Alfred Gomis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alfred Gomis
Alfred Gomis (cropped).jpg
Gomis nel 2017 con la SPAL.
Nazionalità Italia Italia
Senegal Senegal (dal 2017)
Altezza 196 cm
Peso 87 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Squadra Rennes
Carriera
Giovanili
2009-2013Torino
Squadre di club1
2013-2014Crotone39 (-44)[1]
2014-2015Avellino31 (-27)
2015-2016Cesena38 (-32)[2]
2016-2017Bologna0 (0)
2017Salernitana21 (-17)
2017-2019SPAL46 (-70)
2019-2020Digione24 (-30)
2020-Rennes34 (-35)
Nazionale
2013Italia Italia U-200 (0)
2013-2014Italia Italia B2 (0)
2017-Senegal Senegal12 (-7)
Palmarès
Coppa Africa.svg Coppa d'Africa
Argento Egitto 2019
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 novembre 2021

Alfred Gomis (Ziguinchor, 5 settembre 1993) è un calciatore senegalese con cittadinanza italiana, portiere del Rennes e della nazionale senegalese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Ziguinchor, in Senegal, e cresciuto a Cuneo, ha tre fratelli, anch'essi portieri, Lys, il più grande, Maurice Gomis e David Gomis, il più piccolo.[3][4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi al Torino e il prestito al Crotone[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel vivaio del Torino, il 3 luglio 2013 si trasferisce in prestito al Crotone, in Serie B.[5] Il 14 settembre fa il suo debutto assoluto contro lo Spezia, partita terminata con il risultato di 1-0 per i calabresi.[6] Nonostante la giovane età e la mancanza di esperienza tra i professionisti, viene utilizzato come titolare. Nell'arco della stagione infatti colleziona 39 presenze nella stagione regolare più 1 nei play-off, oltre ad 1 presenza in Coppa Italia.

Dopo il buon campionato disputato con il Crotone, nella stagione seguente il Torino decide di cederlo nuovamente in prestito, ma solo dopo averlo tenuto a disposizione per i preliminari di Europa League disputati contro gli svedesi del Brommapojkarna. Viene infatti convocato come secondo portiere, alle spalle di Padelli, per l'incontro d'andata disputato il 31 luglio 2014 a Stoccolma[7][8].

Avellino[modifica | modifica wikitesto]

L'11 agosto 2014 è ceduto con la formula del prestito con diritto di opzione e contro-opzione all'Avellino, squadra militante in Serie B[9]. L'esordio ufficiale con la compagine irpina avviene il 17 agosto 2014, in occasione del secondo turno di Coppa Italia che vede contrapporsi al Partenio i biancoverdi e il Venezia, partita terminata con il risultato di 2-0 per l'Avellino[10]. L'esordio in campionato avviene il 30 agosto, in occasione della prima giornata di campionato contro la Pro Vercelli, gara terminata 1 a 0 per i biancoverdi[11]. Il 28 ottobre 2014, si rende protagonista parando un rigore a Rodrigo Taddei nei minuti finali del match contro il Perugia, gara che terminerà 0 a 0[12]. Gioca 31 partite di campionato piazzandosi 1º nella Top 15 dei portieri di Serie B secondo una classifica stilata dalla Lega Serie B[13].

Cesena[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 luglio 2015 viene ceduto con la formula del prestito con diritto di riscatto e controriscatto al Cesena,[14] squadra militante nel campionato di Serie B.[15] Gioca la sua prima partita con i bianconeri, il 12 settembre 2015 in casa della Virtus Entella, match vinto per 2-1 dai liguri. Disputa un'ottima stagione, giocando ben 39 partite.

Ritorno al Torino e prestiti a Bologna e Salernitana[modifica | modifica wikitesto]

Rientrato al Torino nell'estate del 2016, la società e l'allenatore Mihajlovic puntano su di lui per sostituire Daniele Padelli nelle vesti di primo portiere; alcune incertezze nel precampionato e l'arrivo di Joe Hart in prestito dal Manchester City inducono tuttavia i granata a far maturare al ragazzo ulteriore esperienza prima di farlo rientrare definitivamente alla base. Il 31 agosto 2016 Gomis viene pertanto ceduto in prestito secco fino al 30 giugno 2017 al Bologna,[16] che necessita di un portiere a causa dei problemi di salute che affliggono il titolare Antonio Mirante.[17]

Disputa la sua prima partita in Coppa Italia contro il Verona il 1º dicembre 2016, ma in campionato - sino al rientro di Mirante - l'allenatore Roberto Donadoni gli preferisce il più esperto compagno da Costa e Gomis termina la sua esperienza in rossoblù senza mai essere schierato in Serie A.[18]

Il 18 gennaio 2017, risolto il vincolo che lo legava alla formazione felsinea, Gomis viene girato in prestito dal Torino alla Salernitana,[19] facendo così ritorno in Serie B e ritrovando una maglia da titolare.

SPAL[modifica | modifica wikitesto]

L'8 luglio passa alla SPAL a titolo temporaneo con obbligo di riscatto.[20][21] Esordisce dal primo minuto nella prima giornata di campionato, in trasferta all'Olimpico contro la Lazio (la partita termina 0-0)[22] e - complici i problemi fisici del compagno Meret -[23] colleziona 26 presenze in Serie A a difesa della porta estense.

Il 20 giugno 2018 la SPAL comunica alla Lega di aver esercitato il diritto di riscatto sul calciatore.[24] Nonostante l'acquisizione in prestito di Vanja Milinković-Savić dal Torino, Gomis inizia il campionato 2018-2019 da titolare, per poi perdere il posto nella seconda parte di stagione in favore di Emiliano Viviano.

Digione[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto del 2019 passa ai francesi del Digione per una cifra intorno al milione di euro come rinforzo in porta dei Bourguignon.[25]

Rennes[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 settembre 2020 viene ceduto al Rennes.[26][27] Il 20 ottobre seguente esordisce per il club bretone nella prima partita nella storia del team francese in UEFA Champions League contro il Krasnodar al Roazhon Park di Rennes, la partita termina sul risultato di 1-1, nonostante ciò disputa una buona partita risultando tra i migliori della squadra di casa. Il 28 ottobre dello stesso anno gioca a Siviglia una grande partita essendo il migliore in campo perdendo comunque 1-0 su gol di Luuk de Jong. Il 4 novembre gioca a Londra contro il Chelsea una discreta partita uscendone sconfitti per 3-0. Il 24 novembre disputa la sua ultima apparizione stagionale in UEFA Champions League causa infortunio sempre contro i Blues ma stavolta ospitando gli inglesi gioca un'ottima partita risultando il migliore dei bretoni perdendo 1-2.

Nazionali[modifica | modifica wikitesto]

In possesso della doppia cittadinanza, Alfred ha inizialmente dichiarato di preferire gli azzurri.[4] È stato perciò convocato da Luigi Di Biagio per uno stage di 2 giorni con l'under 20 italiana[28] e da Massimo Piscedda per un'amichevole della B Italia a Tula in Russia contro pari età e categoria russi. Nell'occasione Gomis è stato schierato titolare.[29][30] È stato in seguito convocato da Piscedda per un altro stage e la partita contro l'under 21 giocata al Partenio di Avellino. Partito titolare anche in questa occasione, resta in campo 68 minuti senza subire gol.[31]

Nel settembre 2017 riceve la sua prima convocazione con la nazionale maggiore del Senegal per il match di qualificazione ai mondiali 2018 contro Capo Verde del 7 ottobre 2017.[32] Esordisce, da titolare, tra i pali della selezione africana il 14 novembre 2017, contro il Sudafrica, partita valida per le qualificazioni al Mondiale di Russia 2018,[33] partita ininfluente ai termini della qualificazione già conquistata matematicamente nella giornata precedente.[34] Viene quindi incluso nella lista dei 23 calciatori senegalesi per il Campionato del Mondo.[35]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 23 settembre 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2013-2014 Italia Crotone B 39+1[36] -44 + -3[36] CI 1 -1 - - - - - - 41 -48
2014-2015 Italia Avellino B 31+0 -27+0 CI 2 -1 - - - - - - 33 -28
2015-2016 Italia Cesena B 38+1[36] -32 + -2[36] CI 0 0 - - - - - - 39 -34
2016-gen. 2017 Italia Bologna A 0 0 CI 1 0 - - - - - - 1 0
gen.-giu. 2017 Italia Salernitana B 21 -17 CI - - - - - - - - 21 -17
2017-2018 Italia SPAL A 26 -43 CI 2 -2 - - - - - - 28 -45
2018-2019 A 20 -27 CI 1 0 - - - - - - 21 -27
Totale SPAL 46 -70 3 -2 - - - - 49 -72
2019-2020 Francia Digione L1 19 -20 CF+CdL 2 + 0 -1 + 0 - - - - - - 21 -21
ago.-set. 2020 L1 5 -10 CF+CdL 0 + 0 -0 + -0 - - - - - - 5 -10
Totale Digione 24 -30 2 + 0 -1 + -0 - - - - 26 -31
set. 2020-2021 Francia Stade Rennais L1 22 -25 CF+CdL 1 + 0 -2 + -0 UCL 4 -7 - - - 27 -34
2021-2022 L1 9 -7 CF+CdL 0 + 0 -0 + -0 UECL 3 -2 - - - 12 -9
Totale Stade Rennais 31 -32 1 + 0 -2 + -0 7 -9 - - 39 -43
Totale carriera 232 -257 10 -7 7 -9 - - 249 -273

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Senegal
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
14-11-2017 Dakar Senegal Senegal 2 – 1 Sudafrica Sudafrica Qual. Mondiali 2018 -1
9-9-2018 Antananarivo Madagascar Madagascar 2 – 2 Senegal Senegal Qual. Coppa d'Africa 2019 -2
13-10-2018 Dakar Senegal Senegal 3 – 0 Sudan Sudan Qual. Coppa d'Africa 2019 -
16-10-2018 Khartoum Sudan Sudan 0 – 1 Senegal Senegal Qual. Coppa d'Africa 2019 -
26-3-2019 Dakar Senegal Senegal 2 – 1 Mali Mali Amichevole -1
5-7-2019 Il Cairo Uganda Uganda 0 – 1 Senegal Senegal Coppa d'Africa 2019 - Ottavi di finale -
10-7-2019 Il Cairo Senegal Senegal 1 – 0 Benin Benin Coppa d'Africa 2019 - Quarti di finale -
14-7-2019 Il Cairo Senegal Senegal 1 – 0 dts Tunisia Tunisia Coppa d'Africa 2019 - Semifinale -
19-7-2019 Il Cairo Senegal Senegal 0 – 1 Algeria Algeria Coppa d'Africa 2019 - Finale -1
10-10-2019 Singapore Brasile Brasile 1 – 1 Senegal Senegal Amichevole -1
5-6-2021 Dakar Senegal Senegal 3 – 1 Zambia Zambia Amichevole -1
14-11-2021 Thiès Senegal Senegal 2 – 0 Rep. del Congo Rep. del Congo Qual. Mondiali 2022 -
Totale Presenze 12 Reti -7

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 40 (-47) considerando i play-off di Serie B.
  2. ^ 39 (-34) considerando i play-off di Serie B.
  3. ^ Alfred Gomis, italiano al Mondiale di Russia: "Io, un cuneese che difenderà la porta del Senegal", su eurosport.it, 12 giugno 2018. URL consultato il 23 novembre 2021.
  4. ^ a b Avellino: Gomis e i suoi fratelli, una famiglia di portieri, su avellino-calcio.it, 13 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 18 agosto 2014).
  5. ^ Alfred Gomis al Crotone, su torinofc.it, 3 luglio 2013. URL consultato il 22 ottobre 2014.
  6. ^ Serie B, Crotone-Spezia 1-0: GOL e HIGHLIGHTS | Risultati e classifiche | Calciomercato.com, su calciomercato.com, Serie B, Crotone-Spezia 1-0, 15 settembre 2013. URL consultato il 22 ottobre 2014.
  7. ^ EUROPA LEAGUE, I CONVOCATI GRANATA PER BROMMAPOJKARNA-TORINO, su legaseriea.it, 30 luglio 2014. URL consultato il 22 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 4 agosto 2014).
  8. ^ Il Torino dilaga in Svezia, su it.uefa.com. URL consultato il 22 ottobre 2014.
  9. ^ Alfred Gomis all'Avellino, su torinofc.it, 11 agosto 2014. URL consultato il 22 ottobre 2014.
  10. ^ «Non boccio per niente il Venezia di Avellino e su D'Appolonia la decisione, su ilgazzettino.it. URL consultato il 22 ottobre 2014.
  11. ^ Avellino- pro vercelli 1 a 0 [collegamento interrotto], su tuttosport.com. URL consultato il 22 ottobre 2014.
  12. ^ Miracoli in serie per Alfred e Lys Gomis, su toronews.net. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  13. ^ Classifica alla 42ª giornata Archiviato il 26 giugno 2015 in Internet Archive.
  14. ^ Alfred Gomis al Cesena, su torinofc.it. URL consultato il 23 novembre 2021.
  15. ^ Torino, ufficiale: Alfred Gomis in prestito con opzione a Cesena toronews.net
  16. ^ Gomis, prestito secco al Bologna, su torinofc.it. URL consultato il 23 novembre 2021.
  17. ^ Ufficiale: Gomis passa al Bologna, su ilrestodelcarlino.it.
  18. ^ Mirante e Gomis fuorigioco: al Bologna scocca l'ora di Da Costa, su goal.com. URL consultato il 23 novembre 2021.
  19. ^ Alfred Gomis alla Salernitana, su torinofc.it. URL consultato il 23 novembre 2021.
  20. ^ Alfred Gomis alla Spal, su torinofc.it. URL consultato il 23 novembre 2021.
  21. ^ ALFRED GOMIS HA FIRMATO PER I BIANCAZZURRI, su spalferrara.it, 8 luglio 2017.
  22. ^ Lazio-Spal 0-0: frenata Inzaghi, emiliani coraggiosi al ritorno in A, su gazzetta.it. URL consultato il 23 novembre 2021.
  23. ^ Meret: 'Sono pronto, me la gioco con Gomis', su sport.sky.it. URL consultato il 23 novembre 2021.
  24. ^ PALOSCHI, KURTIC, SALAMON E GOMIS RISCATTATIA TITOLO DEFINITIVO DALLA SPAL | News | Lega Serie A, su legaseriea.it. URL consultato il 3 settembre 2018.
  25. ^ ALFRED GOMIS CEDUTO AL DIJON, su spalferrara.it, 19 agosto 2019. URL consultato il 29 settembre 2020.
  26. ^ (FR) Alfred Gomis signe au Stade Rennais, su dfco.fr, 29 settembre 2020. URL consultato il 29 settembre 2020.
  27. ^ (FR) Alfred Gomis, nouveau portier du Stade Rennais F.C., su staderennais.com, 29 settembre 2020. URL consultato il 29 settembre 2020.
  28. ^ Alfred Gomis in nazionale under 20! toro.it
  29. ^ B Italia: convocato Alfred Gomis, su fccrotone.it, 22 novembre 2013.
  30. ^ B Italia, espugnata Tula. Gomis titolare all’esordio., su fccrotone.it, 26 novembre 2013.
  31. ^ TABELLINO: Italia U21 – B Italia 3-0 (72′ e 90′ Beltrame, 82′ Trotta) generazioneditalenti.it
  32. ^ ALFRED GOMIS CONVOCATO DAL SENEGAL PER LE QUALIFICAZIONI MONDIALI A RUSSIA 2018, su spalferrara.it, 14 settembre 2017. URL consultato il 23 novembre 2021.
  33. ^ Esordio con il Senegal per Alfred Gomis, su spalferrara.it, 14 novembre 2017. URL consultato il 23 novembre 2021.
  34. ^ Sudafrica ko, il Senegal è ai Mondiali, su corrieredellosport.it. URL consultato il 3 marzo 2018.
  35. ^ STORICA SFIDA TRA BIANCAZZURRI AL MONDIALE: CIONEK E GOMIS SI AFFRONTANO NEL MATCH POLONIA-SENEGAL, su spalferrara.it, 19 giugno 2018. URL consultato l'8 ottobre 2019.
  36. ^ a b c d Play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]