitesto]

A seguito delle Grandi Guerre, i Druidi divisero le terre allora conosciute i quattro parti, ovvero nelle Quattro Terre. Essi si stabilirono nella fortezza di Paranor, che si trova in mezzo alle Quattro Terre, in modo da poter controllare le Razze. La roccaforte sorge su una montagna ed è opera di magia druida, che può anche distruggerla. Il castello è circondato da una fitta foresta, mentre a sud e a ovest sorge la catena dei Denti del Drago, attraversata dal Passo di Kennon e a est le montagne Charnal, attraversate dal Passo di Janisson. Alla punta sud delkle montagne Charnal si trova la Cripta dei Re, dove riposano i re defunti, protetti da una potente magia, e la Valle d'Argilla che ospita il Perno dell'Ade, un lago con la superficie nera-verdastra dalle cui acque emergono le ombre dei Druidi defunti per dare istruzioni agli Ohmsford.

Nel libro Il primo re di Shannara l'Ordine dei Druidi viene distrutto e si salvano solo in cinque: Bremen, Tay Trefenwyd, Mareth, Risca e Cogline. Nel libro La Canzone di Shannara Paranor viene nascosta in un'altra dimensione da Allanon. Nella tetralogia de Gli eredi di Shannara Walker Boh intraprende un viaggio verso la Cripta dei re e verso la città di pietra, Eldwist, per cercare la Pietra Magica Nera capace di riportare alla luce la perduta Paranor.

Nell'ambientazione di Shannara, Paranor è un'antica fortezza dei druidi di Shannara deputata a luogo di studio e insegnamento della magia. La fortezza è situata su un colle al centro della foresta omonima. All'interno di quei boschi solo pochi eletti hanno la possibilità di scorgere e raggiungere la fortezza, che è protetta dalla magia dei Druidi.

La roccaforte dei druidi è teatro di molteplici vicende. Ne Il primo re di Shannara, Paranor è attaccata dalle forze del Signore degli Inganni coadiuvato da alcuni druidi ribelli. L'Ordine Druidico (la congrega di druidi di Shannara) viene completamente distrutto. Solo cinque drudi si salvano: Bremen, Tay Trefenwyd, Mareth, Risca e Cogline. Alla fine del romanzo, viene creata la Spada di Shannara. La spada, collocata a Paranor da Jerle Shannara, sarà l'oggetto protagonista della lotta contro il Signore degli Inganni nel primo libro della successiva trilogia.

Ne La Canzone di Shannara, il druido Allanon trasla la fortezza di Paranor in un'altra dimensione per nasconderla dalle Mortombre.

La ricerca della roccaforte nascosta è uno dei principali temi narrativi della successiva tetralogia degli Eredi di Shannara, le cui vicende si collocano tre secoli dopo quelle della prima serie di romanzi. Nel romanzo Gli eredi di Shannara, Walker Boh, un discendente dei primi druidi, viene incaricato dallo spirito del defunto Allanon di riportare alla luce la fortezza scomparsa.

Dopo un iniziale rifiuto, Walker Boh, pur se riluttante, intraprende (ne Il druido di Shannara), assieme ad altri compagni, un viaggio che lo porterà alla città di pietra[1] di Eldwist, pericolosa e solitaria dimora di Uhl Belk, per cercare la Pietra Nera degli Elfi, un artefatto necessario a riportare Paranor sulla Terra.

Grazie a Grianne Ohmsford, la fortezza venne riportata al suo antico splendore: l'ordine druidico fu ristabilito e la vita tornò a brulicare al suo interno. Paranor, oltre alle imponenti mura e ai bastioni che la difendevano, era dotata di sale di meditazione, mense, biblioteche e laboratori dove i Druidi potessero compiere le loro ricerche: un'ala del castello fu attrezzata per ospitare gli studiosi e dinanzi ad essa sorgeva un cortile interno che ospitava i Giardini dei Druidi. In una delle torri centrali era stata costruita la Sala del Consiglio, dove l'intero ordine si radunava per discutere sulla loro linee di azione. Invece, nella Torre Nord, si trovava la camera fredda in cui era situata la vasca delle acqua divinatoria con cui i Druidi potevano analizzare l'uso della magia nelle Quattro Terre. Al di sotto della Fortezza, si stendeva un dedalo di corridoi e magazzini dove venivano stoccati gli alimenti e le bevande: andando sempre più nel cuore dell montagna, si poteva trovare il Pozzo dei Druidi in cui il calore del magma della terra saliva, riscaldando l'intera Paranor. Fu qui che i primi druidi fecero stanziare lo spirito guardiano che aiutò Allanon a nascondere la fortezza alle Mortombre. In questo livello c'erano anche le segrete di Paranor, dove Brona fece murare vivi i druidi catturati durante il suo attacco, ed è qui che Walker Boh nascose lo Sthiel.

Il Giardino del Re del Fiume Argento[modifica | modifica wikitesto]

Il Giardino del Re del Fiume Argento è un luogo fatato, nonché la dimora ed il Regno del Re del Fiume Argento. In quel luogo lo spirito potente, ovvero il Re, vive da migliaia di anni, dal tempo di Faerie. Lì vivono piante ed animali di quell'era e di tutti i tipi e di tutte le razze del mondo. Nel Giardino fioriscono i ciclamini dai petali cremisi, la forsizia, le corniole, le fucsie, gli ibiscus, le dalie, gli iris, le azalee, i narcisi, le rose, i ciliegi, i rododendri e centinaia di fiori e piante di bellezza suprema tra cui animali che vivevano in tempi antichissimi e dimenticati come gli unicorni. Quel luogo gli era stato affidato dal Verbo in modo che egli se ne occupasse.

Il Regno di Callahorn[modifica | modifica wikitesto]

Il Regno di Callahorn è situato a nord del Lago Arcobaleno e si estende tra la catena dell'Irrybis e le montagne Runne. È noto anche come la Terra di Frontiera in quanto divide le Terre del Nord da tutti i domini degli uomini nelle terre meridionali. Le città più importanti del paese sono Varfleet e Kern, che costituiscono un vero e proprio punto di incontro fra le Razze, e naturalmente Tyrsis, la capitale. Essa è una delle più grandi città delle Terre del Sud ed è il quartier generale della leggendaria Legione di Frontiera. Il regno di Callahorn prende forma lentamente a partire dagli eventi della Seconda Guerra delle Razze: è in quel periodo che vengono fondate infatti le future città di Tyrsis e Kern (ne “La Spada di Shannara”, però, si afferma che Tyrsis esisteva dal tempo della Prima Guerra delle Razze). Nei cinquecento anni successivi Callahorn conoscerà un lungo periodo di sviluppo e benessere che lo porterà ad essere il più potente regno delle Terre del Sud, grazie anche alla legione di Frontiera che difese i confini dalle incursioni degli Gnomi. In questo lasso di tempo sale al potere la dinastia dei Buckhannah protagonista indispensabile della Terza Guerra delle Razze. Il Signore degli Inganni infatti, memore della sua sconfitta avvenuta cinquecento anni prima, decise di dividere le forze degli Elfi e dei Nani inserendosi tra di loro come un cuneo: in questo modo le due Razze non avrebbero potuto aiutarsi e sarebbero state schiacciate dalla forza militare dell'esercito del Nord. Per far accadere tutto questo era necessario spazzare via il Regno di Callahorn. Kern fu rasa al suolo e Tyrsis fu pesantemente assediata: solo il fortuito intervento di Shea Ohmsford, che distrusse Brona permise alla Terra di Frontiera di sopravvivere. Nei 50 anni successivi, il regno osservò la nascita della Federazione e la sua crescente potenza e temendo di essere inglobata al suo interno con la forza, si preparò alla guerra. Per questo motivo si limitò ad inviare agli Elfi, in guerra contro i Demoni, appena 850 uomini guidati però dal brillante Stee Jans. Centoventi anni più tardi la Federazione riuscì a conquistare il regno di frontiera, indebolito dal malgoverno di una serie di sovrani, che rimase sotto il suo dominio per quasi 300 anni. Grazie ai Nati Liberi e agli Elfi, il Regno di Callahorn riesce ad ottenere l'indipendenza e si coalizza con loro nella lotta alla Federazione. Per i successivi 50 anni i due eserciti si scontreranno lungo i bastioni sorti sulla Catena del Prekkendor. Mentre Grianne Ohmsford viene tradita e spedita tra i Jarka Ruus, la Federazione, guidata da Sen Dunsidan, collauda una nuova arma in grado di distruggere per sempre le forze degli elfi e dei Nati Liberi: in un solo attacco infatti la flotta elfica viene distrutta e l'altopiano occidentale viene conquistato, costringendo i Liberi a resistere ad un assedio focalizzato su tre fronti. Grazie agli sforzi di Pied Sanderling, i resti dell'esercito elfico continuarono a sfuggire alle forze della Federazione e con un'ultima disperata azione, compirono un raid notturno al campo di volo federale distruggendo la Dechtera, la super arma che li aveva messo in ginocchio. Con la morte del loro leader ad opera del Moric, e con il ritorno di Grianne Ohmsford, la Federazione rinunciò a tutti i suoi progetti egemonici, intraprendendo finalmente la via della pace.

Valle d'Ombra[modifica | modifica wikitesto]

La periferica località delle Terre del Sud di Valle d'Ombra è il piccolo villaggio creato da Terry Brooks nei suoi vari libri trattanti Shannara. Valle d'Ombra è un villaggio circondato dalle foreste del Duln ed è solcato dal fiume Rapalladran. È il punto centrale dei vari romanzi di Shannara perché terra natia dei vari discendenti degli Ohmsford. Durante il corso del ciclo de Gli eredi di Shannara sarà occupata militarmente dalla Federazione, che tengono agli arresti domiciliari i genitori di Par Ohmsford e di Coll Ohmsford, nonché i discendenti diretti di Jair Ohmsford.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Si tratta, a tutti gli effetti, di una metropoli in rovina del XX secolo o posteriore (vengono descritti edifici che sembrano grattacieli). La saga di Shannara è, infatti, ambientata nella Terra di un remoto futuro, oramai profondamente mutata a seguito di un cataclisma, in cui si sono sviluppate nuove specie senzienti ed è fiorita la magia.
Fantasy Portale Fantasy: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fantasy