Allen Gardiner (schooner)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Allen Gardiner
Descrizione generale
Tipo Schooner
Proprietà South American Mission Society
Destino finale affondata il 10 agosto 1893
Caratteristiche generali
Dislocamento 88 t
Armamento
Armamento Due cannoni da segnalazione/difesa

Vedi bibliografia

voci di navi e imbarcazioni a vela presenti su Wikipedia

L'Allen Gardiner fu uno schooner di proprietà della South American Mission Society, che lo intitolò al suo fondatore, Allen Gardiner; fu usato per varie missioni nella Terra del Fuoco per circa trent'anni nella seconda metà dell'Ottocento.

Massacro di Wulaia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Massacro di Wulaia.
Il massacro di Wulaia

La missione più famosa dell'Allen Gardiner fu una delle prime: incaricato di riportare a Wulaia alcune famiglie di Yaghan, nell'ottobre del 1859 lo schooner partì per Wulaia, sulla costa occidentale dell'isola di Navarino,[1] dove era stato anche incaricato di costruire una chiesa, lasciandovi un catechista.[2]

L'unico dei nove membri dell'equipaggio sopravvissuti, il cuoco Alfred Cole, raccontò che il 6 novembre 1859, quando tutti i membri dell'equipaggio (a parte il cuoco) scesero a riva disarmati per celebrare la prima messa della Terra del Fuoco, essi vennero accerchiati da circa trecento indigeni radunatisi attorno alla chiesa, che li massacrarono barbaramente.[1][2]

Naufragio[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 agosto 1893 l'Allen Gardiner, comandato dal capitano Robert Thompson, fu seriamente danneggiata durante una tempesta.[3] La colpa era del capitano Thompson, che aveva sbagliato nel tentare di navigare colla nave malmessa; fu "fortemente biasimato".[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Woran.
  2. ^ a b Bridges, p. 25.
  3. ^ a b (EN) Affondamento dell'Allen Gardiner, consultato il 29 luglio 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]