Alison Steadman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alison Steadman

Alison Steadman (Liverpool, 26 agosto 1946) è un'attrice inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Liverpool, in Inghilterra, è la più giovane di tre sorelle e figlia di Marjorie Evans e George Percival Steadman.[1]

Ha studiato alla Childwall Valley High School for Girls, un liceo statale in un sobborgo di Liverpool, Childwall, e in seguito all'accademia teatrale East 15 Acting School dove, durante il suo secondo anno, ha conosciuto Mike Leigh.[2]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver lasciato l'accademia a Loughton, ha lavorato in vari teatri regionali, a partire da Lincoln, dove il suo primo ruolo fu quello della studentessa seducente Sandy in La strana voglia di Jean. Creò il ruolo della mostruosa Beverly in Abigail's Party di Mike Leigh, dove fu ripreso il cast originale televisivo. La Steadman apparve anche in The Rise and Fall of Little Voice, La gatta sul tetto che scotta, Entertaining Mr Sloane, La stanza di Marvin, Hotel Paradiso, e lavorò in altri teatri come il Royal Court Theatre, l'Old Vic, the l'Hampstead Theatre, il Nottingham Playhouse, l'Everyman Theatre di Liverpool e il Royal National Theatre. Ha interpretato il ruolo di Elmira nella produzione della Royal Shakespeare Company Il Tartufo di Molière.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Ha lavorato in molti film TV e serie televisive britanniche tra cui The Singing Detective del 1986 e Orgoglio e pregiudizio del 1995, entrambe trasmesse con successo da BBC One.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico
— 1999

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Film Reference bio
  2. ^ Michael Coveney, The World according to Mike Leigh, p.90

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN39578406 · ISNI (EN0000 0001 1471 0116 · LCCN (ENn92096168 · GND (DE137827504 · BNF (FRcb14044166q (data) · WorldCat Identities (ENn92-096168