Alexander Schallenberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alexander Schallenberg
Alexander Schallenberg 12.10.2021 02.jpg

Ministro federale degli affari esteri dell'Austria
In carica
Inizio mandato 6 dicembre 2021
Capo del governo Karl Nehammer
Predecessore Michael Linhart

Durata mandato 3 giugno 2019 –
11 ottobre 2021
Capo del governo Brigitte Bierlein
Sebastian Kurz
Predecessore Karin Kneissl
Successore Michael Linhart

Cancelliere federale dell'Austria
Durata mandato 11 ottobre 2021 –
6 dicembre 2021
Presidente Alexander Van der Bellen
Predecessore Sebastian Kurz
Successore Karl Nehammer

Dati generali
Partito politico Partito Popolare Austriaco
Università Università di Vienna, Università Panthéon-Assas e Collegio d'Europa

Alexander Schallenberg (Berna, 20 giugno 1969) è un politico, diplomatico e giurista austriaco, per due mesi, dall'ottobre 2021 al dicembre 2021, Cancelliere federale dell'Austria dopo le dimissioni di Sebastian Kurz[1][2]. È stato ministro degli esteri dal giugno 2019 all'ottobre 2021[3] e ha riassunto tale incarico nel governo presieduto da Karl Nehammer a partire dal 6 dicembre 2021.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stemma della famiglia Schallenberg

Figlio di un diplomatico, Schallenberg è nato nel 1969 a Berna, in Svizzera, dove suo padre Wolfgang era stato inviato come ambasciatore austriaco.[4] Membro della nobile famiglia Schallenberg,[4] è cresciuto in India, Spagna e Francia.

Dal 1989 al 1994 ha studiato giurisprudenza all'Università di Vienna e all'Università di Parigi II Panthéon-Assas. Dopo la laurea ha continuato i suoi studi presso l'Elite College of Europe in Belgio (1995-1996), dove si è laureato alla "Walter Hallstein promotion".[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997 Schallenberg è entrato nel ministero degli Esteri austriaco.

Il 3 giugno 2019 Schallenberg è subentrato a Karin Kneissl come ministro degli Esteri dell'Austria.[6] Ha mantenuto l'incarico anche nel secondo gabinetto Kurz, che ha prestato giuramento il 7 gennaio 2020.

Dopo aver partecipato a un vertice dell'UE[7] presso a Lussemburgo il 12 e 13 ottobre 2020[8][9] con Sophie Wilmes, Schallenberg è risultato positivo al COVID-19.[7]

Cancelliere[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Governo Schallenberg.

Schallenberg ha prestato giuramento come cancelliere l'11 ottobre 2021 dal presidente Alexander Van der Bellen.[10] Nel suo goverrno la carica di ministro degli Esteri è ricoperta da Michael Linhart.

Due mesi più tardi, dopo le dimissioni da capo del governo di Sebastian Kurz e le sue successive dimissioni da presidente del Partito popolare austriaco il 2 dicembre 2021, Alexander Schallenberg ha messo a disposizione il suo ufficio di Cancelliere federale: "Non è mia intenzione e non è mai stato il mio obiettivo assumere la funzione di presidente federale del Partito nuovo popolare. Sono fermamente convinto che entrambe le cariche – capo del governo e presidente federale del partito austriaco con il maggior numero di voti – dovrebbero essere rapidamente riunite in una mano", ha spiegato Schallenberg in una dichiarazione scritta.[2][11]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Schallenberg ha sposato nel 1995 la francese-belga Marie-Isabelle Hénin (nata nel 1969 a Uccle). È una nipote dell'architetto francese Noël Le Maresquier mentre sua madre era la nipote del primo ministro francese Michel Debré.

I due hanno poi divorziato. Schallenberg è padre di quattro figli.[12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Austria, Sebastian Kurz si è dimesso. Al suo posto Schallenberg, su lastampa.it, 9 ottobre 2021.
  2. ^ a b Si è dimesso il cancelliere Alexander Schallenberg, su ilfattoquotidiano.it, 2 dicembre 2021. URL consultato il 3 dicembre 2021.
  3. ^ (DE) Wer ist Alexander Schallenberg?, su news.at.
  4. ^ a b (DE) Das Spielfeld der Diplomatie ist die zweite Reihe, in Oberösterreichische Nachrichten, 26 giugno 2017. URL consultato il 3 giugno 2019.
  5. ^ (DE) Kneissl-Nachfolger – Karrierediplomat und Kurz-Vertrauter Schallenberg wird Außenminister, in Kleine Zeitung, 30 maggio 2019. URL consultato il 3 giugno 2019.
  6. ^ (EN) The Federal Minister for Europe, Integration and Foreign Affairs, in Foreign ministry of Austria. URL consultato il 3 giugno 2019.
  7. ^ a b (EN) Belgian Foreign Minister Sophie Wilmes in intensive care with COVID-19, in Deutsche Welle, 22 ottobre 2020.
  8. ^ (EN) FOREIGN AFFAIRS COUNCIL Luxembourg, 12 October 2020 (PDF), in European Council, 12 ottobre 2020.
  9. ^ (EN) GENERAL AFFAIRS COUNCIL Luxembourg, 13 Octobre 2020 (PDF), in European Council, 13 ottobre 2020.
  10. ^ (EN) Schallenberg set to replace Kurz as Austria's chancellor, in Euronews, 11 ottobre 2021. URL consultato l'11 ottobre 2021.
  11. ^ (DE) Bundeskanzler Schallenberg stellt sein Amt zur Verfügung, in Die Presse online, 2 dicembre 2021. URL consultato il 2 dicembre 2021.
  12. ^ (DE) Wer ist Alexander Schallenberg?, su News.at, 6 giugno 2019. URL consultato l'11 gennaio 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Cancelliere federale dell'Austria Successore Austria Bundesadler.svg
Sebastian Kurz 11 ottobre 2021 - 6 dicembre 2021 Karl Nehammer
Predecessore Ministro federale degli affari esteri dell'Austria Successore Logo Bundesministerium für Europa, Integration und Äußeres.svg
Karin Kneissl 3 giugno 2019 - 11 ottobre 2021 Michael Linhart I
Michael Linhart dal 6 dicembre 2021 in carica II
Controllo di autoritàVIAF (EN40232165 · ISNI (EN0000 0000 2297 7681 · LCCN (ENn00094599 · GND (DE121329615 · WorldCat Identities (ENlccn-n00094599