Alvise Zorzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alvise Zorzi (Venezia, 10 luglio 1922Roma, 14 maggio 2016[1]) è stato un giornalista e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alvise Zorzi era figlio di Elio Zorzi, giornalista, scrittore e direttore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica della Biennale di Venezia negli anni dell'immediato dopoguerra; la madre era Irma Gelmetti, poetessa nel movimento futurista col nome di Irma Valeria. Sposato con la scrittrice Mimì Prinetti Castelletti, lavorò a lungo in Italia e in Europa nel settore della comunicazione. Fu Direttore dei Programmi Culturali della RAI e Vicepresidente dell'Unione Europea di Radiodiffusione. Ha fatto parte del Comitato Consultivo per Venezia dell'Unesco ed è stato Presidente del Comitato per la Pubblicazione delle Fonti per la Storia di Venezia e dell' Associazione dei Comitati Privati Internazionali per la Salvaguardia di Venezia.

Il suo impegno letterario fu interamente dedicato alla storia e alla civiltà di Venezia, con una lunga attività testimoniata da molte pubblicazioni di successo, tradotte anche all'estero. Dai volumi su Venezia scomparsa, studio documentato e completo sul patrimonio artistico scomparso dalla caduta della Repubblica ai giorni nostri; dai saggi sulle origini della potenza marinara di Venezia, al periodo austriaco; dagli studi sui palazzi veneziani, il Canal Grande, l'età di Tiziano; fino a saggi dedicati ai rapporti tra Venezia e il suo entroterra.

Importanti sono le biografie dedicate ai grandi personaggi veneziani: Andrea Gritti, Il Doge; Marco Polo; Tiziano; i Tiepolo; Carlo Goldoni; Veronica Franco.

Alvise Zorzi visse tra Venezia e Roma e collaborò a numerose testate quotidiane e periodiche, dedicandosi sempre a raccontare e descrivere la storia di Venezia.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Sua Serenità Venezia, Mille anni di buon governo, Milano, Mondadori, 1971.
  • Venezia scomparsa (2 voll.), Banca Cattolica del Veneto, 1972. - Electa, 1977 - Mondadori, 2001.
  • La Repubblica del Leone. Storia di Venezia, Collezione La Storia, Milano, Rusconi, 1979. - Bompiani, Milano, 2000.
  • Una Città, una Repubblica, un Impero. Venezia 697-1797, Milano, Mondadori, 1980-1999.
  • Vita di Marco Polo veneziano, Milano, Rusconi, 1982. - Bompiani, Milano, 2006.
  • Venezia austriaca (1798-1866), Bari, Laterza, 1985. - Libreria Editrice Goriziana, 2000.
  • Cortigiana veneziana. Veronica Franco e i suoi poeti, 1546-1591, Camunia, 1986.
  • Hanna Simeone Huber, A. Zorzi, Luciana Simionato, Venezia, sogno di un viaggio, Udine, Magnus, 1987.
  • Luce di Venezia, Trento, Reverdito, 1988.
  • G. Paolo Marton, A. Zorzi, I palazzi veneziani, Udine, Magnus, 1989.
  • La vita quotidiana a Venezia nel secolo di Tiziano, Milano, BUR, 1990.
  • Canal Grande, Milano, Rizzoli, 1991.
  • Venezia ritrovata: 1895-1939, Milano, Mondadori, 1995. - Mondadori Electa, 2005.
  • La monaca di Venezia: una storia di amore e di libertà, Milano, Mondadori, 1996.
  • Il Doge: un romanzo vero, Milano, Mondadori, 1996.
  • San Marco per sempre. Una storia mai raccontata, Collezione Le Scie, Milano, Mondadori, 1999.
  • Venezia nel secolo di Tiziano, Milano, Rizzoli, 2000.
  • Ulderico Bernardi, A. Zorzi, Giampiero Rorato, Stoccafisso e baccalà nel piatto. Interpretazioni della tradizione veneta, Terra Ferma, 2001.
  • Venezia, Repubblica di terra e mare, Touring, 2002.
  • Fulvio Roiter, A. Zorzi, Tiziano Rizzo, La mia Venezia, Vianello Libri, 2003.
  • A. Zorzi, Giuseppe Agostini, Venice. Tradition and Food. The History and Recipes of Venetian Cuisine, Arsenale, 2004.
  • Il colore e la gloria. Genio, fortuna e passioni di Tiziano Vecellio, Milano, Mondadori, 2004.
  • L'Olimpo sul soffitto. I due Tiepolo tra Venezia e l'Europa, Collana Scrittori italiani, Milano, Mondadori, 2006.
  • Il dono dei Dogi. La raccolta delle oselle dogali della Banca Popolare di Vicenza, Biblos, 2009.
  • Napoleone a Venezia, Collana Varia saggistica, Milano, Mondadori, 2010.
  • A. Zorzi, Luigino Rancan, Il denaro di Venezia. Mercanti e monete della Serenissima. La raccolta della Banca Popolare di Vicenza, Biblos, 2012.

Curatele[modifica | modifica wikitesto]

  • Marco Polo. Venezia e l'Oriente, Milano, Electa, 1981.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN100169765 · LCCN: (ENn80072413 · SBN: IT\ICCU\CFIV\000933 · ISNI: (EN0000 0001 2145 0738 · GND: (DE120456818 · BNF: (FRcb119297320 (data)