Alfredo Belluomini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alfredo Belluomini (Viareggio, 3 agosto 1892Firenze, 1964) è stato un architetto e ingegnere italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si laurea in Ingegneria civile presso il Politecnico di Milano nel 1918, successivamente consegue il diploma in architettura all'Accademia di Brera. Dopo l'incendio del 1917 è tra i principali artefici della ricostruzione del lungomare di Viareggio, insieme a Ugo Giusti, Galileo Chini e Tito Chini.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Grand Hotel Royal, Viareggio, 1925
  • Hotel Excelsior, Viareggio, 1925
  • Villino Brunetti, Viareggio, viale Manin, via Zanardelli, 1925
  • Bagno Balena, Viareggio, viale Regina Margherita 42, 1928
  • Gran Caffè Margherita, Viareggio, viale Regina Margherita 30, 1929
  • Galleria del Libro, Viareggio, 1931 (in collaborazione con Ugo Giusti)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • M.A. Giusti, Viareggio tra ipotesi e realtà, in "Parametro", 142, dicembre 1985, pp. 12-47
  • M.A.Giusti,Viareggio 1828-1938. Villeggiatura,moda,architettura, Idea Books, Milano 1989,pp.61 e segg.
  • G. Pardi, A.Rizzo, T.Signorini, La passeggiata. Architetture (con Introduzione di M. A. Giusti), Electa,Milano1997.
  • G. Carapelli, Gli operatori, in Edilizia in Toscana fra le due guerre, Edifir, Firenze 1994, p. 212
  • A. Belluomini Pucci, Viareggio laboratorio artistico del Novecento. La lezione di Alfredo Belluomini, in In luogo di mare. Viareggio l'identità architettonica di una città tra le due guerre, ETS, Pisa 2005, pp. 77-97