Alita - Angelo della battaglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alita - Angelo della battaglia
Alita - Angelo della battaglia.jpg
Rosa Salazar in una scena del film
Titolo originaleAlita: Battle Angel
Lingua originaleinglese, spagnolo
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2019
Durata122 min
Rapporto2,39:1
Genereavventura, azione, fantascienza, thriller
RegiaRobert Rodriguez
Soggettodal manga di Yukito Kishiro
SceneggiaturaJames Cameron, Laeta Kalogridis
ProduttoreJames Cameron, Jon Landau
Produttore esecutivoDavid Valdes
Casa di produzioneTwentieth Century Fox, Lightstorm Entertainment, Troublemaker Studios
Distribuzione in italiano20th Century Fox
FotografiaBill Pope
MontaggioStephen E. Rivkin
Effetti specialiBob Trevino, Richard E. Hollander, Joe Letteri, Eric Saindon
MusicheJunkie XL
ScenografiaCaylah Eddleblute, Steve Joyner
CostumiNina Proctor
TruccoJacqueline Fernandez, Kara Sutherlin
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Alita - Angelo della battaglia (Alita: Battle Angel) è un film del 2019 diretto da Robert Rodriguez.

La pellicola è l'adattamento cinematografico del manga Alita l'angelo della battaglia (1990-1995).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nell'anno 2563 la Città di ferro è una zona industriale costruita al fine di rifornire la città levitante di Salem, ancorata al di sopra di essa. Esattamente sotto il centro di Salem ed al centro della stessa città di ferro vi è una discarica nella quale vengono fatti precipitare i rifiuti di Salem. Nella città di ferro vive il dottor Dyson Ido, medico specializzato nella cibernetica. Alla ricerca di pezzi nella discarica, un giorno Ido rinviene una ragazza cyborg dal corpo pesantemente danneggiato la quale è però ancora viva, seppure in stasi. Portatala nella propria casa-laboratorio, Ido collega la giovane ad un minuto corpo robotico. Risvegliatasi il giorno successivo, la giovane rivela di non ricordare nulla del proprio passato, così Ido decide di chiamarla "Alita". Alita incontra Hugo, un giovane del luogo che rifornisce Ido di pezzi di ricambio, e se ne invaghisce. Hugo spiega ad Alita lo scopo della città ed il fatto che l'ordine è mantenuto da dei cacciatori di taglie, detti "braccatori" stipendiati dalla fabbrica che rifornisce Salem e, insieme ai suoi amici, la introduce al motorball, lo sport più popolare in città.

Nel mentre numerose donne vengono sventrate durante la notte ed Alita, notando Ido rientrare ferito alla propria abitazione, sospetta che egli sia l'omicida. Pedinatolo, Alita gli impedisce di attaccare una donna che si rivela però essere un cyborg nonché una dei tre assassini di donne: Ido è uno dei braccatori e stava dando loro la caccia. Il medico ordina ad Alita di fuggire ma quest'ultima dimostra incredibili capacità combattive che le permettono di uccidere due dei criminali e di mettere in fuga il terzo, l'enorme cyborg Grewishka. Durante il combattimento Alita ha una visione del proprio passato in cui combatte una battaglia sulla Luna dove una sua commilitona la chiama "99".

Tornati al laboratorio, Ido racconta alla giovane che in passato egli era un abitante di Salem ma che lui e sua moglie hanno dovuto lasciare la città a causa di una malattia della figlia, Alita, che la costrinse alla sedia a rotelle: il corpo donato dal dottore alla giovane cyborg sarebbe dovuto andare alla figlia di Ido. Lui e la moglie Chiren divennero tecnici di alcuni cyborg partecipanti alla Lega del motorball. Una notte il "Campione di Ido", il cyborg su cui il medico aveva lavorato più a lungo, si recò nel laboratorio del medico in preda ad una crisi di astinenza. Scoperto, l'uomo uccise Alita travolgendola mentre fuggiva. Furioso, Ido lo trovò e lo uccise dopodiché, sentendosi in qualche modo responsabile anche per gli altri mostri come lui, si tesserò braccatore ed utilizzò i proventi di tale attività per finanziare il laboratorio e curare i più bisognosi. L'evento generò in lui un forte astio per il motorball e causò la fine del suo rapporto con la moglie, la quale continuò a lavorare nel settore al soldo di Vector, il direttore della fabbrica e dei giochi. Subito dopo Ido rivela ad Alita che il di lei cuore è alimentato da un reattore ad antimateria miniaturizzato: si tratta di una tecnologia perduta dell'Unione delle Repubbliche Marziane (U.R.M), ente politico andato distrutto più di 300 anni prima come conseguenza della guerra fra Marte e Terra.

Danneggiato, Grewishka si reca da Chiren per delle riparazioni. Vector vorrebbe smantellarlo ma il cyborg viene posseduto da Nova il quale rivela che la cyborg Alita fa uso del Panzer Kunst, un'arte marziale praticata dai soldat d'élite della U.R.M. Nova vuole la morte di Alita ed a tal scopo ordina la ricostruzione ed il potenziamento di Grewishka. A tal scopo Vector ingaggia Hugo ed i suoi amici allo scopo di aggredire uno dei concorrenti del motorball al fine di derubarlo di un potente componente da utilizzare su Grewishka. Hugo è infatti un ladro di pezzi.

Il giorno dopo Hugo ed i suoi amici portano Alita al relitto di una nave U.R.M. situato al di fuori delle mura della città. Riconoscendo il suo nucleo alcuni sistemi della nave si riattivano ed Alita riesce ad accedere ad un corpo cibernetico femminile U.R.M. e chiede poi ad Ido di connetterla ad esso, così da potersi difendere efficacemente da Grewishka. Riconoscendo tale corpo come un Berseker, la più avanzata arma cyborg mai costruita, Ido rifiuta. Alita decide dunque di tentare un nuovo piano: si tessera anch'essa come braccatrice così da poter avere accesso ad un locale riservato dai braccatori e li sfida i presenti a sconfiggerla o ad unirsi a lei nella lotta contro Grewishka: si scatena una feroce rissa che viene interrotta dall'arrivo di Ido (che minaccia di non riparare più nessuno gratis se non si fossero fermati immediatamente) e, pochi secondi dopo, da quello di Grewishka. Alita affronta l'immenso cyborg venendo però letteralmente tagliata a pezzi ma riuscendo ad infilargli un pugno in un orbita oculare. Ciò, unito all'arrivo di Ido, Hugo e di un altro braccatore costringe il criminale alla fuga. Ido comprende il proprio errore e connette Alita al Berseker, il quale si riconfigura adattandosi all'immagine subconscia che la cyborg ha di se stessa.

Successivamente Hugo parla ad Alita del suo sogno: egli desidera recarsi a Salem e Vector gli ha promesso accesso alla città in cambio di una grande cifra di denaro che egli ha quasi raggiunto. Alita propone dunque a Hugo di vendere il di lei cuore ma lui rifiuta categoricamente. Alita decide dunque di partecipare ad una gara di motorball al fine di ottenere la cifra necessaria. Vector decide di aproffittare della cosa per tentare di uccidere Alita: gli altri partecipanti sono infatti tutti criminali o braccatori e su Alita viene posta una enorme taglia non ufficiale. Nel mentre il braccatore Zapan, precedentemente umiliato da Alita durante la sopracitata rissa, decide di vendicarsi della ragazza incastrando Hugo per un duplice omicidio compiuto da Zapan stesso e rivelando alla ragazza il coinvolgimento di Hugo nei furti di componenti per cyborg. Zapan ferisce poi mortalmente Hugo ed obbliga Alita a scegliere fra l'assistere alla morte del giovane per mano di Zapan o l'ucciderlo lei stessa. Sul luogo sopraggiunge però Chiren che decide di aiutarla connettendo la testa di Hugo al corpo di Alita, salvando così il ragazzo dalla morte e, contemporaneamente, facendo credere ai "Centurioni" (dei mastodontici robot che pattugliano la città e che contribuiscono anch'essi, insieme ai braccatori, a mantenere l'ordine) di aver adempiuto all'esecuzione di Hugo. Alita deruba Zapen di una spada U.R.M. e la usa per sfregiarlo, dopodiché si reca al laboratorio di Ido dove quest'ultimo collega Hugo ad un corpo robotico.

Infuriata con Vector per aver mentito ad Hugo (l'unico modo per un abitante della Città di Ferro per recarsi a Salem è divenire "ulra campione" della Champions League del motorball) Alita si reca alla fabbrica dove, dopo aver distrutto i centurioni di guardia, raggiunge l'uomo. A difesa dell'uomo giunge Grewishka che però non può più competere con Alita e viene facilmente ucciso. Vector rivela però di aver sempre mantenuto la promessa di mandare a Salem qualcuno. Mostra come esempio Chiren, anch'essa desiderosa di recarsi nella città levitante. Essa è ridotta alle sole mani, cuore, occhi e cervello: Nova infatti gradisce questi organi per i suoi esperimenti. Vector viene dunque posseduto da Nova il quale ordina ad Alita di lasciare immediatamente la fabbrica pacificamente, pena ritorsioni su Ido e Hugo. Alita trafigge Vector e dopo aver concluso la conversazione con Nova riceve una telefonata da Ido che la informa che dei soldati della fabbrica sono giunti al suo laboratorio in cerca di Hugo e che quest'ultimo è fuggito per tentare di fuggire a Salem risalendo uno dei cavi di sospensione. Alita tenta di raggiungerlo per farlo desistere e Nova, che sta osservando la scena, attiva un sistema di difesa che fa a pezzi Hugo. Alita riesce ad afferrare il giovane per un braccio ma questo si spezza ed egli precipita morendo.

Alcuni mesi dopo Alita si accinge a partecipare al proprio primo incontro di motorball nella Champions Lague.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

James Cameron si innamorò del concetto del manga dopo che Guillermo del Toro glielo segnalò.[1] La 20th Century Fox registrò il nome di dominio "battleangelalita.com" a nome di James Cameron intorno al giugno 2000.[2] La Fox registrò inoltre il dominio "battleangelmovie.com".[3] Nell'aprile 2003 Moviehole riportò che aveva confermato che avrebbe diretto un Battle Angel film.[4] Il 4 maggio 2003 Cameron confermò che uno script per il film era in sviluppo durante un'intervista sul programma Tokudane! della Fuji TV.[5] Originariamente era previsto come la sua produzione successiva alla serie televisiva Dark Angel,[6] che essa stessa era stata influenzata da Battle Angel Alita.[7] Successivamente fu posticipata ad essere prodotta dopo Aliens of the Deep nel gennaio 2005.[8]

Nel giugno 2005, l'The Hollywood Reporter affermò che il film sarebbe stato ulteriormente ritardato mentre Cameron sviluppava Project 880,[9] successivamente ribattezzato Avatar.[10] Entertainment Weekly trasmise un'intervista nel febbraio 2006 nella quale Cameron affermava che il suo contratto con la 20th Century Fox era che avrebbe prodotto entrambi i film.[11] L'articolo affermava anche che Battle Angel era programmato per essere distribuito nel settembre 2009.[11] Nel giugno 2006 Cameron commentò che Battle Angel era il secondo di due trilogie filmiche che stava sviluppando e di cui la prima era Avatar.[12]

Nel maggio 2008, Cameron disse che avrebbe iniziato a lavorare su The Dive, un film biografico sugli apneisti Pipin Ferreras e Audrey Mestre,[13] ritardando nuovamente il film su Alita. Quel luglio al San Diego Comic-Con International, ribadì di essere ancora impegnato nel fare il film.[14] Nel dicembre 2009 commentò in un'intervista con MTV News che una sceneggiatura per Battle Angel era stata completata.[15]

Nell'agosto 2008 Cameron affermò che era ancora intenzionato a fare il film ma non sapeva quando l'avrebbe fatto.[10] Comunque nell'ottobre dello stesso anno confermò che i suoi due film successivi sarebbero stati seguiti di Avatar[16]. Affermò nuovamente che non intendeva abbandonare il film perché amava troppo il progetto per lasciarlo a un altro regista[17], ma reiterò nel giugno 2011 che non sarebbe stato prodotto prima del completamento dei seguiti di Avatar[18] affermando che per ancora qualche anno Battle Angel non sarebbe prodotto[19]. Secondo Cameron il motivo per produrre prima Avatar era di alzare la consapevolezza sulla protezione dell'ambiente.[20]

In un'intervista con Alfonso Cuarón nel luglio 2013, Cameron fissò il 2017 come data di inizio delle riprese per il film[21]. Nell'ottobre 2015 The Hollywood Reporter annunciò che Robert Rodriguez era in trattativa per dirigere il film, ora battezzato Alita: Battle Angel e Cameron sarebbe stato il produttore insieme a Jon Landau.[22] Rodriguez era stato coinvolto da Cameron per riassumere e combinare le 186 pagine di sceneggiatura di Cameron e le circa 600 pagine di note. Soddisfatto dal lavoro di Rodriguez, Cameron gli offrì la regia.[23]

Nell'aprile 2016 The Hollywood Reporter riportò che la 20th Century Fox non aveva ancora dato il semaforo verde al film, nel tentativo di ridurre il budget ad una cifra sotto la soglia di 175–200 milioni di dollari.[24] L'articolo annunciò anche che Rodriguez era stato assunto come regista.[24] A fine maggio 2016 la Fox programmò la distribuzione del film per il 20 luglio 2018.[25]

Pre-produzione[modifica | modifica wikitesto]

I produttori del film James Cameron (sinistra) e Jon Landau (destra)

Mentre James Cameron era ancora il regista che avrebbe dovuto girare il film, era previsto che questo sarebbe stato girato con la stessa combinazione di riprese dal vivo e computer-generated imagery usata in Avatar[15], e Cameron prevedeva che il personaggio principale sarebbe stato girato completamente in CGI.[8] Cameron affermò che avrebbe usato le tecnologie usate per Avatar come fusion camera system, facial motion capture e la Simulcam.[26] Nel maggio 2006, Variety pubblicò che Cameron aveva trascorso i dieci mesi precedenti sviluppando la tecnologia per produrre il film.[27]

Nell'ottobre 2008, Mark Goerner, un artista digitale che aveva lavorato sul film per un anno e mezzo commentò che il lavoro di preproduzione sul film era quasi finito.[28]

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Secondo un articolo de The Hollywood Reporter nell'aprile 2016 la scelta dell'attrice per il ruolo di Alita era imminente e le candidate comprendevano Maika Monroe, Rosa Salazar e Zendaya.[24] Alla fine di maggio 2016 il sito collider.com pubblicò che era stata scelta la Salazar.[29]

Nell'agosto 2016 fu annunciato che Christoph Waltz era in trattativa per interpretare il Dr. Dyson Ido,[30] corrispondente a Daisuke Ido nel manga originale.[31] Il 14 settembre 2016 Jackie Earle Haley fu annunciato per il ruolo di un cattivo cyborg.[32] Il 21 settembre 2016Variety riportò che Ed Skrein era in trattativa per un ruolo nel film[33] e The Hollywood Reporter confermò che era stato scelto per interpretare Zapan.[34]

Il 30 settembre 2016 Keean Johnson fu segnalato per aver fatto un'audizione per la parte di Hugo, l'interesse amoroso di Alita, che sarà il motivo per cui lei parteciperà al Motorball, un gioco gladiatorio.[35] Per la parte erano stati presi in considerazione anche Avan Jogia, Douglas Booth, Jack Lowden e Noah Silver, ma Johnson venne scelto perché si stava cercando qualcuno più "etnicamente ambiguo".[35] Il 3 ottobre 2016 fu segnalato che Mahershala Ali era in trattativa per il ruolo di Vector, un uomo che trucca i combattimenti del Motorball.[36] Durante un'intervista per l'Oscar per il miglior attore non protagonista, Ali rivelò che avrebbe interpretato due ruoli nel film, sebbene non discusse la natura del secondo ruolo.[37]

Il 5 ottobre 2016 fu annunciato che Eiza González si era unita al cast.[38] La González è uno degli interpreti principali della serie Dal tramonto all'alba - La serie di Rodriguez. Il 7 ottobre 2016, Jorge Lendeborg Jr. annunciato la sua partecipazione alla pellicola nel ruolo di un amico di Hugo .[39] Lana Condor fu annunciata l'11 ottobre 2016 per il ruolo del teenager orfano Koyomi.[40] Il 18 ottobre 2016 Leonard Wu fu annunciato per il ruolo del cyborg Kinuba.[41] Marko Zaror si unì al cast per il ruolo del cyborg Ajakutty nel dicembre 2016.[42] il 7 febbraio 2017 Jennifer Connelly si unì al film per il ruolo di un cattivo sconosciuto.[43] Michelle Rodriguez fu retroattivamente annunciata per un ruolo il 22 febbraio 2017, dopo il completamento delle riprese del film.[44]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Il regista Robert Rodriguez.

Le riprese sono iniziate il 17 ottobre 2016 ad Austin in Texas e si sono concluse il 9 febbraio 2017.[32][45] Alla fine di gennaio 2017 sono state fatte audizioni per ruoli di comparse rocker, punk o emo per girare scene il 3, 6 e 7 febbraio.[46][47]

Il film è stato girato in 3D nativo.[48]

Il budget del film è stato di 170 milioni di dollari.[49]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo teaser trailer del film viene diffuso l'8 dicembre 2017.[50][51] Il secondo trailer viene diffuso il 23 luglio 2018.[52]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola, inizialmente prevista per il 20 luglio 2018[53] e poi per il 21 dicembre dello stesso anno,[54] è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi ed italiane a partire dal 14 febbraio 2019.[55][56]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Al 20 maggio 2019, il film ha incassato 85 710 210 $ nel Nord America e 319 070 111 $ nel resto del mondo, per un incasso mondiale totale di 404 780 321 $.[49]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore Rotten Tomatoes il film riceve il 60% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 6 su 10, basato su 275 critiche[57] mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 54 su 100, basato su 48 recensioni.[58]

Per Andrea Fornasiero di MYmovies.it ci sono «scene d'azioni spettacolari, una grande varietà di scenografie e costumi per un film narrativamente ricco», assegnandogli una valutazione di 3,5 su 5.[59] Federico Gironi di Comingsoon.it scrive: «Pur con qualche piccolo eccesso spettacolare un po' facilone [...] Alita – L'angelo della battaglia sorprende per come è stato capace di conciliare, all'interno di una sceneggiatura che va fin troppo veloce, e che però così facendo ti trascina senza lasciarti modo di farti troppe domande, i suoi tanti elementi», dando 3,5 su 5.[60]

Lo stesso creatore del manga, ha commentato la pellicola:[61]

«Grazie al grandioso staff è diventato il più grande film al mondo. Ogni volta che lo vedo trovo qualcosa di nuovo. La composizione è fantastica. [...] Il cuore del manga è stato brillantemente adattato per il film, tra cui le emozioni dei personaggi e le loro motivazioni che si sono rispecchiate alla perfezione nel lungometraggio, quindi sono stato davvero felice. Mi sento semplicemente molto onorato.»

(Yukito Kishiro)

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 luglio 2018, durante la presentazione al San Diego Comic-Con International, i produttori hanno dichiarato di essere interessati a dare vita ad un franchise dopo questo film.[48]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Larry Carroll, 'Avatar' Producer Says 'Battle Angel Alita' Has A New Name, Will Follow 'Avatar 2', su MTV News, 18 febbraio 2010. URL consultato il 3 maggio 2016.
  2. ^ James Caeron interestd in Alita, su Anime News Network, 27 giugno 2000. URL consultato il 28 aprile 2016.
  3. ^ Battle Angel Alita Domains, su Anime News Network, 8 gennaio 2001. URL consultato il 28 aprile 2016.
  4. ^ Cameron's Alita confirmed?, su Anime News Network, 17 aprile 2003. URL consultato il 28 aprile 2016.
  5. ^ Cameron's Alita in pre-production, su Anime News Network, 7 maggio 2003. URL consultato il 3 maggio 2016.
  6. ^ Live-Action "Alita: Battle Angel" Finally Shows Its Hand, in Crunchyroll, 8 dicembre 2017.
  7. ^ James Cameron Hasn't Forgotten About 'Battle Angel', su screenrant.com, 20 agosto 2010.
  8. ^ a b Cameron Talks About Battle Angel, su Anime News Network, 22 novembre 2004. URL consultato il 3 maggio 2016.
  9. ^ James Cameron to Delay Battle Angel?, su Anime News Network, 16 giugno 2005. URL consultato il 3 maggio 2016.
  10. ^ a b James Cameron: Battle Angel Alita 'Still On My Radar', su Anime News Network, 20 agosto 2010. URL consultato il 3 maggio 2016.
  11. ^ a b News on Cameron's Battle Angel, su Anime News Network, 19 febbraio 2006. URL consultato il 3 maggio 2016.
  12. ^ Larry Carroll, 'Titanic' Mastermind James Cameron's King-Size Comeback: Two Sci-Fi Trilogies, su MTV News, 29 giugno 2006. URL consultato il 3 maggio 2016.
  13. ^ Cameron Not Planning on Battle Angel after Avatar Film, su Anime News Network, 16 maggio 2008. URL consultato il 3 maggio 2016.
  14. ^ Cameron: Still Looking at Battle Angel 'Very Seriously' (Updated), su Anime News Network, 25 luglio 2009. URL consultato il 3 maggio 2016.
  15. ^ a b Rick Marshall, 'Avatar' Director Offers Update On 'Battle Angel Alita' Adaptation, su MTV News, 14 dicembre 2009. URL consultato il 3 maggio 2016.
  16. ^ Cameron's Next Films to Be Avatar 2/3, Not Battle Angel, su Anime News Network, 27 ottobre 2010. URL consultato il 3 maggio 2016.
  17. ^ Hunter Daniels, Battle Angel Update from James Cameron, su Collider.com, 31 gennaio 2011. URL consultato il 3 maggio 2016.
  18. ^ Cameron: Battle Angel Still Planned After Avatar 2/3, su Anime News Network, 10 giugno 2011. URL consultato il 3 maggio 2016.
  19. ^ EXCLUSIVE: James Cameron is still going to do BATTLE ANGEL ALITA, but not for a while!!!, su Ain't It Cool News, 8 maggio 2012. URL consultato il 3 maggio 2016.
  20. ^ Terri Schwartz, James Cameron: 'Avatar' Will Do 'More Good' Than 'Battle Angel', su MTV News, 17 aprile 2012. URL consultato il 3 maggio 2016.
  21. ^ Cameron: Will Start Developing Battle Angel Alita in 2017, su Anime News Network, 9 luglio 2013. URL consultato il 3 maggio 2016.
  22. ^ Borys Kit, James Cameron, Robert Rodriguez Teaming Up for 'Battle Angel Alita' Movie, in The Hollywood Reporter, 14 ottobre 2015. URL consultato il 3 maggio 2016.
  23. ^ Taryn Nobil, James Cameron and Robert Rodriguez’s ‘Alita: Battle Angel’ Gets Creepy First Trailer, su Variety, 8 dicembre 2017. URL consultato il 9 dicembre 2017.
  24. ^ a b c Borys Kit, Zendaya Among Finalists for James Cameron's 'Battle Angel' Movie (Exclusive), in The Hollywood Reporter, 26 aprile 2016. URL consultato il 3 maggio 2016.
  25. ^ Adam Chitwood, Fox Dates 'Alita: Battle Angel'; Shifts 'The Predator' and Two Marvel Movies, su Collider.com, 28 maggio 2016. URL consultato il 28 maggio 2016.
  26. ^ James Cameron Lists Needed Tech for Battle Angel Film, su Anime News Network, 5 agosto 2009. URL consultato il 3 maggio 2016.
  27. ^ Grady Hendrix, Manga's the rights fit for majors, su Variety, 28 maggio 2006. URL consultato il 3 maggio 2016.
  28. ^ CG Artist Interviewed on Prelim. Battle Angel Designs, su Anime News Network, 25 ottobre 2008. URL consultato il 3 maggio 2016.
  29. ^ Haleigh Foutch, Exclusive: Rosa Salazar to Lead 'Battle Angel Alita', su Collider.com, 26 maggio 2016. URL consultato il 26 maggio 2016.
  30. ^ Borys Kit, Christoph Waltz in Talks to Star in James Cameron's 'Alita: Battle Angel' (Exclusive), in The Hollywood Reporter, 24 agosto 2016. URL consultato il 24 agosto 2016.
  31. ^ Christoph Waltz in Talks to Star in James Cameron's Alita: Battle Angel, su Anime News Network, 24 agosto 2016. URL consultato il 24 agosto 2016.
  32. ^ a b Borys Kit, James Cameron's 'Alita: Battle Angel' Casts Jackie Earle Haley (Exclusive), in The Hollywood Reporter, 14 settembre 2016. URL consultato il 14 settembre 2016.
  33. ^ Dave McNary, Ed Skrein in Talks to Join James Cameron's 'Alita: Battle Angel', su Variety, 21 settembre 2016. URL consultato il 21 settembre 2016.
  34. ^ Borys Kit, 'Deadpool' Bad Guy Ed Skrein Joins James Cameron's 'Alita: Battle Angel' (Exclusive), in The Hollywood Reporter, 21 settembre 2016. URL consultato il 22 settembre 2016.
  35. ^ a b Borys Kit, 'Nashville' Actor Nabs Key Role in 'Alita: Battle Angel' (Exclusive), in The Hollywood Reporter, 30 settembre 2016. URL consultato il 1º ottobre 2016.
  36. ^ Matthew Mueller, 'Luke Cage' Villain Mahershala Ali in Talks to Join James Cameron's 'Alita: Battle Angel' (Exclusive), in The Hollywood Reporter, 3 ottobre 2016.
  37. ^ Russ Fischer, Oscar-Winner Mahershala Ali Plays Two Roles In 'Alita: Battle Angel', su moviepilot.com, 27 febbraio 2017. URL consultato il 27 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 27 febbraio 2017).
  38. ^ Dave McNary, James Cameron's 'Alita: Battle Angel' Adds Eiza Gonzalez, su Variety, 5 ottobre 2016. URL consultato il 6 ottobre 2016.
  39. ^ Mia Galuppo, 'Alita: Battle Angel' Adds 'Spider-Man: Homecoming' Actor (Exclusive), in The Hollywood Reporter, 7 ottobre 2016. URL consultato l'11 ottobre 2016.
  40. ^ Amanda N'Duka, 'X-Men' Actress Lana Condor Joins 'Alita: Battle Angel'; 'Pacific Rim' Sequel Adds Ivanna Sakhno, su deadline.com, 11 ottobre 2016.
  41. ^ Dave McNary, Leonard Wu Joins James Cameron's 'Alita: Battle Angel' (EXCLUSIVE), su Variety, 19 ottobre 2016. URL consultato il 22 ottobre 2016.
  42. ^ Peter Martin, Marko Zaror Joins ALITA: BATTLE ANGEL, su screenanarchy.com, December 2016. URL consultato il 6 dicembre 2016.
  43. ^ Borys Kit e Brian Porreca, Jennifer Connelly Joins James Cameron's 'Alita: Battle Angel' (Exclusive), in The Hollywood Reporter, 7 febbraio 2017. URL consultato l'8 febbraio 2017.
  44. ^ James Hibberd, Michelle Rodriguez joins 'Alita: Battle Angel' movie, su Entertainment Weekly, 22 febbraio 2017. URL consultato il 23 febbraio 2017.
  45. ^ Job Hotline - Crew & Industry Calls - Alita: Battle Angel, su texas.gov. URL consultato l'11 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2016).
  46. ^ Chelsea Cunningham, Rocker, emo-types wanted for Sci-Fi movie filming in Austin, su kvue.com, 31 gennaio 2017. URL consultato l'8 febbraio 2017.
  47. ^ Andy Jechow, Robert Rodriguez film seeking ‘edgy’ extras in Austin, su kxan.com, 31 gennaio 2017. URL consultato l'8 febbraio 2017.
  48. ^ a b Mirko D'Alessio, Comic-Con 2018 – Alita: Angelo della Battaglia, abbiamo visto 18 minuti del film di Robert Rodriguez, badtaste.it, 21 luglio 2018. URL consultato il 21 luglio 2018.
  49. ^ a b (EN) Alita - Angelo della battaglia, su Box Office Mojo. URL consultato il 22 febbraio 2019. Modifica su Wikidata
  50. ^ Andrea Bedeschi, Alita: Battle Angel, ecco il trailer tease del film di Robert Rodriguez, badtaste.it, 8 dicembre 2017. URL consultato l'8 dicembre 2017.
  51. ^ Alita: Angelo della Battaglia, ecco il primo suggestivo trailer italiano del film di Robert Rodriguez! - BadTaste.it, in BadTaste.it. URL consultato l'8 dicembre 2017.
  52. ^ Filmato audio 20th Century Fox, Alita: Angelo della Battaglia, su YouTube, 23 luglio 2018. URL consultato il 24 luglio 2018.
  53. ^ (EN) Adam Chitwood, Fox Dates ‘Alita: Battle Angel’; Shifts ‘The Predator’ and Two Marvel Movies, collider.com, 28 maggio 2016. URL consultato l'8 dicembre 2017.
  54. ^ Andrea Francesco Berni, Alita: Angelo della Battaglia e The Predator rinviati, Poirot sul Nilo ha una data d’uscita, badtaste.it, 13 febbraio 2018. URL consultato il 13 febbraio 2018.
  55. ^ Andrea Francesco Berni, La Fox rinvia Alita, Dark Phoenix e Gambit; a dicembre uscirà un “nuovo” Deadpool, badtaste.it, 29 settembre 2018. URL consultato il 29 settembre 2018.
  56. ^ Filmato audio 20th Century Fox Italia, Alita: Angelo della battaglia - Trailer Ufficiale #3 HD - 20th Century Fox 2018, su YouTube, 13 novembre 2018. URL consultato il 13 novembre 2018.
  57. ^ (EN) Alita - Angelo della battaglia, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato l'8 marzo 2019. Modifica su Wikidata
  58. ^ (EN) Alita - Angelo della battaglia, su Metacritic, CBS Interactive Inc.. URL consultato il 7 marzo 2019. Modifica su Wikidata
  59. ^ Alita - Angelo della Battaglia, su MYmovies.it. URL consultato il 23 febbraio 2019.
  60. ^ Alita: Angelo della battaglia - Film (2019), su Comingsoon.it. URL consultato il 23 febbraio 2019.
  61. ^ Beatrice Pagan, Alita - Angelo della Battaglia, il creatore del manga ha già visto il film 5 volte!, su Movieplayer.it, 19 febbraio 2019. URL consultato l'8 marzo 2019.
  62. ^ (EN) The 45th annual Saturn Awards (PDF), su deadline.com. URL consultato il 17 luglio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]