Alismataceae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Alismataceae
Sagittaria latifolia (flowers).jpg
Sagittaria latifolia
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Alismatales
Dumort., 1829
Famiglia Alismataceae
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiospermae
(clade) Monocotyledones
Ordine Alismatales
Famiglie

La Alismataceae sono una famiglia di piante fiorenti che comprende 11 generi e da 85 a 95 specie.

La famiglia è presente in tutto il mondo, con una distribuzione maggiore nelle regioni temperate dell'emisfero boreale. La maggior parte delle specie sono piante acquatiche erbacee che crescono nelle paludi e negli stagni.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Gran parte delle Alismataceae sono robuste piante perenni, ma alcune possono essere annuali o perenni secondo le condizioni dell'acqua: esse sono normalmente perenni nelle acque permanenti, annuali in condizioni più stagionali, ma vi sono eccezioni.

Il loro fusto è tipo cormo o stolonifero. Le foglie giovani o sommerse sono spesso lineari, mentre quelle più "mature" ed emerse possono essere ovali o sagittate. La maggior parte ha distinti piccioli, con una base inguainata.

L'infiorescenza è complessa, con spirali di rami, sebbene alcune sono tipo ombrella e altre fanno fiori solitari. I fiori sono regolari, bisessuali o unisessuali. Vi sono tre sepali che generalmente rimangono nel frutto. Tre petali, generalmente cospicui, bianchi, rosa e porpora, occasionalmente con chiazze gialle o purpuree. I petali raramente durano più di un giorno.

Nelle Burnatia e nelle Wiesneria i petali sono minuti e anche occasionalmente assenti nei fiori femminili. Gli stami sono 3, 6, 9 o numerosi. L'ovario è superiore, comprendente da 3 a numerosi carpelli in una spirale o in una testa a grappolo. Ogni carpello contiene 1 (o 2) ovuli anatropi.

Il frutto è una testa di noci (escluso nel Damasonium). I semi non hanno endosperma e un embrione curvo o ripiegato.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Nella classificazione APG III, le Alismataceae comprendono tre generi formalmente membri delle Limnocharitaceae. In totale ci sono 17 generi e due fossili assegnati Alismataceae:[1][2][3]

Coltivazioni e usi[modifica | modifica wikitesto]

Molte specie, in particolare il genere Sagittaria, hanno i rizomi eduli, coltivati nell'Asia meridionale e in quella orientale, sia come cibo umano che come mangime per animali. Costituivano cibo per le popolazioni indigene del Nordamerica. La gran parte costituisce cibo per animali selvatici. Alcune piante sono coltivate come piante ornamentali nei giardini acquatici. Le foglie e i boccioli dei fiori vengono mangiati nell'Asia sud-orientale come "vegetali dei poveri".[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Alismataceae in L. Watson and M.J. Dallwitz (1992 onwards). The families of flowering plants. [url=https://web.archive.org/web/20070103200438/http://delta-intkey.com/angio/ Archivio] consultato il=3 gennaio 2007
  2. ^ (EN) Kristina K. Haggard e Bruce H. Tiffney, The Flora of the Early Miocene Brandon Lignite, Vermont, USA. VIII. Caldesia (Alismataceae), in American Journal of Botany, vol. 84, nº 2, Botanical Society of America, 1997, pp. 239–252, DOI:10.2307/2446086.
  3. ^ (EN) Kew World Checklist of Selected Plant Families
  4. ^ Sky Meadows Nature Guide; accessed 2017-07-05

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica