Alpe di Succiso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alpe di Succiso
M.te Casarola e Alpe visti da Succiso Sup.
M.te Casarola e Alpe visti da Succiso Sup.
Stato Italia Italia
Regione Emilia-Romagna Emilia-Romagna
Provincia Reggio Emilia Reggio Emilia
Altezza 2.017 m s.l.m.
Catena Appennino tosco-emiliano
Coordinate 44°19′57.57″N 10°11′43.59″E / 44.332659°N 10.195441°E44.332659; 10.195441Coordinate: 44°19′57.57″N 10°11′43.59″E / 44.332659°N 10.195441°E44.332659; 10.195441
Altri nomi e significati Spiaggia Bella
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Alpe di Succiso
Alpe di Succiso

L'Alpe di Succiso è uno fra i monti più alti del tratto dell'Appennino settentrionale che sovrasta il passo del Cerreto e il passo del Lagastrello. La vetta raggiunge i 2.017 metri sul livello del mare[1] ed è situata nel comune di Ramiseto (RE).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La montagna, che si trova non troppo distante dal Monte Cimone (circa 40 km in linea d'aria), ha una struttura piramidale solcata da grandi canaloni. L'anticima, il Monte Casarola, raggiunge l'altezza di 1.979 metri. Dal punto di vista alpinistico è considerata, per la sua conformazione rocciosa e le notevoli pendenze, tra le montagne più interessanti dell'Appennino Tosco-Emiliano. Si trova spostata leggermente nord rispetto al Crinale appenninico principale, separata dal Passo di Pietratagliata.

Dalle sue pendici nord nasce il fiume Secchia, affluente di destra del Po. L'Alpe di Succiso divide lo spartiacque tra valle del Secchia e Alta Valdenza, della quale domina il panorama. La montagna è interamente parte del Parco nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano.

In condizioni di buona visibilità, dalla cima si può ammirare un panorama cha va dall'alta valle del Secchia fino all'arco alpinio a nord, e sulle Alpi Apuane, golfo di La Spezia, Corsica e Arcipelago Toscano a sud. Inoltre, se non fosse per l'eccessiva distanza, sarebbe possibile osservare la punta del Monte Bianco.

Escursioni[modifica | modifica wikitesto]

La cima è accessibile dal Passo del Cerreto, seguendo il sentiero che conduce alle sorgenti del Secchia attraverso il Passo dell'Ospedalaccio e quindi al passo di Pietratagliata. Il sentiero CAI 667 collega il Passo della Scalucchia (1367 m) alla cima dell'Alpe passando per quella del M.te Casarola. Nel vallone Rio Pascolo a quota 1.570 m si trova il rifugio "Paolo Consiglio" (non custodito, con 23 posti letto e un locale per cucinare), punto di partenza ideale per escursioni verso la vetta dell'Alpe. Si raggiunge in circa 3 ore e 30 minuti partendo da Succiso Nuovo a quota 980 m e seguendo il sentiero n. 655 del CAI.[2]

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Altezza secondo Touring Club Italiano, Reggio Emilia e provincia, in collane Guide d'Italia e Guide verdi d'Italia, Touring Editore, 2000 - ISBN 8836515851
  2. ^ Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano | Accoglienza, Sport e Turismo | Gli itinerari | A piedi | Zona E - Alta Val d'Enza e Val Taverone: Alpe di Succiso

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]