Amasi Damiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Amasi Damiani (Livorno, 26 settembre 1937) è un regista cinematografico, scrittore e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originario di Livorno, emigra giovanissimo a Roma[1], assieme agli amici Paolo e Vittorio Taviani. Esordisce come aiuto regista di Roberto Rossellini. Lavora con Totò, Erminio Macario, Silvio Noto e altri.

Dirige oltre 30 film, spaziando dalla commedia al western, dall'horror ai film di denuncia a sfondo sociale, scrivendo quasi sempre anche soggetto e sceneggiatura dei suoi film. Realizza anche documentari e opere teatrali.

Torna nella città natale dopo 50 anni, dove dirige una scuola di cinema.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regia[modifica | modifica wikitesto]

Montaggio[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Ippocampo d'oro alla regia, festival del Cinema di Montecarlo 1977 a La regia è finita (1977) [2]
  • L'ultimo giorno (1985) - in rassegna alla Biennale di Venezia 1987[3]
  • Laceno d'oro per la regia e Laceno d'argento per la protagonista al XXVI Festival di Avellino 1987 a L'ultimo giorno (1985)[4][5]
  • Una storia importante (1988) - in rassegna alla Biennale di Venezia 1989
  • Premio speciale "Beppe Viola" al Festival del cinema di Agrigento per Una storia importante (1988) [6]
  • Odore di spigo (1989) - in concorso al 42º Festival internazionale del cinema di Salerno 1989[7]
  • Overdose (1990) - in concorso al 43º Festival internazionale del cinema di Salerno 1990[7]
  • Jesus (2000) - Logo del Grande Giubileo dell'Anno 2000

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Centro Sperimentale di Cinematografia - Amasi Damiani, un outsider del cinema italiano, su www.fondazionecsc.it. URL consultato il 05 agosto 2017.
  2. ^ Auguri al regista Amasi Damiani: «Vi racconto Livorno e il mio cinema» - Tempo Libero - il Tirreno, in il Tirreno, 25 settembre 2017. URL consultato il 26 settembre 2017.
  3. ^ "Fuori mostra Ultimo giorno handicappati e molto amore", in Il Corriere del Giorno del 10 settembre 1986.
  4. ^ "Film-verità al "Laceno d'oro", in Il Mattino, Anno XCV edizione di domenica 21 dicembre 1986.
  5. ^ "Quando i temi sono scomodi arrivano sul teleschermo", in Il Tempo, Anno XLVII n. 65 di giovedì 8 marzo 1990.
  6. ^ "Un regista (Amasi Damiani) e un attore (Giorgio Algranti): due livornesi alla mostra del cinema di Venezia", in 30giorni, edizione di novembre 1988.
  7. ^ a b "Il regista Damiani al festival di Salerno", in Il Tirreno del 08 settembre 1990.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN313248175 · ISNI: (EN0000 0004 4250 2359 · BNF: (FRcb169311329 (data)