Alpi Scistose Salisburghesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alpi Scistose Salisburghesi
Continente Europa
Stati Austria Austria
Catena principale Alpi Settentrionali Salisburghesi (nelle Alpi)
Cima più elevata Hundstein (2.117 m s.l.m)
Massicci principali Monti di Dienten
Monti della Fritztal

Le Alpi Scistose Salisburghesi (in tedesc Salzburger Schieferalpen) sono una sottosezione[1] delle Alpi Settentrionali Salisburghesi. La vetta più alta è l'Hundstein che raggiunge i 2.117 m s.l.m..

Si trovano in Austria (Salisburghese e Stiria).

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Secondo la SOIUSA le Alpi Scistose Salisburghesi sono una sottosezione alpina con la seguente classificazione:

Secondo l'AVE costituiscono il gruppo n. 12 di 75 nelle Alpi Orientali.

Delimitazioni[modifica | modifica sorgente]

Confinano:

Suddivisione[modifica | modifica sorgente]

Si suddividono in due supergruppi e cinque gruppi (tra parentesi i codici SOIUSA dei supergruppi, gruppi e sottogruppi):

  • Monti di Dienten (A)
    • Gruppo dell'Hundstein (A.1)
    • Gruppo del Schneeberg (A.2)
  • Monti della Fritztal (B)
    • Gruppo dell'Hochgrindeck (B.3)
    • Gruppo Roßbrand-Ramsau (B.4)
      • Dorsale del Roßbrand (B.4.a)
      • Dorsale del Ramsau (B.4.b)
    • Gruppo del Gerzkopf (B.5)

I Monti di Dienten si trovano ad ovest mentre i Monti della Fritztal sono ad est. I due supergruppi sono separati dal corso del fiume Salzach.

Vette principali[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ In accordo con le definizioni della SOIUSA.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]