Lida van der Anker-Doedens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Alida van der Anker-Doedens)
Jump to navigation Jump to search
Lida van der Anker-Doedens
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Canoa/kayak Canoeing (flatwater) pictogram.svg
Specialità K1, K2
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Londra 1948 K1 500m
 

Alida Geertruida "Lida" van der Anker-Doedens (Rolde, 28 luglio 1922Haarlem, 1º aprile 2014) è stata una canoista olandese, considerata tra le migliori interpreti al mondo del suo sport nel periodo compreso tra il 1948 e il 1952[1].

Fu vincitrice di vari titoli nazionali nel K1 e K2[2] e partecipò anche a due edizioni dei Giochi Olimpici, nel 1948 a Londra[1][2][3] (dove conquistò la medaglia d'argento[1][2][3]) e nel 1952 a Helsinki[1][2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Le Olimpiadi di Londra del 1948[modifica | modifica wikitesto]

Alle Olimpiadi di Londra del 1948, Lida van der Anker-Doedens partecipò alla gara dei 500 metri K1[1][2][3], l'unica distanza prevista per le gare di canoa in campo femminile[1].

La Van der Anker-Doedens si classificò al secondo posto finale[1][2][3] con il tempo di 2'32"8[1] dietro alla danese Karen Hoff[1]. La prestazione della Van der Anker-Dodens fu però seriamente condizionata da un'iniziale invasione di corsia dell'ungherese Klára Bánfalvi[1][2], che costrinse l'olandese ad un'affannata rimonta[1] .

Le Olimpiadi di Helsinki del 1952[modifica | modifica wikitesto]

Alle Olimpiadi di Helsinki del 1952, la Van der Anker-Doedens partecipò sempre alla gara dei 500 metri K1[1][2], ma stavolta, pur ottenendo nella finale un tempo migliore (2'22"3[1]) rispetto a quattro anni prima, rimase fuori dal podio e dovette accontentarsi del quarto posto[1][2].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 1948: Medaglia d'argento ai Giochi Olimpici nel K1 m 500

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n Lida van den Anker-Doedens su Olympissch Sport Erfgoed
  2. ^ a b c d e f g h i Lida van der Anker-Doedens su Sport Reference
  3. ^ a b c d In memoriam Lida van der Anker - Doedens

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]