Alfred Mitchell-Innes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alfred Mitchell-Innes (30 giugno 186413 febbraio 1950) è stato un economista, diplomatico e scrittore britannico. È stato il principale sostenitore della teoria creditizia della moneta, ossia quella teoria economica che considera la moneta non un mezzo di scambio dotato in se’ di valore, come una merce, bensì una mera unita’ di conto, per misurare i debiti: la moneta equivale a un pagherò’, un impegno a pagare una certa cifra. Ha avuto la Gran Croce dell'Ordine di Mejīdiyye, conferitagli sotto Abbas II, Chedivè di Egitto.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 'Love and The Law: a study of Oriental justice', Hibbert Journal, January 1913, pp. 273–296.
  • 'What is Money', The Banking Law Journal, May 1913, pp. 377–408
  • 'The Credit Theory of Money', The Banking Law Journal, Vol. 31 (1914), Dec./Jan., pp. 151–168.
  • Martyrdom in our Times: Two essays on prisons and punishments, Williams & Norgate: London, 1932.
Controllo di autoritàVIAF (EN33085152 · ISNI (EN0000 0000 4346 4885 · LCCN (ENno2004053255 · GND (DE129735116 · BNF (FRcb14584597s (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2004053255
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie