Alfredo Martinelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bollettino de Il teschio d'oro (1920), con Martinelli e Letizia Quaranta

Alfredo Martinelli (Siena, 7 marzo 1899Siena, 11 novembre 1968) è stato un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attivo dai tempi del cinema muto, è apparso in 103 film girati tra il 1917 ed il 1967.

Impiegato di banca, coltiva fin da ragazzo la passione per il teatro e, dopo varie esperienze, viene scritturato dalla compagnia di Alfredo De Sanctis, specializzandosi in ruoli brillanti e cimentandosi anche nell'operetta. A diciotto anni inizia a lavorare nel cinema, comparendo in molti film muti.

Con l'avvento del sonoro è uno dei primi attori ad essere scritturato dalla Cines ed inizia la vorare anche come doppiatore, tra l'altro molto richiesto. Magro, filiforme, non molto alto, quasi un fantino, diventa uno degli attori più richiesti anche se per ruoli brevi e marginali da caratterista[1].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Enrico Lancia, Roberto Poppi, Dizionario del Cinema Italiano. Gli Attori. Vol. II (M-Z), in Gremese Editore, 2003. URL consultato il 19-2-2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gli attori italiani, Gremese editore, Roma 2002

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]