Altopiano di Piné

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Altopiano di Piné
Valle di Piné
Pinè da Cros del Cuc.jpg
Piné (al centro), con i due laghi di Serraia e Piazze, visto dalla "Cros del Cùc" (punto panoramico sopra l'abitato di Bedollo)
StatiItalia Italia
RegioniTrentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
ProvinceTrento Trento
Località principaliBaselga di Piné, Bedollo
Comunità montanaComunità di Valle Alta Valsugana e Bersntol
Superficie68,3 km²
Abitanti6425 (2012)
Nome abitantipinaitri o pinetani
[www.altopianodipine.com Sito web]

L'altopiano di Piné (Panai't in mocheno[1]) dista circa 22 km dal capoluogo Trento. È suddiviso in due comuni: Baselga di Piné e Bedollo. Fa parte di due distinti bacini imbriferi, del Fersina (rio Silla e rio Negro) e dell'Avisio (rio Regnana e rio Brusago).

Posto al di sopra dei 900 m s.l.m., l'altopiano (o valle) di Piné è inciso da nordest a sudovest tra montagne di rocce vulcaniche effusive: sono le estreme propaggini a sudovest della catena del Lagorai.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Dal punto di vista geografico, Piné è una zona alquanto complessa, nonostante la sua modesta estensione.

La zona di Montagnaga, Faida, Miola e Vigo (nonché ex comune di Miola) e di gran parte di Tressilla, costituisce il vero e proprio altopiano di Piné, caratterizzato da pianori, conche e dossi (dei quali il più alto è il dosso di Miola - 1076 m). Unica eccezione di questa zona è la Valle del Rio Negro, formatasi in seguito alla deviazione glaciale del principale torrente che scorreva a Piné.

L'altopiano è completamente aperto ad ovest e ciò comporta un notevole aumento delle ore di sole giornaliere, nonché la visione delle Dolomiti di Brenta dalla gran parte dei punti dell'altopiano.

Ad ovest del limite occidentale dell'altopiano di Piné si sviluppa la valle di Fornace, che divide l'altopiano pinetano dall'Altopiano dell'Argentario.

Da Baselga a Brusago, invece, si estende la Valle di Piné, caratterizzata da due valli perpendicolari (valle del Rio di Regnana e valle del Rio di Brusago) formatesi per antichi fenomeni geologici di cattura fluviale. Per questi fenomeni Piné, appartiene a due bacini idrografici diversi (zona dell'altopiano - bacino del Fersina: Rio Negro e Rio Silla, zona della valle - bacino dell'Avisio: Rio Regnana e Rio Brusago).

La media valle di Piné comprende l'avvallamento che si estende da Baselga fino al solco del Rio Regnana, mentre l'alta Valle si estende fino al limite nord: Brusago.

Confini[modifica | modifica wikitesto]

  • A ovest la media valle di Piné è separata dalla valle di Cembra, dal monte Ceramont (m 1515) e dai Dossi della Roggia (m 1250), modesta catena arrotondata dai ghiacciai quaternari. L'alta Valle è invece separata da quella di Cembra dal Dosso di Segonzano-Monte Gac' (1542-1593 m).
  • Ad est l'altopiano e la media valle sono separati dalla valle dei Mocheni, dal lungo Dosso di Costalta (m 1955) - facente parte delle estreme propaggini sud-ovest della catena del Lagorai - e dalla sua relativa catena che si propaga verso sud. Da Costalta nasce il torrente più importante: il rio Negro, che forma una piccola valle parallela a quella del rio Silla[2].
  • L'alta valle di Piné è coronata a nord e a est dalle più alte cime del settore occidentale del Lagorai: Monte Croce (2488m), Monte Fregasoga (2447 m) e Monte Ruioch (2432 m).

Il punto più alto dell'intero altopiano è la cima del monte Croce (2488 m); quello più basso misura 652 m e si trova al confine fra il comune di Baselga e Lona-Lases.

L'altopiano di Pinè è collegato con la vicina valle dei Mocheni tramite il passo Redebus (1453 m), per il quale passa una strada provinciale.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

L'altopiano di Piné presenta un clima temperato fresco. Mentre sulle cime con quota vicina o superiore ai 2000 m, il clima è temperato freddo

Estati[modifica | modifica wikitesto]

Le estati sono generalmente fresche e piovose. Durante gli anticicloni, le temperature massime sono solitamente comprese fra i 20 e i 30 °C. Nelle zone più aperte dell'altopiano, durante le giornate serene, si verifica il fenomeno delle brezze di valle e di monte, che mitigano la temperatura, soprattutto quella diurna. Anche per questo motivo, molto raramente le massime superano i 30 °C.

Gli anticicloni sono intervallati da brevi fronti freddi in cui si verificano temporali, seguiti da aria fresca.

Durante gli anticicloni, sono abbastanza frequenti i temporali di calore, che colpiscono più spesso la parte nordest di Piné (il comune di Bedollo). Questo è dovuto al fatto che, da Rizzolaga verso sud, la zona è un altipiano (il vero e proprio altopiano di Piné) e, da Rizzolaga verso nord, inizia la valle di Piné con monti anche abbastanza alti (attorno ai 2400 m), che ne favoriscono la formazione.

Inverni[modifica | modifica wikitesto]

Gli inverni sono abbastanza rigidi e talvolta la temperatura può scendere tra i -10° e i -15 °C. La neve cade spesso, principalmente nel periodo compreso da fine novembre a fine febbraio. Spesso si verificano anche nevicate precoci (da ottobre a fine novembre) o tardive (da fine marzo a fine maggio). Durante gli inverni si verifica quasi sempre il completo congelamento dei laghi di Serraia e di Piazze. Talvolta si verificano fenomeni di Fohn (detto ventessa o mangianeve nella parlata contadina pinetana), in cui la temperatura subisce un repentino e breve aumento, talvolta fin sopra ai 15°. Generalmente dura da 1 a 3 giorni (nel gennaio 2007, uno dei più caldi si sono avuti molti giorni di Fohn) e porta un improvviso scioglimento della neve e talvolta, può sciogliersi parzialmente il ghiaccio dei laghi.

Laghi[modifica | modifica wikitesto]

Sull'altopiano ci sono 2 laghi principali: il lago della Serraia e il lago delle Piazze (artificiale). Ci sono anche laghi di estensione minore, come:

Monti[modifica | modifica wikitesto]

Il Monte Fregasoga (2452 m), nel Lagorai Occidentale, visto da Brusago.
Monte Altitudine
Monte Croce 2488 m
Monte Fregasoga 2447 m
Monte Ruioch - Cima "Schliverlai Spitz" 2432 m
Pala delle Buse (comune Lona-Lases) 2408 m
Monte Camin 2328 m
Baitol 2315 m
Cima Uomo Vecchio/Oltmonn 2233 m
Doss dei Cirmi 2206 m
Monte Cogne (comune Lona-Lases) 2171 m
Monte Lemperpech 2004 m
Dosso di Costalta 1955 m
Campidei 1812 m
Gac' 1593 m
La Brada 1589 m
Monte Ceramont 1515 m
Monte Calvo 1410 m
Dossi della Roggia 1250 m

Dossi[modifica | modifica wikitesto]

La zona di altopiano con i dossi, vista da una radura a 1400 m, sul Dosso di Costalta.

Segue una lista dei principali dossi che sorgono nella zona di Piné caratterizzata dall'altipiano.

Dosso Altitudine Frazione/i comunale di appartenenza
Dosso di Miola (Dòs de Miöla) 1076 m Miola, Baselga, Ricaldo
Dòs de la Mót (o Dòs de la Pùrga) 1069 m Miola, Montagnaga
Dosso della Clinga (Dòs de la Clìnga o Tlìnga) 1063 m Miola, Montagnaga
Dòs del Sas 1017 m Miola, Faida
Dòs del Massalón 1013 m Miola
Dosso di Vigo (Dòs de Vich) 990 m Vigo-Ferrari, Baselga, Tressilla
La Piatta (Piàta) 984 m Miola
Dosso Alto (Dòs Alt) 978 m Montagnaga
Dòs Alt 977 m Vigo-Ferrari
Dòs del Tès 974 m Montagnaga
Belvedere (Dòs del Belvedére) 974 m Montagnaga, Vigalzano (comune di Pergine Valsugana
Dossedel (Dòs de la Bàgola o Dossedèl) 973 m Vigo-Ferrari, Tressilla
Dosso di Puel (Dòs del Pùel) 963 m Montagnaga
Lèien (o Lèjen) 962 m Montagnaga
Dòs de le Mòrf 950 m Montagnaga
Póstel 946 m Montagnaga, Vigo-Ferrari
Dòs de Sant'Ana 944 m Montagnaga
Dòssi-Dòs de la Gràgola 935 m Vigo-Ferrari, Tressilla

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Nella seguente tabella ci sono tutte le frazioni dell'altopiano di Piné, con altitudine, abitanti e comune di appartenenza. La popolazione totale di Piné, è di 6425 abitanti al 20 gennaio 2012. Gli abitanti elencati nella tabella qui sotto non sono aggiornati all'ultimo censimento.

Nome paese Altitudine (m s.l.m.) Abitanti Comune
Baselga di Piné 964 m 930 Baselga di Piné
Centrale (sede comunale di Bedollo) 1059 m 141 Bedollo
Bedollo 1165 m 474 Bedollo
Miola 997 m 1083 Baselga di Piné
Montagnaga 882 m 621 Baselga di Piné
San Mauro 795 m 80 Baselga di Piné
Vigo 972 m 287 (con Ferrari) Baselga di Piné
Tressilla 914 m 480 Baselga di Piné
Faida 974 m 305 Baselga di Piné
Ricaldo 1010 m 234 Baselga di Piné
Sternigo 1034m 247 (con Sternigo al Lago) Baselga di Piné
Rizzolaga 1074 m 575 (con Campolongo) Baselga di Piné
Piazze 1072 m 416 Bedollo
Regnana 1235 m 104 Bedollo
Brusago 1104 m 305 Bedollo
Mappa dell'altopiano di Pinè
Frazioni dell'altopiano di Pinè:
1. Miola
2. Faida
3. Baselga
4. Tressilla
5. Vigo
6. Montagnaga
7. San Mauro
8. Ricaldo
9. Sternigo
10. Campolongo
11. Rizzolaga
12. Piazze
13. Centrale
14. Bedollo
15. Regnana
16. Brusago

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Istituto culturale mocheno, su bersntol.it.
  2. ^ Le valli del Trentino, pp. 673-674.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • A. Gorfer, Le valli del Trentino - Trentino Orientale.
  • M. Bettotti, Storia di Piné dalle origini alla seconda metà del XX secolo, Pinèverdeazzurro, 2009.
Trentino-Alto Adige Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trentino-Alto Adige