Alex Pederzoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alex Pederzoli
Nazionalità Italia Italia
Altezza 173 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Pordenone
Carriera
Giovanili
1999-2000 Bologna
2000-2003 Juventus
Squadre di club1
2003-2004 Como 6 (0)
2004 Rimini 2 (0)
2004 Juventus 0 (0)
2004-2005 Reggiana 11 (0)
2005 Lucchese 15 (0)
2005-2006 Torres 12 (1)
2006 Pro Sesto 7 (0)[1]
2006-2007 Pistoiese 9 (0)
2007 Manfredonia 13 (2)
2007 Venezia 0 (0)
2007-2008 Crotone 31 (2)[2]
2008-2009 Padova 28 (1)[3]
2009-2010 Gallipoli 35 (2)
2010-2012 Ascoli 65 (0)
2013-2014 Südtirol 22 (3)[4]
2014-2015 Pavia 27 (3)[5]
2015- Pordenone 16 (2)
Nazionale
2000 Italia Italia U-15 9 (1)
2000-2001 Italia Italia U-16 12 (1)
2002 Italia Italia U-18 5 (0)
2003 Italia Italia U-19 1 (0)
2004 Italia Italia U-20 3 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 febbraio 2016

Alex Pederzoli (Piacenza, 6 marzo 1984) è un calciatore italiano, centrocampista del Pordenone.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È figlio dell'ex calciatore professionista William Pederzoli.[6]

Coinvolto nel calcioscommesse, il 31 maggio 2012 patteggia una squalifica di un anno e quattro mesi più 10.000 euro di ammenda.[7] Il 9 febbraio 2015 la procura di Cremona termina le indagini e formula per lui e altri indagati le accuse di associazione a delinquere e frode sportiva.[8]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera nel Bologna nel 1999. Nell'estate del 2000 passa alla Juventus in un'operazione che comprendeva anche le compartecipazione di Giacomo Cipriani e Alessandro Gamberini,[9] lasciati in prestito alla società rossoblu. Con la Juventus si laurea Campione d'Italia con la formazione Berretti e vince il Torneo di Viareggio, venendo anche premiato come miglior giocatore della manifestazione.

Dopo una breve esperienza in Serie B con il Como in cui gioca sei partite, viene ceduto in prestito a varie squadre di Serie C1, tra cui Rimini, Reggiana, Venezia, Crotone e Padova. Dopo aver ottenuto la promozione in Serie B con la squadra padovana, viene ceduto al Gallipoli formazione neopromossa in Serie B.

Nella stagione 2010-2011 approda all'Ascoli. Alla fine della stagione 2011-2012 rimane svincolato.[10]

Nel 2013 approda al Sudtirol in Prima Divisione e segna proprio contro il Como, la squadra che lo lanciò, dando la vittoria alla sua squadra.

Nel luglio 2014 passa al Pavia[11]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Conta presenze in quasi tutte le Nazionali giovanili dell'Italia, ad eccezione di quella Under-17 e Under-21.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 2003

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 8 (0) se si comprendono i play-out.
  2. ^ 33 (2) se si comprendono i play-off.
  3. ^ 31 (1) se si comprendono i play-off.
  4. ^ 27 (4) se si comprendono i playoff.
  5. ^ 28 (3) se si comprendono i playoff.
  6. ^ Alex Pederzoli, nel nome del padre nuovavenezia.gelocal.it
  7. ^ Scommesse: l'Atalanta riparte da -2, sportmediaset.mediaset.it, 31 maggio 2012.
  8. ^ Calcioscommesse, indagini chiuse per Goretti e Nicco: la lista dei 130 indagati
  9. ^ Profilo campionatoprimavera.com
  10. ^ Da Alex a Zambrotta: gli svincolati sportmediaset.mediaset.it
  11. ^ Pederzoli dal Südtirol al Pavia, Tuttolegapro.com, 19 luglio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]