Alicia Appleman-Jurman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alicia Appleman-Jurman (Rosulna, 9 maggio 1930San Jose, 8 aprile 2017) è stata una scrittrice polacca di origine ebraica, superstite dell'Olocausto.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Rosulna, un villaggio dei Carpazi, in Polonia, il 9 maggio 1930 da una famiglia ebraica. Negli anni del conflitto mondiale vive nei ghetti di Buczacz e Kopechince; nel 1950 sposa in Israele un americano e si trasferisce in California dove scrive la sua autobiografia "Alicia-My Story" e tiene conferenze sulla sue esperienze e sulla Shoah.

Scritti[modifica | modifica wikitesto]

  • Alicia, prefazione di Gabriele Aplleman, traduzione di Marisa Castino Bado, Milano, Sperling & Kupfer, 1989;
Controllo di autoritàVIAF (EN72943176 · ISNI (EN0000 0001 1770 0327 · LCCN (ENn88117668 · GND (DE143895168 · BNE (ESXX4941919 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n88117668