Alfred Daniel Williams King

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alfred Daniel Williams King (Atlanta, 30 luglio 193021 luglio 1969) è stato un attivista statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nello stato della Georgia era il fratello minore Martin Luther King,[1] figlio di Alberta Christine Williams King e Martin Luther King Senior.

Venne arrestato con il fratello e altri 70 partecipanti nei movimenti dell'ottobre del 1960. Nel 1963 divenne un leader del movimento della campagna di Birmingham.

Nell'aprile del 1968 divenne presidente della Southern Christian Leadership Conference (SCLC) e lavorò alla realizzazione della Poor People's Campaign. Venne ritrovato morto in una piscina nella sua abitazione. Soffriva di depressione e abusava di alcohol.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Clayborne Carson, Martin Luther King, Jr. Research and Education Institute, Greenwood Press, 2008, The Martin Luther King, Jr., encyclopedia, pag 174, ISBN 978-0-313-29440-2.