Alvaro Vitali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alvaro Vitali nel film Pierino contro tutti (1981) di Marino Girolami

Alvaro Vitali (Roma, 3 febbraio 1950) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vitali è di aspetto buffo: basso, col doppio mento e con un volto comico. Le sue radici, che affondano nella tradizione romana e "romanesca", assieme alla sua simpatia, danno vita a un personaggio che con Lino Banfi, Renzo Montagnani, Mario Carotenuto e tanti altri, popolerà la commedia sexy tra gli anni Settanta e Ottanta. Separato con un figlio, vive a Roma con l'attuale compagna, la cantautrice Stefania Corona.

Il successo[modifica | modifica wikitesto]

Ancora studente, con una passione per il canto e il ballo, venne scoperto da Federico Fellini che durante un provino rimase così colpito dall'aspirante attore che nel 1969 lo fece esordire nel cinema con una piccola parte in Satyricon. Il regista lo volle in seguito ne I clowns (1971), Roma (1972) – dove interpreta un ballerino di tip-tap d'avanspettacolo – e in Amarcord (1973).

La fama di Vitali è legata a doppio filo alla commedia sexy all'italiana, per anni vero e proprio fenomeno cinematografico commerciale. Dopo aver interpretato La poliziotta con Mariangela Melato, Vitali viene notato dal produttore Luciano Martino grazie a una gag con la pistola (dove sbaglia sistematicamente ogni colpo). Da quel momento Alvaro comincia a lavorare con la Dania film.

A partire dalla seconda metà degli anni settanta, Vitali interpretò numerosissimi film (veri e propri cult per gli appassionati del genere), accompagnando attori protagonisti come Lino Banfi e Renzo Montagnani, per poi passare a dei ruoli di prima fila interpretando il personaggio di Pierino, eroe popolare delle barzellette, con Pierino contro tutti (1981) e Pierino colpisce ancora (1982), entrambi diretti da Marino Girolami, e in Pierino medico della Saub (1981) di Giuliano Carnimeo. Seguono una sorta di spin off della serie, ovvero film dove Vitali propone personaggi similari, Gian Burrasca, Giggi il bullo e Paulo Roberto Cotechiño centravanti di sfondamento.

Declino al cinema, rilancio in televisione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione della commedia sexy durò poco e con essa terminò anche la fortuna dell'attore; nel 1990 il tentativo di rilanciarlo con un ulteriore film della serie Pierino torna a scuola, diretto da Mariano Laurenti si rivelò infatti un fallimento.

Dopo un decennio di oblio, la figura di Vitali è stata rilanciata, quasi senza volerlo, da Striscia la notizia dopo che, in un servizio che prendeva in giro una gaffe di Jean Todt, venne paragonato l'allora direttore generale della Ferrari al personaggio di Pierino, sottolineandone un'effettiva e divertente somiglianza fisica. Quando l'imitatore Dario Ballantini fece esordire la sua caricatura di Luca Cordero di Montezemolo nei suoi servizi, Antonio Ricci pensò di affiancargli proprio Vitali nei panni di Todt, facendolo tornare così sulle scene per il piccolo schermo.

Sempre nelle gag di Striscia al fianco di Ballantini, ha imitato personaggi come la madre dell'avvocato Giulia Bongiorno e la principessa Marina Ricolfi Doria di Savoia nella trasmissione. Il personaggio di Pierino è stato utilizzato dal 2004 in poi da Vitali per le pubblicità del negozio di abbigliamento Mas destinate al circuito delle tv private di Roma e provincia. Nel 2006 ha partecipato alla terza edizione del reality La fattoria, ma dopo poche settimane ha dovuto abbandonare il reality show, per il riacutizzarsi dell'asma, malattia di cui soffre.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La prima occupazione di Vitali è quella di elettricista, menzionata da lui stesso nel film Roma di Federico Fellini.
  • Ha inciso alcune canzoni: nel 1981 La strana voglia e nel 1982 Col fischio o senza?, pubblicate entrambe come 45 giri. Nel 2008 ha reinterpretato il brano, in versione remixata, con la compagna Stefania Corona, i coristi Rossella Ruini, Fabiana Rosciglione, Daniele Vit, Susanna Parigi, Gianluigi Fazio, Emanuela Cortesi, Danilo Amerio, Lalla Francia, Paola Folli, Moreno Ferrara e Silvio Pozzoli.
  • Nel film Che? di Roman Polański, non parla. Nel ruolo di un imbianchino dipinge d'azzurro una gamba di Sydne Rome.
  • Per anni è stato testimonial di una pubblicità televisiva di un grande magazzino di Roma, in onda sulle principali TV locali romane.

Vitali e i suoi "Pierini"[modifica | modifica wikitesto]

Vitali (a sinistra) e Michela Miti in una pausa sul set di Pierino colpisce ancora (1982) di Marino Girolami

Esistono due serie di "Pierino", la serie ufficiale e la serie apocrifa. Ecco i titoli di entrambe le serie interpretate da Vitali e non.

Serie ufficiale:

Serie apocrifa:

Questa è una vera e propria serie parallela a quella ufficiale interpretata da Vitali. Furono scelti altri attori diversi da lui perché le case cinematografiche non vollero attendere che terminasse il contratto con la Medusa Film.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Vitali in Roma (1972) di Federico Fellini

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

  • Bruno Scipioni in Polvere di stelle
  • Vittorio Stagni in La poliziotta, Due cuori, una cappella, La poliziotta fa carriera, La professoressa di scienze naturali, Taxi Girl, La compagna di banco
  • Loris Loddi in Cocco mio

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN64218575 · SBN: IT\ICCU\UBOV\592092 · ISNI: (EN0000 0000 6302 5855 · BNF: (FRcb142369896 (data)