Alexander Schallenberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alexander Schallenberg
Alexander Schallenberg 12.10.2021 02.jpg
Alexander Schallenberg nel 2021

Ministro federale degli affari esteri
In carica
Inizio mandato6 dicembre 2021
Capo del governoKarl Nehammer
PredecessoreMichael Linhart

Durata mandato3 giugno 2019 –
11 ottobre 2021
Capo del governoBrigitte Bierlein
Sebastian Kurz
PredecessoreKarin Kneissl
SuccessoreMichael Linhart

Cancelliere federale dell'Austria
Durata mandato11 ottobre 2021 –
6 dicembre 2021
PresidenteAlexander Van der Bellen
PredecessoreSebastian Kurz
SuccessoreKarl Nehammer

Dati generali
Partito politicoPartito Popolare Austriaco
(dal 2020)
In precedenza:
Indipendente (prima del 2020)
UniversitàUniversità di Vienna
Università Panthéon-Assas
Collegio d'Europa
ProfessioneDiplomatico, giurista

Alexander Schallenberg (Berna, 20 giugno 1969) è un politico, diplomatico e giurista austriaco, per due mesi, dall'ottobre 2021 al dicembre 2021, cancelliere federale dell'Austria dopo le dimissioni di Sebastian Kurz[1][2]. È stato ministro degli esteri dal giugno 2019 all'ottobre 2021[3] e ha riassunto tale incarico nel governo presieduto da Karl Nehammer a partire dal 6 dicembre 2021.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stemma della famiglia Schallenberg

Figlio di un diplomatico, Schallenberg è nato nel 1969 a Berna, in Svizzera, dove suo padre Wolfgang era stato inviato come ambasciatore austriaco.[4] Membro della nobile famiglia Schallenberg,[4] è cresciuto in India, Spagna e Francia.

Dal 1989 al 1994 ha studiato giurisprudenza all'Università di Vienna e all'Università di Parigi II Panthéon-Assas. Dopo la laurea ha continuato i suoi studi presso l'Elite College of Europe in Belgio (1995-1996), dove si è laureato alla "Walter Hallstein promotion".[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997 Schallenberg è entrato nel ministero degli esteri austriaco.

Il 3 giugno 2019 Schallenberg è subentrato a Karin Kneissl come ministro degli esteri dell'Austria.[6] Ha mantenuto l'incarico anche nel secondo gabinetto Kurz, che ha prestato giuramento il 7 gennaio 2020.

Dopo aver partecipato a un vertice dell'UE[7] presso a Lussemburgo il 12 e 13 ottobre 2020[8][9] con Sophie Wilmes, Schallenberg è risultato positivo al COVID-19.[7]

Cancelliere[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Governo Schallenberg.

Schallenberg ha prestato giuramento come cancelliere l'11 ottobre 2021 dal presidente Alexander Van der Bellen.[10] Nel suo governo la carica di ministro degli esteri è ricoperta da Michael Linhart.

Due mesi più tardi, dopo le dimissioni da capo del governo di Sebastian Kurz e le sue successive dimissioni da presidente del Partito Popolare Austriaco il 2 dicembre 2021, Alexander Schallenberg ha messo a disposizione il suo ufficio di cancelliere federale: "Non è mia intenzione e non è mai stato il mio obiettivo assumere la funzione di presidente federale del Partito nuovo popolare. Sono fermamente convinto che entrambe le cariche – capo del governo e presidente federale del partito austriaco con il maggior numero di voti – dovrebbero essere rapidamente riunite in una mano", ha spiegato Schallenberg in una dichiarazione scritta.[2][11]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Schallenberg ha sposato nel 1995 la francese-belga Marie-Isabelle Hénin (nata nel 1969 a Uccle). È una nipote dell'architetto francese Noël Le Maresquier mentre sua madre era la nipote del primo ministro francese Michel Debré.

I due hanno poi divorziato. Schallenberg è padre di quattro figli.[12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Austria, Sebastian Kurz si è dimesso. Al suo posto Schallenberg, su lastampa.it, 9 ottobre 2021.
  2. ^ a b Si è dimesso il cancelliere Alexander Schallenberg, su ilfattoquotidiano.it, 2 dicembre 2021. URL consultato il 3 dicembre 2021.
  3. ^ (DE) Wer ist Alexander Schallenberg?, su news.at.
  4. ^ a b (DE) Das Spielfeld der Diplomatie ist die zweite Reihe, in Oberösterreichische Nachrichten, 26 giugno 2017. URL consultato il 3 giugno 2019.
  5. ^ (DE) Kneissl-Nachfolger – Karrierediplomat und Kurz-Vertrauter Schallenberg wird Außenminister, in Kleine Zeitung, 30 maggio 2019. URL consultato il 3 giugno 2019.
  6. ^ (EN) The Federal Minister for Europe, Integration and Foreign Affairs, in Foreign ministry of Austria. URL consultato il 3 giugno 2019.
  7. ^ a b (EN) Belgian Foreign Minister Sophie Wilmes in intensive care with COVID-19, in Deutsche Welle, 22 ottobre 2020.
  8. ^ (EN) FOREIGN AFFAIRS COUNCIL Luxembourg, 12 October 2020 (PDF), in European Council, 12 ottobre 2020.
  9. ^ (EN) GENERAL AFFAIRS COUNCIL Luxembourg, 13 Octobre 2020 (PDF), in European Council, 13 ottobre 2020.
  10. ^ (EN) Schallenberg set to replace Kurz as Austria's chancellor, in Euronews, 11 ottobre 2021. URL consultato l'11 ottobre 2021.
  11. ^ (DE) Bundeskanzler Schallenberg stellt sein Amt zur Verfügung, in Die Presse online, 2 dicembre 2021. URL consultato il 2 dicembre 2021.
  12. ^ (DE) Wer ist Alexander Schallenberg?, su News.at, 6 giugno 2019. URL consultato l'11 gennaio 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Cancelliere federale dell'Austria Successore Austria Bundesadler.svg
Sebastian Kurz 11 ottobre 2021 - 6 dicembre 2021 Karl Nehammer
Predecessore Ministro federale degli affari esteri dell'Austria Successore Logo Bundesministerium für Europa, Integration und Äußeres.svg
Karin Kneissl 3 giugno 2019 - 11 ottobre 2021 Michael Linhart I
Michael Linhart dal 6 dicembre 2021 in carica II
Controllo di autoritàVIAF (EN40232165 · ISNI (EN0000 0000 2297 7681 · LCCN (ENn00094599 · GND (DE121329615 · CONOR.SI (SL68918371 · WorldCat Identities (ENlccn-n00094599