Alissa Czisny

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alissa Czisny
Czisny 2010 Skate Canada.jpg
Alissa Czisny all'edizione 2010 di Skate Canada
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 164 cm
Pattinaggio di figura Figure skating pictogram.svg
Specialità Pattinaggio artistico su ghiaccio singolo
Categoria Senior
Squadra Detroit SC
 

Alissa Czisny (Sylvania, 25 giugno 1987) è una pattinatrice artistica su ghiaccio statunitense.

Vincitrice della finale del Grand Prix 2010-2011, due volte (2009 e 2011) campionessa nazionale, medaglia di bronzo nel 2007 e d'argento nel 2012 nei Campionati Nazionali, due volte (2005 e 2010) vincitrice di Skate Canada e medaglia d'oro nel 2011 a Skate America.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Alissa Czisny ha iniziato a pattinare ad appena un anno e mezzo di età, quando lei e sua sorella Amber accompagnavano la madre alla pista di pattinaggio perché non volevano rimanere a casa da sole con la baby-sitter. Nel 1998 ha poi cominciato ad allenarsi con Julianne Berlin[1] e Theresa McKendry era la sua coreografa.[1]

Stagioni 2004-2005 e 2005-2006[modifica | modifica wikitesto]

Alissa si è classificata 4ª al suo debutto nel Grand Prix durante l'edizione del 2004 di Skate America, al quale era stata invitata dopo il ritiro di Michelle Kwan.[1] Ha raggiunto la notorietà internazionale con la vittoria della medaglia d'oro a Skate Canada International[2] e d'argento a Skate America nel 2005. Si è poi classificata sesta nella finale del Grand Prix 2005-2006. Nel 2006 ha preso parte ai Campionati Nazionali a St. Louis, che ha concluso al settimo posto.

Stagione 2006-2007[modifica | modifica wikitesto]

La Czisny ha iniziato la stagione 2006-2007 con la competizione Skate Canada International del 2006 dove si è piazzata al quarto posto. A novembre del 2006 ha inoltre partecipato alla Cup of Russia. Nei Campionati Nazionali del 2007 si è classificata quinta nel programma corto e poi prima nel libero, ottenendo così il terzo posto nella competizione e l'assegnazione dell'ultimo posto disponibile nel gruppo di atlete che ha rappresentato gli Stati Uniti ai Campionati mondiali di Tokio del 2007, che ha concluso in 15ª posizione.

Stagione 2008-2009[modifica | modifica wikitesto]

All'edizione di Skate Canada International del 2008 si è poi classificata terza, dopo Joannie Rochette e Fumie Suguri.[3] Nei Campionati Nazionali del 2009 ha ottenuto la medaglia d'oro grazie all'ottimo risultato del programma corto, al termine del quale aveva ben cinque punti di vantaggio[4] che, nonostante la terza posizione nel programma libero, le hanno permesso di salire sul gradino più alto del podio.[5] Quello del 2009 è stato il suo primo titolo nazionale, ottenuto superando Rachael Flatt e Caroline Zhang.[6] Si è così guadagnata la partecipazione al Quattro continenti ed ai Campionati mondiali, che ha concluso rispettivamente in nona ed undicesima posizione.

Stagione 2009-2010[modifica | modifica wikitesto]

Nell'edizione 2009-2010 del Grand Prix, Alissa si è classificata quarta alla Rostelecom Cup 2009 ed ha vinto l'argento a Skate Canada International 2009. Il suo punteggio nel programma corto, 63,52, è stato il quarto più alto dell'intera edizione 2009-2010 del Grand Prix, sorpassato solo da due punteggi ottenuti da Yu-Na Kim e da uno di Joannie Rochette. Nei Campionati Nazionali del 2010 si è classificata decima; di conseguenza, non si è qualificata per far parte della squadra olimpica americana ed i fondi finanziari stanziati per sostenere il suo allenamento sono stati tagliati.[7] Ha inoltre scoperto che sua sorella aveva il cancro.[7] Per queste ragioni la Czisny aveva preso in considerazione l'idea di ritirarsi, ma i suoi mentori Brian Boitano e Linda Leaver l'hanno incoraggiata a continuare.[8][9]

Il cambio di allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2010 Alissa ha lasciato la sua allenatrice Julianne Berlin,[10] che la seguiva da dodici anni.[11] Nel maggio seguente ha annunciato che sarebbe rimasta nel Detroit Skating Club di Bloomfield Hills, in Michigan, con i due nuovi allenatori Yuka Satō e Jason Dungjen.[12] Con loro ha quindi iniziato a rivedere la sua tecnica nei salti[13][14] oltre che il suo approccio mentale alla competizione.[7] Alissa ha sottolineato di essersi finalmente resa conto che i suoi risultati nel pattinaggio non definiscono chi lei è come persona.[15]

Alissa Czisny nella finale del Grand Prix 2011

Stagione 2010-2011[modifica | modifica wikitesto]

La Czisny ha iniziato la stagione 2010-2011 vincendo l'edizione 2010 di Skate Canada International,[16] conquistando quindi il suo primo oro nelle competizioni del Grand Prix sin dai tempi della vittoria a Skate Canada nel 2005. Si è inoltre qualificata per i Campionati Nazionali del 2011. Con la partecipazione al suo secondo evento della serie Grand Prix della stagione, il Trophée Eric Bompard del 2010, ha vinto una medaglia di bronzo che, assieme al risultato di Skate Canada, le ha permesso di partecipare alla Finale del Grand Prix. In tale competizione, la Cizsny ha vinto nel programma corto con 63,76 punti e si è classificata terza nel programma libero ottenendo anche il nuovo record personale di 116,99 punti. Ha poi vinto la sua prima Finale del Grand Prix con un nuovo personal best totale di 180,75 punti. Nei Campionati Nazionali del 2011 si è classificata 2ª nel programma corto con 62,50 punti[17] e poi prima nel libero con 128,74 punti. Ha così vinto l'oro con un totale di 191,24 punti.[18] Questo è stato il suo secondo titolo nazionale,[19] ottenuto con 7,86 punti di distacco dalla campionessa uscente Rachael Flatt.[8] È stata inoltre la prima volta, da quando nel 2005 Michelle Kwan era diventata campionessa degli Stati Uniti per la nona volta, in cui la stessa pattinatrice ha vinto più di un titolo nazionale.[18] Alissa si è poi classificata quinta nei Campionati mondiali, segnando il suo miglior risultato di sempre in questo evento. A stagione finita, ha infine pattinato un buon numero di show.[20]

Stagione 2011-2012[modifica | modifica wikitesto]

Per la stagione 2011-2012 la Czisny è stata assegnata a Skate America 2011 e al Trophée Eric Bompard 2011 come competizioni del Grand Prix 2011-2012. Ha vinto la medaglia d'oro a Skate America e di bronzo al Trophee Bompard. In quest'ultima competizione si è classificata comunque prima nel programma libero con 121,90 punti, suo nuovo record personale nel programma libero di una gara internazionale. Con questi risultati, Alissa si è qualificata per la finale del Grand Prix. Durante un allenamento, l'8 dicembre, ha avuto un infortunio al polpaccio che ha attribuito ad un errore in un flip.[21] I medici hanno però stabilito che avrebbe potuto pattinare senza rischiare di peggiorare la situazione e così ha partecipato alla finale concludendola al quinto posto. Ha poi vinto l'argento nei Campionati Nazionali 2012 ed il bronzo nella Challenge Cup. Dopo questo evento ha deciso di non includere nel suo programma per i Campionati mondiali la combinazione di salti doppio axel-triplo toe-loop.[22] Proprio ai mondiali del 2012 però, la Czisny è caduta due volte nel programma corto e cinque nel libero, concludendo quindi in 22ª posizione. Alissa era comunque stata invitata a partecipare al World Team Trophy, ma il suo allenatore Jason Dungjen ha rifiutato ed al suo posto è stata selezionata Gracie Gold. Nel maggio 2012, una risonanza magnetica ha rivelato che la Czisny aveva una cartilagine strappata nel fianco sinistro.[23] La pattinatrice ha commentato che non avrebbe partecipato al mondiale se avesse saputo di essere infortunata.[23][24] Il 6 giugno 2012 è stata operata a Nashville.[25]

Stagione 2012-2013[modifica | modifica wikitesto]

Per la stagione 2012-2013 l'evento del Grand Prix al quale Alissa Czisny era stata assegnata era l'NHK Trophy, ma la pattinatrice statunitense si è ritirata per assicurarsi una completa guarigione dall'operazione alla quale era stata sottoposta a giugno del 2012, mentre per sostituirla è stata invitata all'evento la sua connazionale Mirai Nagasu.[26]

Alissa aveva sperato di poter tornare a gareggiare in tempo per il campionato nazionale del 2013,[27] ma il 12 gennaio 2013, durante l'evento "Fox Cities Invitational" tenutosi ad Appleton, nel Wisconsin, è caduta da un triplo flip e si è lussata l'anca sinistra.[28][29][30] La pattinatrice è stata quindi portata all'ospedale per curare la lussazione[30] ed è stato poi confermato il suo ritiro dai campionati statunitensi.[29]

Nell'aprile 2013 la Czisny ha ripreso ad allenarsi regolarmente presso il Detroit Skating Club di Bloomfield Hills, in Michigan. In preparazione per la stagione 2013-2014 Alissa ha ricominciato ad esercitarsi incrementando gradualmente la difficoltà delle proprie trottole e dei propri salti ed ha annunciato di voler aggiungere agli elementi del programma libero una combinazione di due salti tripli. Inoltre ha lavorato regolarmente con un allenatore al di fuori della pista e si è sottoposta quotidianamente a fisioterapia. Ha detto di avere come obiettivo l'ottenimento di uno dei tre posti nella squadra statunitense femminile per le Olimpiadi del 2014.[28]

Stagione 2013-2014[modifica | modifica wikitesto]

Per la stagione 2013-2014 Alissa Czisny non è stata invitata a partecipare a nessuna competizione del Grand Prix.[28]

Tecnica di pattinaggio[modifica | modifica wikitesto]

A differenza della maggior parte dei pattinatori, Alissa salta ed esegue le trottole in senso orario. Le sue trottole sono molto apprezzate.[31] In una intervista ha detto: "Quando ero più piccola, io e mia sorella ci esercitavamo nelle trottole assieme. Le provavamo per ore, guardando chi delle due girava più a lungo e/o più velocemente. Provavamo anche a fare più varianti possibile".[32] Per quanto riguarda invece i salti non è molto a suo agio con il triplo salchow, che non ha più eseguito in una competizione sin dal 2005 ma che aveva pianificato di tentare nella stagione 2011-2012.[33]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Alissa ha preso lezioni di danza sian da piccola per migliorare la sua flessibilità e forza.[32] Anche sua sorella gemella, Amber, era una pattinatrice, ma si è ritirata per degli infortuni ed è diventata una allenatrice e coreografa.[32]

Alissa si è inoltre laureata "summa cum laude" presso la Bowling Green State University, che ha frequentato interamente con una borsa di studio,[1][10] specializzandosi in studi internazionali, francese e russo.[31] Ha seguito le lezioni online per via dei suoi allenamenti di pattinaggio.[32] Vuole inoltre imparare il giapponese.[31]

È stata una delle quattro pattinatrici emergenti comparse nella serie televisiva della TLC del 2006, Ice Diaries.

La Czisny è vegetariana[34] e cristiana.[32] Nel 2011 ha fatto una breve apparizione in una pubblicità del Super Bowl per la Chrysler e Detroit ed ha poi recitato nel video "Chrysler's Perseverance".[35]

Programmi[modifica | modifica wikitesto]

Alissa Czisny alla finale del Grand Prix 2011
Alissa Czisny allo spettacolo del 2010 "Stars on Ice"
Stagione Programma corto Programma libero Esibizione
2013–2014 TBA Ice Palace e Via col vento
di Max Steiner
coreografia di Marina Zueva
TBA
2012–2013 La Vie en rose
di Édith Piaf
coreografia di Yuka Satō e Pasquale Camerlengo
Ice Palace e Via col vento
di Max Steiner
coreografia di Marina Zueva
2011–12 La Vie en rose
di Édith Piaf
coreografia di Yuka Satō e Pasquale Camerlengo[20]
Valse triste
di Jean Sibelius
coreografia di Pasquale Camerlengo[20]
Dancing with Myself
di Nouvelle Vague
Moon River
colonna sonora dal film del 1961 Colazione da Tiffany
2010–11 Romance
dal concerto per violino
di Erich Wolfgang Korngold
Selezione da Winter into Spring
di George Winston
coreografia di Pasquale Camerlengo[36]
You'll Never Walk Alone
di Barbra Streisand
I Like the Way (You Move)
dei Bodyrockers
Dancing with Myself
di Nouvelle Vague
Moon River
colonna sonora dal film del 1961 Colazione da Tiffany
2009–10 La maschera di Zorro
colonna sonora dal film del 1998
di James Horner
Il dottor Živago
colonna sonora dal film del 1965
di Maurice Jarre
You'll Never Walk Alone
di Barbra Streisand
I Like the Way (You Move)
dei Bodyrockers
2008–09 Le Cygne
di Camille Saint-Saëns
Il dottor Živago
colonna sonora dal film del 1965
di Maurice Jarre
I, Don Quixote
di Linda Eder
Bridge over Troubled Water
di Simon & Garfunkel
2007–08 Le Cygne
di Camille Saint-Saëns
West Side Story
colonna sonora dal film West Side Story
di Leonard Bernstein
e O. Sonstadt
2006–07 Prelude & Quadukka-I-Mayas
by Jesse Cook
performed by the
Hamzy Egyptian Strings Ensemble
Estratto da Sabrina
colonna sonora di John Williams
L'uomo della Mancha
di Mitch Leigh
voce di Joe Darion
2005–06 Prelude & Quadukka-I-Mayas
di Jesse Cook
eseguita da
Hamzy Egyptian Strings Ensemble
La Bayadère
di Aloisius Ludwig Minkus
Someone Like You
di Linda Eder
2004–05 The Mission
colonna sonora dal film del 1986
di Ennio Morricone
Il lago dei cigni
di Pëtr Il'ič Čajkovskij
Un bel dì vedremo
da Madama Butterfly
di Giacomo Puccini
eseguita da Opera Babes
2003–04 The Mission
colonna sonora dal film del 1986
di Ennio Morricone
Il lago dei cigni
di Pëtr Il'ič Čajkovskij
Un bel dì vedremo
da Madama Butterfly
di Giacomo Puccini
eseguita da Opera Babes
2002–03 Rushing Wings of Dawn
di Tim Janis
Rapsodia su un tema di Paganini
di Sergej Rachmaninov
Romeo e Giulietta
colonna sonora dal film del 1968
di Nino Rota e André Rieu
2001–02 Rushing Wings of Dawn
di Tim Janis
Rapsodia su un tema di Paganini
di Sergej Rachmaninov
Romeo e Giulietta
colonna sonora dal film del 1968
di Nino Rota e André Rieu
2000–01 Chiaro di luna
di Ludwig van Beethoven
Faust
di Charles Gounod
  • TBA= "To Be Announced" cioè "Non ancora annunciato"

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Dalla stagione 2004-2005[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Internazionali
Evento 2004–05 2005–06 2006–07 2007–08 2008–09 2009–10 2010–11 2011–12 2012–13
Campionati mondiali 15° 11° 22°
Quattro continenti
Finale del Grand Prix
Trophée Eric Bompard
Cup of China
Cup of Russia
NHK Trophy R
Skate America
Skate Canada
Nebelhorn Trophy
Ondrej Nepela Memorial
Challenge Cup
Internazionali: categoria Junior
Campionati mondiali juniores
Nazionali
Campionati statunitensi 10° R
U.S. Collegiate
Midwestern Sectionals
Eastern Great Lakes Regionals
R = Ritirata; TBD = Assegnata

Fino alla stagione 2003-2004[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Internazionali: categoria Junior
Evento 1996–97 1997–98 1998–99 1999–00 2000–01 2001–02 2002–03 2003–04
Finale Junior Grand Prix
JGP - Bulgaria
JGP - Francia
JGP - Slovacchia
Gardena Spring Trophy
Triglav Trophy
Nazionali
Campionati statunitensi 2° J 11° 10° 12°
Midwestern Sectionals 5° I 9° J 1° J
Eastern Great Lakes Regionals 4° G 1° I 10° N 3° J 1° J
JGP = Junior Grand Prix
Categorie: G = Giovanile; I = Intermedia; N = Novice; J = Junior

Risultati in dettaglio[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2011–2012
Data Evento PC PL Totale
26–31 marzo 2012 Campionati mondiali 2012 16
48.31
22
75.80
22
124.11
8–11 marzo 2012 Challenge Cup 2012 2
59.82
5
92.92
3
152.74
21–29 gennaio 2012 Campionati Nazionali 2012 2
63.14
2
116.86
2
180.00
8–11 dicembre 2011 Finale del Grand Prix 2011-2012 4
60.30
5
96.67
5
156.97
17–20 novembre 2011 Trophée Eric Bompard 2011 3
57.25
1
121.90
3
179.15
21–23 ottobre 2011 Skate America 2011 1
64.20
2
113.28
1
177.48
1º ottobre 2011 Japan Open 2011 5
107.64
Alissa Czisny (a destra) sul podio del Trophée Eric Bompard 2010
Alissa Czisny (al centro) con le altre medagliate a Skate Canada 2010
Stagione 2010–2011
Data Evento PC PL Totale
25 aprile – 1º maggio 2011 Campionati mondiali 2011 4
61.47
5
120.78
5
182.25
15–20 febbraio 2011 Quattro continenti 2011 5
58.94
5
109.87
5
168.81
22–30 gennaio 2011 Campionati Nazionali 2011 2
62.50
1
128.74
1
191.24
8–12 dicembre 2010 Finale del Grand Prix 2010-2011 1
63.76
3
116.99
1
180.75
25–28 novembre 2010 Trophée Eric Bompard 2010 4
55.50
4
104.30
3
159.80
11–13 novembre 2010 Midwestern Sectional Championships 1
56.98
1
104.47
1
161.45
28–31 ottobre 2010 Skate Canada 2010 4
55.95
1
116.42
1
172.37
Stagione 2009–2010
Data Evento PC PL Totale
14–24 gennaio 2010 Campionati Nazionali 2010 7
54.18
11
86.19
10
140.37
19–22 novembre 2009 Skate Canada 2009 2
63.52
4
100.01
2
163.53
22–25 ottobre 2009 Rostelecom Cup 2009 2
57.64
4
100.66
4
158.30
23–26 settembre 2009 Nebelhorn Trophy 2009 2
60.38
6
91.02
1
151.40
Stagione 2008–2009
Data Evento PC PL Totale
22–29 aprile 2009 Campionati mondiali 2009 14
53.28
8
106.50
11
159.78
2–8 febbraio 2009 Quattro continenti 2009 7
55.62
9
104.19
9
159.81
18–25 gennaio 2009 Campionati Nazionali 2009 1
65.75
3
112.31
1
178.06
20–23 ottobre 2008 Cup of Russia 2008 5
53.50
4
97.53
4
151.03
30 ottobre – 2 novembre 2008 Skate Canada 2008 6
49.66
2
108.26
3
157.92
25–28 settembre 2008 Nebelhorn Trophy 2008 1
56.55
1
111.73
1
168.28
7–9 agosto 2008 U.S. Collegiate Championships 2008 1
56.61
1
95.29
1
151.90
Stagione 2007–2008
Data Evento PC PL Totale
20–27 gennaio 2008 Campionati Nazionali 2008 9
50.58
9
95.80
9
146.38
28 novembre – 2 dicembre 2007 NHK Trophy 2007 4
58.24
6
86.08
6
144.32
7–11 novembre 2007 Cup of China 2007 5
51.08
11
69.35
9
120.43
Stagione 2006–2007
Data Evento PC PL Totale
20–25 marzo 2007 Campionati mondiali 2007 18
49.43
12
98.31
15
147.74
7–10 febbraio 2007 Quattro continenti 2007 4
54.64
6
99.39
5
154.03
21–28 gennaio 2007 Campionati Nazionali 2007 5
58.15
1
119.59
3
177.74
24–26 novembre 2006 Cup of Russia 2006 8
44.98
10
76.23
9
121.21
2–5 novembre 2006 Skate Canada 2006 4
56.12
3
107.57
4
163.69
10–14 ottobre 2006 Eastern Great Lakes Regional Championships 1
52.85
1
108.49
1
161.34
Stagione 2005–2006
Data Evento Livello QR PC PL Totale
6–12 marzo 2006 Campionati mondiali juniores 2006 Junior 3
83.40
4
50.36
11
73.82
6
124.18
7–15 gennaio 2006 Campionati Nazionali 2006 Senior 5
54.51
7
95.00
7
149.51
16–18 dicembre 2005 Finale del Grand Prix 2005-2006 Senior 6
48.26
6
92.64
6
140.90
27–30 ottobre 2005 Skate Canada 2005 Senior 1
58.54
1
109.78
1
168.32
20–23 ottobre 2005 Skate America 2005 Senior 3
52.82
1
106.48
2
159.30
8 ottobre 2005 2005 Campbell's FS Classics Senior 5
84.81
22–25 settembre 2005 Ondrej Nepela Memorial 2005 Senior 2
49.06
1
91.04
2
140.10
Stagione 2004–2005
Data Evento Livello QR PC PL Totale
28 febbraio – 6 marzo 2005 Campionati mondiali juniores 2005 Junior 8
69.26
2
52.91
8
84.08
6
136.99
9–16 gennaio 2005 Campionati Nazionali 2005 Senior 8 7 7
3 dicembre 2004 Marshalls World Cup Senior 5
18–20 novembre 2004 Midwestern Sectional Championships Senior 1 2 2
21–24 ottobre 2004 Skate America 2004 Senior 3
50.20
4
91.16
4
141.36
12–16 ottobre 2004 Eastern Great Lakes Regional Championships Senior 1 1 1
2–5 settembre 2004 Nebelhorn Trophy 2004 Senior 4
44.64
4
79.39
4
124.03
5–7 agosto 2004 U.S. Collegiate Championships 2004 Senior 1 1 1 1
Stagione 2003–2004
Data Evento Livello PC PL Totale
3–11 gennaio 2004 Campionati Nazionali 2004 Senior 8 15 12
20–22 novembre 2003 Midwestern Sectional Championships Senior 2 2 2
14–18 ottobre 2003 Eastern Great Lakes Regional Championships Senior 1 1 1
11–14 settembre 2003 Sofia Cup 2003 Junior 6 5 5
Stagione 2002–2003
Data Evento Livello PC PL Totale
12–19 gennaio 2003 Campionati Nazionali 2003 Senior 14 9 10
12–15 dicembre 2002 Finale Junior Grand Prix Junior 4 5 5
14–16 novembre 2002 Midwestern Sectional Championships Senior 1 2 2
3–6 ottobre 2002 Skate Slovakia 2002 Junior 6 1 2
21–25 agosto 2002 ISU JGP Courchevel 2002 Junior 2 2 2
Stagione 2001–2002
Data Evento Livello PC PL Totale
27–31 marzo 2002 Gardena Spring Trophy 2002 Junior 1 1 1
6–13 gennaio 2002 Campionati Nazionali 2002 Senior 11 11 11
15–17 novembre 2001 Midwestern Sectional Championships Senior 3 2 2
1–6 ottobre 2001 Eastern Great Lakes Regional Championships Senior 1 2 2
Stagione 2000–2001
Data Evento Livello PC PL Totale
18–22 aprile 2001 Triglav Trophy 2001 Junior 2 1 1
14–21 gennaio 2001 Campionati Nazionali 2001 Junior 5 1 2
16–18 novembre 2000 Midwestern Sectional Championships Junior 1 1 1
  • PC = Programma Corto
  • PL = Programma Libero

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Skate Today » Czisny Impresses in First Grand Prix Season
  2. ^ USATODAY.com - Czisny has golden performance at Skate Canada
  3. ^ Olympics | Figure Skating | Skate Canada: Joannie Rochette, Patrick Chan delight home fans | Seattle Times Newspaper
  4. ^ Czisny leads at US Nationals | Golden Skate
  5. ^ Czisny captures ladies US title | Golden Skate
  6. ^ Czisny Win U.S. Figure Skating Title - NYTimes.com
  7. ^ a b c World Championships Give Czisny an Exit on Her Terms - NYTimes.com
  8. ^ a b Alissa Czisny and Ryan Bradley Show Resiliency - NYTimes.com
  9. ^ Czisny figures it's better late than never for Worlds - Chicago Tribune
  10. ^ a b Czisny working out jitters, has eyes on Turin - Olympics - ESPN
  11. ^ Welcome to U.S. Figure Skating
  12. ^ Welcome to U.S. Figure Skating
  13. ^ Figure Skaters Online » News Archive » ‘Fresh start' for Czisny after personal disappointment
  14. ^ http://www.freep.com/apps/pbcs.dll/article?AID=/20101029/SPORTS17/10290408&template=fullarticle
  15. ^ Articles: Alissa Czisny Finds Her Competitive Spirit — By Elvin Walker — International Figure Skating Magazine Articles Archiviato il 29 luglio 2011 in Internet Archive.
  16. ^ American Alissa Czisny wins Skate Canada - thestar.com
  17. ^ No clear cut leader after ladies short at U.S. Nationals | Golden Skate
  18. ^ a b Czisny dazzles; captures second U.S. title | Golden Skate
  19. ^ Czisny Skates Flawlessly Out of Three-Way Race at Nationals - NYTimes.com
  20. ^ a b c icenetwork.com: News
  21. ^ icenetwork.com: News
  22. ^ Alissa Czisny, Adam Rippon are ready to take on worlds | Olympic Sports | Detroit Free Press | freep.com
  23. ^ a b Figure skater Czisny reveals she needs hip surgery - chicagotribune.com
  24. ^ icenetwork.com: News
  25. ^ icenetwork.com: News
  26. ^ icenetwork.com: News: Czisny out of NHK Trophy, Nagasu added to lineup
  27. ^ icenetwork.com: News: Renewed Czisny ready to return to ice in Omaha
  28. ^ a b c Ghiacciofilia Archiviato il 4 maggio 2014 in Internet Archive.
  29. ^ a b icenetwork.com: News: Ailing Czisny withdraws from U.S. championships
  30. ^ a b icenetwork.com: News: Dislocated hip ends Czisny's bid for third U.S. title
  31. ^ a b c Absolute Skating
  32. ^ a b c d e Interview with Alissa Czisny | Golden Skate
  33. ^ Skater Czisny sees last season as great leap forward - chicagotribune.com
  34. ^ icenetwork.com: News
  35. ^ Welcome to U.S. Figure Skating
  36. ^ Figure Skaters Online » News Archive » Czisny plans triple Lutz-triple toe for Skate America

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN311580472