Allison Mack

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Allison Mack nel 2018.

Allison Christin Mack (Preetz, 29 luglio 1982) è un'attrice statunitense, nota principalmente per il ruolo di Chloe Sullivan nella serie Smallville.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Allison Mack nasce a Preetz, Schleswig-Holstein, Germania Ovest, da genitori americani: il cantante lirico Jonathan Mack e sua moglie Mindy. La famiglia fa ritorno negli Stati Uniti d'America due anni dopo la sua nascita.[1] Ha un fratello maggiore, Robyn, e una sorella minore, Shannon.[2][3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera di attrice all'età di 4 anni nelle pubblicità di un cioccolato tedesco.[4] Segue un breve periodo come modella e, a 7 anni, inizia a studiare al The Young Actors Space di Los Angeles.[1] Nel 1989 debutta sul grande schermo con una piccola parte nel film Scuola di polizia 6 - La città è assediata. Successivamente, nel 1997, interpreta Brooke nella serie televisiva Hiller and Diller e Jenny Szalinski nel film Tesoro, ci siamo ristretti anche noi. Nel 2000 è protagonista di otto episodi in un'altra serie per la televisione, Opposite Sex. Da segnalare la sua partecipazione al film per il piccolo schermo My Horrible Year! (2001), diretto da Eric Stoltz, dove si confronta con attrici quali Karen Allen e Mimi Rogers.

L'attrice raggiunge la notorietà nel 2001, grazie alla serie televisiva Smallville, in cui interpreta la parte di Chloe Sullivan, amica e confidente del giovane Clark Kent/Superman. Allison Mack ricopre il ruolo per dieci anni, diventando l'unico personaggio, oltre al protagonista, a comparire in tutte le stagioni della serie, sebbene nell'ultima sia solo un personaggio ricorrente e non un membro del cast fisso.[5][6]

Nel 2006 Mack doppia due personaggi dell'animazione: la sorella del protagonista in Ant Bully - Una vita da formica e Clea in un episodio di The Batman. Nel 2008 sperimenta per la prima volta la regia, dirigendo l'episodio di Smallville intitolato Potere. Nel 2009, con le colleghe Kristin Kreuk e Rose Bhura, apre la Parvati Creative Inc., una casa di produzione cinematografica, che lascia nel 2015.[7] Dal 2009, è parte della Iris Theatre Company.[8] Nel 2012 entra nel cast della serie Wilfred, in cui interpreta l'interesse romantico del protagonista, l'attore Elijah Wood.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2017 sposa Nicki Clyne, solo per consentire all'attrice canadese la permanenza negli Stati Uniti.[9] Nel dicembre 2020 Mack chiede il divorzio.[10]

Procedimenti giudiziari[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2018 l'attrice viene accusata di aver reclutato donne da destinare a condizioni di schiavitù sessuale per il sedicente guru Keith Raniere, per conto di un gruppo noto come D.O.S. ("Dominus Obsequious Sororium"), di cui farebbe parte come uno dei membri preminenti assieme a Nicki Clyne. Le donne sono anche marchiate a fuoco su idea della stessa Allison Mack con le iniziali "KR" come rito di iniziazione. In totale sono accusate sei persone: Raniere, Mack, Clyne e altre tre donne dirigenti del culto.[11][12][13] Questo gruppo costituirebbe la cerchia interna della psicosetta denominata NXIVM (pronuncia “Nexium”), ufficialmente presentata come un gruppo che vende corsi di auto-aiuto. La setta era stata fondata dallo stesso leader Raniere, un imprenditore accusato anche di violenza sessuale, pedofilia, racket, induzione alla prostituzione, prostituzione minorile, sfruttamento di lavoro coatto, estorsione, ostruzione alla giustizia, diffusione di pedopornografia. A NXIVM erano affiliate anche altre personalità come Linda Evans e l'ex collega di Mack in Smallville Kristin Kreuk la frequentava, ma non subisce però accuse in quanto si era limitata a seguire alcuni corsi senza entrare come membro. Molte donne si sarebbero offerte, più o meno spontaneamente, al guru in cambio di favori e carriere nel mondo dello spettacolo, venendo poi soggiogate tramite lavaggio del cervello e utilizzate per lavoro non retribuito e soggette ad abusi sessuali, rituali sadomasochistici e maltrattamenti.[14] Raniere si definiva «attivista, scienziato, filosofo e, soprattutto, filantropo» e si faceva chiamare Vanguard (“avanguardia”), Master o Grandmaster e considerato dai discepoli «come una specie di divinità», arrivando a far credere agli adepti di avere dei poteri speciali. Anche la Mack avrebbe subito un pesante condizionamento, abusi sessuali e schiavitù come slave ma senza SSC, prima di accettare Raniere come maestro e divenire dopo un po' di tempo una dirigente della setta e "dominatrice".[15][16]

Il 21 aprile 2018 Mack viene arrestata con l'accusa di traffico sessuale, cospirazione e ricatto, ma viene rilasciata su cauzione di 5 milioni di dollari, con l'obbligo di residenza e con braccialetto elettronico nella casa dei genitori.[14] L'8 aprile 2019 si dichiara colpevole delle accuse di racket.[17] Dopo essersi dichiarata numerose volte innocente (parlando attraverso i suoi legali di consensualità e citando una precedente sentenza assolutoria nei confronti di Scientology), l'attrice, rischiando una pena fino a 20 anni, si dichiara colpevole (con gli altri imputati eccetto Raniere) chiedendo scusa alle vittime della setta, accettando un plea bargaining dal procuratore al fine di ottenere uno sconto di pena in quanto testimone dell'accusa assieme ad altre seguaci e alcuni uomini ex dirigenti, nel procedimento contro Keith Raniere, estradato dal Messico e da allora incarcerato per pericolo di fuga.[18][19] Raniere è stato condannato il 27 ottobre 2020 a 120 anni di carcere.[20]

Il 30 giugno 2021 Allison Mack viene condannata a 3 anni di reclusione e a una multa di 20.000 dollari [21][22] e il 13 settembre è tradotta al carcere federale di Dublin, nella contea di Alameda.[23]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2002 - Teen Choice Awards
    • Nomination Best Sidekick in a TV Series (Smallville)
  • 2003 - Teen Choice Awards
    • Nomination Best Sidekick in a TV Series (Smallville)
  • 2004 - Teen Choice Awards
    • Nomination Best Sidekick in a TV Series (Smallville)
  • 2005 - Teen Choice Awards
    • Nomination Best Sidekick in a TV Series (Smallville)
  • 2005 - Saturn Award
    • Nomination Best supporting actress on Television (Smallville)
  • 2006 - Teen Choice Awards
    • Best Sidekick in a TV Series (Smallville)
  • 2006 - Saturn Award
    • Nomination Best supporting actress on Television (Smallville)
  • 2007 - Teen Choice Awards
    • Best Sidekick in a TV Series (Smallville)
  • 2008 - SyFy Genre Award
    • Best Supporting Actress (Smallville)
  • 2009 - Teen Choice Awards
    • Nomination Best Sidekick in a TV Series (Smallville)

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Allison Mack è stata doppiata da:

Da doppiatrice è sostituita da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Allison Mack, su antoniogenna.net, Smallville Italia.
  2. ^ (EN) Andy Williamson, Allison Mack, su examiner.com, The Examiner, 22 aprile 2009. URL consultato l'8 luglio 2012.
  3. ^ (EN) Allison Mack Actress WB.
  4. ^ (EN) Smallville Cast Bios Allison Mack, su cwtv.com, The CW. URL consultato il 5 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2011).
  5. ^ (EN) Allison Mack Leaving Smallville, su tvguide.com (archiviato dall'url originale il 12 giugno 2010).
  6. ^ (EN) KryptonSite Smallville Comic-Con Interviews, Part V: Executive Producer Brian Peterson!, su kryptonsite.com. URL consultato l'11 aprile 2011.
  7. ^ (EN) Biography, su allisonmack.com, Sito ufficiale. URL consultato l'8 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2012).
  8. ^ (EN) Iris Theatre Company, su iristheatreco.org (archiviato dall'url originale il 12 giugno 2010).
  9. ^ (EN) Sex cult sources: Allison Mack ‘married’ Actress Nicki Clyne to defraud US Immigration, in Artvoice, 3 aprile 2018. URL consultato il 27 agosto 2018.
  10. ^ (EN) Allison Mack Files for Divorce from Battlestar Galactica's Nicki Clyne: Report, in People, 12 dicembre 2020. URL consultato il 6 dicembre 2021.
  11. ^ (IT) huffingtonpost[collegamento interrotto].
  12. ^ Allison Mack: l'idea di marchiare a fuoco le schiave della setta è stata sua, in MondoFox, 1º giugno 2018. URL consultato il 15 giugno 2018.
  13. ^ Allison Mack conferma: sua l'idea di marchiare le schiave sessuali, su ilgiornale.it.
  14. ^ a b L'attrice Allison Mack, accusata di traffico sessuale, è stata rilasciata su cauzione, in Il Post, 25 aprile 2018. URL consultato il 15 giugno 2018.
  15. ^ Cosa raccontano i testimoni nel processo su Nxivm
  16. ^ Sex-slaver Keith Rainiere teaches sex-slave Allison Mack
  17. ^ (EN) ‘Smallville’ Actress Allison Mack Pleads Guilty in Sex Cult Case, in Variety, 8 aprile 2019. URL consultato il 9 aprile 2019.
  18. ^ NXIVM, Allison Mack si dichiara colpevole
  19. ^ ALLISON MACK, ATTRICE DI SMALLVILLE, TESTIMONIERÀ CONTRO IL CULTO DI CUI FACEVA PARTE
  20. ^ Usa, 120 anni di carcere a Keith Raniere: il fondatore della setta Nxvim condannato per abusi sessuali, su repubblica.it, 27 ottobre 2020. URL consultato il 27 novembre 2021.
  21. ^ Allison Mack, la star di Smallville condannata a 3 anni di prigione per traffico sessuale, su comingsoon.it. URL consultato il 27 novembre 2021.
  22. ^ Allison Mack, l'attrice di Smallville condannata a 3 anni di carcere per traffico sessuale nella setta NXIVM, su ilfattoquotidiano.it, 2 luglio 2021. URL consultato il 27 novembre 2021.
  23. ^ (EN) Dominic Patten, Dominic Patten, Allison Mack Reports To Prison Early To Serve 3-Year NXIVM Stint, su deadline.com, 16 settembre 2021. URL consultato il 24 aprile 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN66300358 · ISNI (EN0000 0000 4729 0536 · LCCN (ENno2008184606 · GND (DE1241337977 · BNE (ESXX1644857 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2008184606