Alfredo Baccelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alfredo Baccelli
Alfredo Baccelli.jpg

Ministro delle Poste del Regno d'Italia
Durata mandato 8 febbraio 1906 –
29 maggio 1906
Monarca Vittorio Emanuele III di Savoia
Capo del governo Sidney Sonnino
Predecessore Ignazio Marsengo-Bastia
Successore Carlo Schanzer
Legislature XXII

Senatore del Regno d'Italia
Legislature XXVI

Alfredo Baccelli (Roma, 10 settembre 1863Roma, 12 settembre 1955) è stato uno scrittore e politico italiano.

Figlio di Guido, fu Ministro delle Poste e Telegrafi del Governo Sonnino I, presentando un disegno di legge sulla regolamentazione delle convenzioni marittime.

Iscritto al Partito Nazionale Fascista fu poi senatore del Regno d'Italia nella XXVI legislatura.

Scritti[modifica | modifica wikitesto]

  • Uomini e cose del mio tempo, Istituto per l'Enciclopedia De Carlo, Roma 1942, pp. 226

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine della Corona d'Italia
Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN22234940 · ISNI (EN0000 0001 2099 8347 · SBN IT\ICCU\LO1V\044771 · LCCN (ENno2011053112 · GND (DE119318938 · BNF (FRcb12442972s (data) · BAV ADV12288455 · WorldCat Identities (ENno2011-053112