Alpi Salisburghesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alpi Salisburghesi
Französisch-Italienische Alpengliederung 1924.svg
Le Alpi secondo la Partizione delle Alpi. Le Alpi Salisburghesi sono la sezione n. 22.
Continente Europa
Stati Austria Austria
Germania Germania
Catena principale Alpi
Cima più elevata Hoher Dachstein (2.995 m s.l.m.)

Con il termine Alpi Salisburghesi si intende un tratto della catena alpina definito dalla Partizione delle Alpi del 1926.

Interessano l'Austria e la Germania. Prendono il nome dalla città di Salisburgo, città attorno alla quale sono definite.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

La Partizione delle Alpi aveva individuato tra le 26 sezioni alpine la sezione n. 22 che prendeva il nome di Alpi Salisburghesi.

Secondo la moderna classificazione alpina della SOIUSA le Alpi Salisburghesi non costituiscono una sezione distinta della catena alpina.

Dal confronto tra le due classificazioni si evince che le Alpi Salisburghesi sono composte dalle seguenti sezioni e sottosezioni della SOIUSA:

Delimitazioni[modifica | modifica wikitesto]

Sono delimitate ad ovest dal corso del fiume Inn; a sud dal Gerlospass, dal corso del Salzach e dal Wagrainer Hohe; ad est dal corso del Traun; a nord si stemperano nelle colline austriache e bavaresi.

Suddivisione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la Partizione delle Alpi le Alpi Salisburghesi erano suddivise in:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sergio Marazzi, Atlante Orografico delle Alpi. SOIUSA, Pavone Canavese, Priuli & Verlucca, 2005.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Montagna Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna