Alexis Arquette

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alexis Arquette nel 2009.

Alexis Arquette, nata Robert (Los Angeles, 28 luglio 1969Beverly Hills, 11 settembre 2016[1]), è stata un'attrice transgender statunitense, figlia dell'attore Lewis e della poetessa Mardi Arquette, e sorella di Rosanna, Patricia, David e Richmond Arquette.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Esordì sul grande schermo giovanissimo, in un ruolo secondario in Su e giù per Beverly Hills (1986). Il suo primo ruolo importante è stato quello di Georgette, un giovane sensitivo nel film Ultima fermata Brooklyn (1990).

Ha rivestito una varietà di ruoli che hanno evidenziato la sua eccentricità: dall'universitario gay in Amici per gioco, amici per sesso (1994), allo sfortunato pistolero in Pulp Fiction (1994), al musicista Boy George in The Wedding Singer (1998), all'ammiratore goth di una serial killer nell'horror La sposa di Chucky (1998) e il problematico imperatore Caligola in un episodio del telefilm Xena.

Solo dopo aver ottenuto il successo come uomo, ha reso pubblico il suo desiderio di transizionare e la sua intenzione di arrivare alla riconversione chirurgica di sesso. Ha dichiarato che la sua identità di genere è femminile e che non vuole essere considerata né un uomo né una donna, ma una transgender.

Nel 1995 Alexis ha vestito i panni della drag queen Eva Destruction nel film Wigstock: the movie (1995), un documentario sull'Outfest di New York.

Alexis ha inoltre animato diverse serate come drag queen, utilizzando proprio il nome Eva Destruction

Muore l'11 settembre 2016 all'età di 47 anni nella sua casa a Beverly Hills. La causa immediata fu di arresto cardiaco causato da miocardite in seguito alla contrazione del virus dell'HIV, da cui l'attore era stato colpito 29 anni prima.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Alexis Arquette -- Dead at 47, su TMZ. URL consultato l'11 settembre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN53800012 · LCCN: (ENno2001042946 · ISNI: (EN0000 0000 7779 5893 · GND: (DE1062054040 · BNF: (FRcb14150855d (data)