Alexander Bening

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alexander Bening (anche Sanders)[1] (... – Gand, 1519[2]) è stato un miniatore fiammingo esponente della scuola di GandBruges e parte della tradizione dei primitivi fiamminghi. La sua data di nascita è sconosciuta.

Bening era nato in una famiglia di illuminatori delle Fiandre meridionali. Sposò Kathelijn van der Goes (probabilmente sorella o nipote del pittore Hugo van der Goes).[1] Ebbe due figli: Simon Bening che venne formato dal padre e diventò uno dei più importanti illuminatori fiamminghi, e Paul Bening, la cui professione è sconosciuta.

I documenti rivelano che è entrato nella Corporazione di San Luca di Gand nel 1469[2] e in quella di Anversa e Bruges nel 1486, a cui appartenevano tutti i professionisti coinvolti nella produzione di libri.

Non esistono opere attribuite con certezza a Bening, è stata avanzata l'ipotesi che abbia miniato il Libro delle ore di Dresda e che possa essere il Maestro di Maria di Borgogna[2] o, più probabilmente, il Maestro del libro di preghiere di Massimiliano I.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Kren e McKendrick, p. 37
  2. ^ a b c Bening, Alexander, Treccani. URL consultato il 6 agosto 2017.
  3. ^ Kren e McKendrick, p. 191

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95781970 · ISNI (EN0000 0001 0535 210X · LCCN (ENnr2006004435 · GND (DE118508989 · ULAN (EN500016453 · CERL cnp00543819