Amasi Damiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Amasi Damiani (Livorno, 26 settembre 1927) è un regista, scrittore e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista di cinema e teatro, scrittore, sceneggiatore. Ha esordito come aiuto regista di Roberto Rossellini, maestro del neorealismo italiano. Ha lavorato con personaggi del calibro di Totò, Erminio Macario, Silvio Noto e tanti altri.

Ha diretto oltre 30 film, diversi documentari e opere teatrali, spaziando dalla commedia al western, dall'horror ai film di denuncia a sfondo sociale, scrivendo quasi sempre anche soggetto e sceneggiatura dei suoi film. Originario di Livorno, è emigrato giovanissimo a Roma[1], assieme ai suoi amici Paolo e Vittorio Taviani, ha potuto così ampliare il suo bagaglio professionale registico. È tornato nella sua città natale dopo 50 anni, dove ha anche diretto una scuola di cinema. I suoi numerosi film sono stati presentati a vari concorsi e manifestazioni come la Biennale di Venezia e in alcuni casi prodotti dalla Rai.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regia[modifica | modifica wikitesto]

Montaggio[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Aiuto regista[modifica | modifica wikitesto]

Opere video: Regia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jesus
  • Guglielmo Ratcliff di Pietro Mascagni
  • Silvano di Pietro Mascagni
  • Parisina di Pietro Mascagni e Gabriele D'Annunzio
  • I nomi di Dio - 12 puntate da 30 minuti ciascuna per Rai International

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Regia[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

Regia[modifica | modifica wikitesto]

  • I documentaristi
  • Cerchiamo di comprenderli
  • E Mascagni musicò Livorno
  • Conoscete Livorno?
  • Livorno - Una bimba di 400 anni
  • Mascagni a Roma
  • Joseph Ratzinger - Dalle origini al Papato
  • Padellina racconta Dante
  • C'era una volta un poeta... Giorgio Caproni [8]
  • La bellezza divina. io e Michelangelo. [8]
  • Il piacere di essere un genio. Leonardo. [8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Centro Sperimentale di Cinematografia - Amasi Damiani, un outsider del cinema italiano, su www.fondazionecsc.it. URL consultato il 05 agosto 2017.
  2. ^ Auguri al regista Amasi Damiani: «Vi racconto Livorno e il mio cinema» - Tempo Libero - il Tirreno, in il Tirreno, 25 settembre 2017. URL consultato il 26 settembre 2017.
  3. ^ "Fuori mostra Ultimo giorno handicappati e molto amore", in Il Corriere del Giorno del 10 settembre 1986.
  4. ^ "Film-verità al "Laceno d'oro", in Il Mattino, Anno XCV edizione di domenica 21 dicembre 1986.
  5. ^ "Quando i temi sono scomodi arrivano sul teleschermo", in Il Tempo, Anno XLVII n. 65 di giovedì 8 marzo 1990.
  6. ^ "Un regista (Amasi Damiani) e un attore (Giorgio Algranti): due livornesi alla mostra del cinema di Venezia", in 30giorni, edizione di novembre 1988.
  7. ^ a b "Il regista Damiani al festival di Salerno", in Il Tirreno del 08 settembre 1990.
  8. ^ a b c Centro Sperimentale di Cinematografia - Le grandi bellezze di Amasi Damiani, su www.fondazionecsc.it. URL consultato il 07 ottobre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN313248175 · BNF: (FRcb169311329 (data)