Allegri gemelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Allegri Gemelli)
Jump to navigation Jump to search
Allegri gemelli
Allegri gemelli.png
Titolo originaleOur Relations
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1936
Durata71 min (versione originale)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,37:1
Generecomico
RegiaHarry Lachman
Soggettotratto da The Money Box, di William W. Jacobs
SceneggiaturaRichard Connell, Felix Adler, Charley Rogers, Jack Jevne, Stan Laurel (non accreditato), Clarence Hennecke (non accreditato)
ProduttoreStan Laurel per conto di Hal Roach
Casa di produzioneHal Roach Studios
FotografiaRudolph Maté
MontaggioBert Jordan
Effetti specialiRoy Seawright
MusicheLeroy Shield, Marvin Hatley (originali), Piero Montanari (italiane, versione doppiata da Garinei e Ariani)
ScenografiaArthur I. Royce e William Stevens
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
1° doppiaggio (1937) (perduto):

2° doppiaggio (1949):

3° doppiaggio (1985):

4° doppiaggio (1992)

Allegri Gemelli (Our Relations), noto anche come I nostri parenti, è un film del 1936 diretto da Harry Lachman e interpretato da Stan Laurel e Oliver Hardy.

È l'unico lungometraggio della coppia in cui i due comici si sdoppiano; avevano già recitato in doppia parte in due cortometraggi: I monelli (1930) e Anniversario di nozze (1933).

È il primo dei due film co-prodotti anche da Stan Laurel.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Stanlio e Ollio prendono il tè con le loro mogli. In momentanea assenza delle mogli in sala, ricevono da un postino una lettera della madre di Ollio contenente una foto che li ritrae in compagnia dei loro fratelli gemelli Alf e Bert. La lettera dice che i loro fratelli, sono stati imbarcati su un piroscafo e impiccati per ammutinamento.

Stanlio è intenzionato a mostrare la lettera a sua moglie ma Ollio glielo impedisce suggerndogli di bruciarla affinché il loro passato non venga allo scoperto considerando che la cattiva fama dei loro gemelli possa compromettere la loro vita matrimoniale.

In realtà Alf e Bert sono ancora vivi, ma vivono da straccioni sul piroscafo dove sono stati abbordati, e vengono convinti dal capo ingegnere Finn, ad amministrare i loro soldi col pretesto di farli risparmiare e diventare milionari. Il tutto si rivelerà un imbroglio da parte di Finn intenzionato ad intascarsi i loro soldi. Poco dopo vengono incaricati dal capitano del piroscafo di badare ad un pacchetto con dentro un anello di inestimabile valore. Dovranno riconsegnarlo al capitano in una birreria, dove i due si recano per divertirsi ma avendo un solo dollaro in tasca ordinano un paio di birre e a causa di un piccolo pasticcio di Bert, conoscono casualmente due belle ragazze del tavolo a fianco, Lily e Alice, che dopo averli invitati da loro, ordinano da mangiare a loro spese; impossibilitati di pagare il conto dicono al cameriere che sarebbero tornati sulla nave a recuperare del denaro ma egli non fidandosi delle parole dei due marinai, chiede che gli venga lasciato come prova del loro ritorno qualcosa come garanzia e allora i due, su suggerimento di Alf, gli lasciano momentaneamente l'anello. I due si recano nella stanza dove alloggia Finn col pretesto che gli vengano restituiti i loro soldi, che lui si rifiuta assolutamente di restituire. Alf e Bert allora, su altro suggerimento di Alf, mettono momentaneamente fuori gioco Finn rubandogli i suoi vestiti per andare ad impegnarli con la speranza di racimolare qualche dollaro ma alla fine ricaveranno soltanto due dollari. I due danno un'altra possibilità a Finn per farsi riconsegnare i soldi ma scoprono che egli li ha cuciti nella fodera della giacca che hanno impegnato, pertanto Finn che per non farsi più fregare da loro, gli chiude a chiave nella stanza e impone ai due di consegnarli i loro abiti affinché possa uscire vestito per andare a recuperare i soldi e con l'altro pagare gli interessi sulla polizza dell'abito impegnato.

Intanto alla birreria arrivano Stanlio e Ollio con le loro mogli e, sia il cameriere Robert che le ragazze Lily e Alice li scambiano per Alf e Bert. Alice e Lily, amareggiate nell'essere state sostituite da due donne di mezza età, cercano di far cambiare loro idea convincendoli a tornare con loro ma i due le respingono in quanto affermano di non conoscerle. Nel frattempo sopraggiunge anche Finn che ha recuperato i suoi abiti e i soldi, unendosi al tavolo di Stanlio e Ollio credendoli appunto Alf e Bert. A questo punto le mogli, dopo le dichiarazioni di Finn, intendono divorziare dopo aver visto una vecchia fotografia di Alf e Bert a loro consegnata da Finn in cui li ritrae su una spiaggia con delle ragazze. I due sono quindi costretti a pagare anche il conto delle precedenti ordinazioni fatte da Alice e Lily e come da accordi, il cameriere restituisce l'anello che aveva avuto in garanzia.

Stanlio e Ollio, intenzionati di fargliela pagare a Finn per averli messi nei guai, si prendono gioco di lui facendogli dei dispetti con quest'ultimo che verrà poi sbattuto fuori dalla birreria per aver accidentalmente lanciato un piatto in faccia al barista.

Nel frattempo, Alf e Bert, rendendosi conto che Finn gli ha raggirati un'altra volta, anche se in mutande, si vestono con vecchie coperte e asciugamani per farne dei turbanti, per andare in birreria a farsi restituire l'anello, quando apprendono che il cameriere Robert lo ha dato, stando alla loro versione, a delle persone sbagliate. Dopo aver tramortito il cameriere convinti che l'anello sia ancora in suo possesso, vengono a loro volta tramortiti dal barista coi due che vengono poi arrestati dalla polizia e condotti dal giudice. Le mogli di Stanlio e Ollio apprendono di Alf e Bert, scambiati per i loro mariti, e si affrettano ad andare dal giudice per risolvere la questione. Alf e Bert, dopo un breve colloquio pacificatorio col giudice, si fanno scarcerare e perdonare dalle presunte rispettive mogli.

Intanto il capitano ha ordinato un mandato di cattura per Alf e Bert, che avrebbero dovuto possedere l'anello, dato per sbaglio a Stanlio e Ollio. Alf, Bert e le mogli di Stanlio e Ollio, su consiglio del giudice, si recano in un locale di classe dove incontrano nuovamente Alice e Lily cercando di riconciliare con loro ma le mogli di Stanlio e Ollio assistendo alla scena e molto indispettite, abbandonano il locale con l'intento di chiudere definitivamente i rapporti coi propri mariti.

Intanto Stanlio e Ollio sono entrati nel medesimo locale dove vengono rintracciati dal capitano che chiede loro l'anello. Nella confusione Alf va da Ollio e Bert da Stanlio; Ollio, ignaro, mette nella tasca della giacca di Alf l'anello il quale si da alla fuga per non farsi prendere dal capitano; quando le rispettive coppie si ricongiungono a vicenda, Stanlio e Ollio si fanno scortare fuori dal locale da presunti uomini d'affari interessati all'anello, i quali convincono con l'inganno Ollio di andare a fare una passeggiata all'aperto per intimorire Stanlio e farlo confessare per rivelare a loro dove avesse nascosto l'anello che lui afferma insistentemente di non avere, che in realtà è possesso dell'ignaro Alf. Nel frattempo sopraggiunge anche Finn, assetato di vendetta nei confronti di Alf e Bert, che insieme ai suoi scagnozzi, cerca di acciuffarli per tutto il locale ma alla fine i due riescono in qualche modo a svignarsela. Durante gli inseguimenti, per una coincidenza si ritroveranno tutti sullo stesso luogo: Stanlio e Ollio vengono presi in ostaggio dagli uomini che li avevano scortati fuori dal locale, in realtà membri di una banda appartenente alla malavita e messi coi piedi nel cemento affinché si decidano a confessare dove sia l'anello ma sia loro che i malavitosi, cadono giù da un molo, mentre Alf, dopo aver casualmente scoperto di avere in tasca l'anello, insieme a Bert, vanno alla ricerca del capitano che subito trovano nei paraggi e gli consegnano finalmente l'anello, che spaventato dopo aver visto due facce uguali a quelle dei suoi marinai, che stavano per essere salvati e riportati sul molo, fugge dal panico.

Intanto Alf e Bert si accorgono di due persone che stanno per affogare nel fiume e durante il tentativo di salvataggio, si accorgono che i due malcapitati sono proprio i loro fratelli gemelli Stanlio e Ollio che vengono quindi tratti in salvo coi quattro che finalmente si ricongiungono inaspettatamente arrivando alla conclusione che tutti i malintesi che si sono creati in questa faccenda sono dovuti al fatto che Stanlio e Ollio sono stati scambiati per Alf e Bert e loro due per Stanlio e Ollio.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1936, Hal Roach diede a Stan l'opportunità di controllare la produzione dei film della coppia: c'è stata confusione in proposito, perché Stan ha fatto le veci di Roach senza mettere un soldo per questo film, mentre per parecchio tempo si è creduto Our Relations un film prodotto direttamente da Stan con la sua casa di produzione, Stan Laurel Productions, effettivamente fondata da Laurel ma solo nel marzo del 1937, quando un nuovo conflitto fra lui e Roach sembrava dividere per sempre la coppia Laurel-Hardy.

Il risultato è molto divertente e con diverse sequenze d'antologia, e questo dimostrò quanto fosse vera la ragione di Stan Laurel alla ricerca di soggetti adatti a loro - mentre Roach insisteva su commedie musicali che costringeva la coppia a ruoli secondari. Stan produsse anche il film successivo, I fanciulli del West, girato nel 1936, ma uscito l'anno seguente.

Allegri gemelli è stato un successo commerciale, nonostante i costi di lavorazione fossero stati altissimi nella media dei film di L&H: questo portò un profitto minore nelle aspettative. Oggi circola anche in versione colorata con il computer.

Distribuzione italiana[modifica | modifica wikitesto]

La versione con il doppiaggio Cassola/Canali è andata perduta. Oltre alla versione più nota al pubblico doppiata da Garinei/Ariani, esiste anche quella doppiata da Croccolo/Fiorentini, che ad oggi rimane l'unico lungometraggio reperibile doppiato dalla coppia, che è stata riproposta nel 2015 nella rassegna 50 anni senza Stanlio, presentata alla Sala Trevi della Cineteca Nazionale di Roma, andata poi in onda per la prima volta in Televisione il 13 Novembre 2020 sul canale Rai Movie.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema